Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ESSENI  
 
 

Esseni: Termine derivato dall’aramaico "asayya", medici dell'essere, dello spirito (insegnavano proprio la Medicina Biologico Naturale).vedi: Esseni ed i vangeli +  ESSENI 2  +  Esseni 3   Giudeo-Cristiani
INFORMAZIONE, CAMPO UNIVERSALE e SOSTANZA - Campi MORFOGENETICI

Setta ebraica di oscura origine, di cui è documentata l’esistenza dal II° secolo a.C. 
Secondo Filone, Flavio Giuseppe e Plinio il Vecchio, ne vivevano circa 4000, specie nella zona del mar Morto (en gedi).
La Bibbia non ne parla affatto, anche se per numerosi studiosi è molto probabile, anzi quasi certo, che Giovanni Battista e Gesù abbiano subito una forte influenza delle loro dottrine; di Gesu' si pensa che sia stato un loro iniziato/rabbino, che poi e' fuoriuscito da essi.  
Nella loro dottrina si trovano diversi elementi della successiva mistica ebraica e cabalistica. 
Setta degli antichi ebrei/giudei; al tempo del Gesu' il nazareno, non accettavano l'autorità dei farisei/saducei "padroni" e controllori del tempio di Gerusalemme; non effettuavano sacrifici di animali perche' vegetariani; vivevano in comunità sulle colline che si trovano lungo il deserto che fiancheggia il mar morto in Palestina; scomparvero per opera dei romani; una delle loro comunità Masada, è rimasta nota per il suicidio di massa degli abitanti la comunità, i quali si suicidarono tutti quanti, pur di non cadere vivi nelle mani dei romani. che li assediavano da anni.
Nelle grotte di Qmran (zona mar morto) sono stati trovati dei rotoli (scritti in fenicio/aramaico/antico ebraico) da loro nascosti, dai quali si possono intravedere alcune loro credenze.
Essi (i figli della Luce = figli dell'Aor) erano parte di una lunga discendenza spirituale dei "puri ebrei", seguaci del Mose' che fu' membro della casa del faraone e quindi sacerdote (colui che conosce il sacro, l'occulto, il nascosto) e che erano con lui usciti  (i loro padri spirituali) dall'Egitto; la loro ideologia originale (leggermente dissimile da quella degli Esseni che conosciamo attraverso i rotoli di Qmran), si trasmise di generazione in generazione e quindi di secolo in secolo fino ad arrivare agli anni contemporanei al nascente nuovo ebraismo messianico, (Gesu' il nazir) ovvero il giudeo-cristianesimo, che come gli Esseni, erano distaccati dal farisaismo dei giudei ufficiali (sinedrio di Gerusalemme) i quali furono poi quelli che, secondo ciò che troviamo scritto nei 4 vangeli Mt.Mc.Lu. Gio., condannarono assieme ai romani il "cospiratore" Gesu' il nazareno - da nazir -  (NON di Nazareth) alla morte per crocifissione sul Golgota, collinetta fuori le mura di Gerusalemme proprio situata lungo la circonvallazione, vi e' una grotta che appare come un teschio d'uomo ove vi e' un sepolcro con una grossa pietra che si rotolava davanti all'ingresso....
Gli Esseni come i successivi giudeo-cristiani utilizzavano anche la medicina naturale: frizioni fredde, abluzioni, fangoterapia, idroterapia, (in Masada si sono trovate le vasche a caduta, per questi riti di idroterapia fatti all'alba ed al tramonto come vuole la regola maestra della medicina naturale) clisteri, digiuni, vegetarianesimo, fruttarismo, fitoterapia, imposizione delle mani (prano terapia), meditazione nel deserto, confessione pubblica e privata, urino terapia, mangiavano in comunità, festeggiavano il giorno di riposo (il 7° giorno della settimana, il sabato = come giorno di riposo), non effettuavano sacrifici animali perché anche vegetariani, ecc.ecc.

Secondo Giuseppe Flavio, gli esseni usavano la "medicina naturale" per curare la malattia.
Leggiamo in Bellum iudaicum II,136 (traduzione di Luigi Moraldi): «Hanno una cura straordinaria degli scritti degli antichi, scegliendo specialmente quelli che riguardano il profitto dell'anima e del corpo. E qui studiano come guarire le malattie, le radici che preservano da esse e le proprietà delle pietre (minerali)».

Uno dei libri più importanti dell'essenismo è il Libro dei Giubilei, che risale alla seconda metà del secondo secolo a.C.
Leggiamo in Giub. X,12-13 (traduzione di Luigi Fusella): «Affinché Noè curasse con le piante della terra, noi [gli angeli] gli dicemmo, insieme con l'inganno, il rimedio di ogni malattia. E Noè, così come glielo avevamo insegnato, scrisse ogni specie di rimedio in un libro».
È dunque possibile che il contenuto del passo precedente di Giuseppe Flavio sia collegabile a questo passo del Libro dei Giubilei.
vedi anche: http://www.capurromrc.it/cristo/sette.htm

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Siamo ormai a vari decenni dalla clamorosa scoperta dei Manoscritti dei rotoli del Mar morto, fiumi e fiumi di parole sono state dette, scritte e pensate. Noi pensiamo sia stato scritto troppo e a volte male.
La "nota" che ci ha sempre  contraddistinto rispetto ai testi antichi e alle antiche tradizioni è la solita: dare la possibilità ad ognuno di "leggere" e "vivere" l'esperienza senza quella cattiva abitudine umana di "interpretare".
G. Cangemi scrive:
"..E mentre entrano nel patto, i sacerdoti ed i leviti benediranno il Salvatore e tutti i suoi atti si adempiano di promesse, e tutti coloro che entrano nel Patto diranno dopo di loro: Amen, Amen. (Amen non è da intendersi con "così sia", ma come dal'l'Apocalisse, inteso come il "testimone verace".

Quanto sopra, ovviamente, per ciò che concerne gli Esseni del Mar Morto. Tuttavia la stessa parola "Amen" nella comunità degli Esseni del nord (i Nazareni del Monte Carmelo), aveva un significato diverso, essendo essa una contrazione della parola "Aumen". Tale parola, di probabile origine egiziana (Kaumen) o mesopotamica, significava "il Dio Nascosto o il Dio Vivente. (spesso abbreviato ne "Il Vivente", come si incontra spesso nel Vangelo gnostico di Tomaso o in altri gnostici).

Presso i Nazareni l'espressione "B'ney Amen" significava, appunto, "Figli di Dio": ESATTAMENTE COME SI DEFINIVA GESU' il quale faceva parte della comunità Nazarena, da cui, tuttavia, si era in un certo qual modo differenziato aderendo (o fondando insieme) alla comunità degli Ebioniti - Nazareni di suo fratello Giacomo.
Una "piccola" osservazione. Il nome completo del "Vivente" era: Aumen El, (Il Dio Nascosto o il Dio Vivente). E' sin troppo ovvio che il nome "Emanuel", attribuito a Gesù, NON DERIVAVA AFFATTO dall’EBRAICO "IMHA'NU EL", che significa "Dio è con noi", ma proprio da AUMEN EL, termine TIPICO della setta dei NAZARENI !

A causa della evidente CENSURA OPERATA nei confronti della comunità ESSENO-NAZARENA, da parte degli "evangelisti" e delle gerarchie ecclesiastiche, le quali seguivano PRECISE strategie tese ad obliare certi aspetti che intendevano mantenere nascosti, i furbastri fondatori hanno lasciato credere che "Emanuel" (Aumen El) derivasse dall'ebraico e che significasse "Dio è con noi" !

MA PERCHE' tutta questa "censura" all'insegna dei NAZARENI ?
Censura che è arrivata persino alla risibile e falsa affermazione che "Nazareno" significasse "abitante di Nazareth" !, si possono fare varie ipotesi: tuttavia, a mio avviso, la spiegazione risiede nel fatto che la fede dei Nazareni si identificava con quella giudaica solo in parte. Ed è solo in parte che AUMEN EL si identificava con Yahweh !
Infatti, Aumen El, a differenza di Yahweh, era un Dio "androgino", più vicino alle deità del mondo pagano-gentilizio che a quello ortodosso ebraico !
I nazareni, rigidamente vegetariani, contestavano la legge dei sadducei, affermando che tale legge era menzognera, in quanto Mosè diede agli israeliti (e quindi ai nazareni) un'altra Legge, successivamente  "armonizzata" (per usare un termine cattolico !) dalla protervia dei sadducei !
Un forte motivo di contrasto era rappresentato dai sacrifici degli animali sull'altare del Tempio !
A prescindere dall'aspetto etico, secondo il quale i nazareni ritenevano che anche la vita degli animali, al pari di quella degli uomini, andasse rispettata, c'è anche un'altro aspetto importante: tali sacrifici riconducevano direttamente alle usanze dei pagani, per cui i nazareni ritenevano inammissibile il fatto che Mosè potesse aver dato tale legge ! (Considerando che gli animali sacrificati finivano nelle cucine dei sadducei, si può anche capire l'avversione che costoro provavano nei confronti dei Nazareni !)

Gli ESSENI del MAR MORTO.
Chi erano costoro ? Innanzitutto va chiarito, una volta per tutte, che la parola "esseno" (nel linguaggio dei primi nazareni, ESSAYY) non identificava l'adepto ad una particolare setta, ma solo le CARATTERISTICHE degli adepti a determinate sette, in quanto "esseni" significava "guaritori".
Nello stesso linguaggio, anche i "medici" egiziani sarebbero stati chiamati a loro volta "esseni", senza tuttavia avere nulla in comune per ciò che concerne l'aspetto religioso delle sette palestinesi !
Dunque, Esseni come "guaritori", in generale. Gli esseni del Mar Morto avevano, rispetto agli esseni-nazareni, una connotazione decisamente più "giudaizzante".
Molto probabilmente gli altri Esseni presenti nel nord dell'Egitto, e che furono chiamati dai greci "therapeuti" (medici o guaritori), avevano caratteristiche intermedie tra i nazareni e gli esseni del Mar Morto.
Il nome con il quale questi esseni erano identificati dalla popolazione non greca era "Jesseani" (o Jessaeni): nome dal quale sicuramente derivò "Ossaeni", cioè gli ESSENI del MAR MORTO, (con tale nome li identificò  Epifanio di Salamina)
Dal momento che lo stesso Eusebio di Cesarea affermò che i primi "cristiani" vennero chiamati "jesseni" (solo gli sciocchi, i disinformati e gli accademici della Mira Lanza possono credere che i primi cristiani
venissero chiamati "cristiani"), e che altri padri "fondatori" affermarono che il cristianesimo nacque in Egitto, tra la comunità dei terapeuti, si può ben capire l'effettiva presenza di Gesù in Egitto, e NON CERTO IN TENERA ETA' !
By Elio

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

QUMRAN: Nelle COMUNITA' PALEOCRISTIANE (Esseni) le DONNE ERANO SACERDOTESSE !
Eccezionale scoperta dalle giare che contenevano i rotoli del mar morto, in cui si capisce come la comunità Essena avesse integrato negli ordini sacerdotali ANCHE le DONNE, come aveva precedentemente fatto anche Gesù " ERA ASSISTITO da MOLTE DONNE".
Le grotte di Qumran, dove nel 1947 furono ritrovati i famosi rotoli del Mar Morto, furono, nel I secolo d.C., un importante centro di spiritualita' e di culto del gruppo ebraico degli Esseni, una sorta di monastero non solo maschile ma aperto anche alle donne, come dimostrerebbe il recente studio di una serie di antichi contenitori utilizzati per conservare gli unguenti e i profumi ed anche piatti e brocche.
Se i rotoli negli ultimi 65 anni sono stati studiati a fondo, finora non era mai stato compiuto un'indagine approfondita sulle ceramiche di Qumran, ritrovate nelle grotte vicino al Mar Morto, tra cui anche le giare (diverse decine) che contenevano proprio quei manoscritti.
Questo studio e' stato compiuto adesso da un'equipe di studiosi italiani guidata dai professori Marcello Fidanzio e Riccardo Lufrani nei sotterranei del museo Rockfeller di Gerusalemme.

La Facolta' Teologica dell'Italia Centrale ha partecipato a questo progetto in collaborazione con l'Ecole Biblique et Archeologique Française di Gerusalemme ospitando due sessioni preparatorie nella propria sede di Firenze e inviando due dei suoi studenti di teologia biblica, Diletta Rigoli e don Bledar Xhuli, che oggi hanno riferito, in una conferenza stampa nel capoluogo toscano, dei risultati emersi durante il ''Qumran Seminar''.
- Le ''giare-manoscritto'', hanno spiegato Rigoli e Xhuli, sono cilindri di ceramica alti circa un metro, di fattura molto raffinata, che vanno dal II secolo a.c. al 70 d.C., anno della distruzione del Tempio di Gerusalemme da parte dei romani.
La 'lettura' delle giare, e dell'altro materiale ceramico ritrovato nel sito archeologico (molti piatti, che probabilmente servivano per la offerte votive, ma anche brocche, vasi, unguentari) secondo i due ricercatori potrebbe confermare che Qumran (su cui esistono ancora molti misteri e punti di controversia tra varie correnti di pensiero) sia stato un importante centro di spiritualita' e di culto esseno, di cui le grotte (in cui le giare sono state ritrovate) costituivano una specie di ''biblioteca'' per la conservazione del testo sacro nella sua purezza, anche per difenderlo da eventuali saccheggi da parte dei soldati Romani.
I nuovi studi sulle giare sembrano confermare molte delle ipotesi avanzate da Roland De Vaux, domenicano dell'Ecole Biblique di Gerusalemme, che condusse gli scavi delle grotte di Qumran e dell'insediamento adiacente. Fu De Vaux a formulare la celebre teoria che interpreta il sito archeologico come un ''monastero esseno''.
De Vaux propose nel 1959 la sua teoria: Qumran era il sito comunitario degli Esseni, una setta che intorno al 150 a.C. si era staccata da Gerusalemme, in opposizione all'''empia'' ellenizzazione dell'ebraismo, per praticare il lavoro, la preghiera e l'osservanza della purita' rituale; e i rotoli erano la loro ''biblioteca'', nascosta nelle grotte per metterla in salvo, al tempo della rivolta antiromana culminata nella distruzione del Tempio, nel 70 d.C.
Nel periodo successivo la prematura morte di De Vaux nel 1971, gli studi si approfondirono e la teoria dell'archeologo subi' le prime forti critiche: si constato' che solo una parte dei documenti rimandava agli Esseni, gli altri attestavano tendenze religiose diverse e anche divaricanti.
Tuttavia mentre i manoscritti furono completamente pubblicati negli anni '90, i materiali di scavo, rimasti 'dormienti' dalla meta' degli anni '50, nel 1987 furono affidati dall'E'cole Biblique all'archeologo domenicano Jean-Baptiste Humbert, sotto la cui supervisione ha operato la squadra italiana nelle ultime settimane.
Tratto da: antikitera.net

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.