Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


La CASTA dei Medici  -  BARONIE, Universita' e MEDICI
Leggete QUI come gli "Enti" internazionali a "tutela della Salute" (OMS + CDC + FDA, ecc.)
sono chiaramente collusi con l'Industria Farmaceutica

La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi
 dell’intero sistema medico americano
  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario,
 i Rockefeller amavano chiamarla filantropia efficiente”, e' qui in questa pagina,  ben descritto.

Tutti i mali della medicina ufficiale descritti da un medico

Da settembre 2013, in tutta l’UE (Unione Europea), sul foglietto illustrativo (bugiardino) di determinati medicinali
farà la sua apparizione un triangolo capovolto.
Un contrassegno che segnala a pazienti ed operatori sanitari quei farmaci per i quali i consumatori
sono caldamente invitati a segnalare agli operatori nazionali, eventuali effetti collaterali inattesi.
In gergo tecnico, le medicine sottoposte a monitoraggio addizionale.
Si tratta di tutte le confezioni autorizzate dopo il 1° gennaio 2011 che contengono una nuova sostanza attiva; vaccini o prodotti derivati dal plasma di origine biologica; i medicamenti per i quali sono necessarie determinate informazioni supplementari nella fase successiva alla messa in commercio, o la cui autorizzazione è subordinata al rispetto di determinate condizioni o restrizioni per un impiego sicuro ed efficace.- vedi: PDF del comunicato stampa Commissione Europea

MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
Storia dei Vaccini - 1 + Storia dei Vaccini - 2

"L'industria farmaceutica è grande e potente come l'industria delle armi. Con la differenza che la guerra finisce.
La malattia, no, finché c'è qualcuno che la tiene in vita" (By Hans Ruesch)  ....magari con i Vaccini

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
By  Dott. Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

v
edi: Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata + Sindacato Rockefeller = Dittatura sanitaria
+
Comparaggio farmaceutico

 

Chi redige linee guida ha legami con l'industria del farmaco - 02.11.2005
Il British Medical Journal pubblica un interessante articolo sul numero del 29 ottobre 2005 dal titolo
"I medici che redigono Linee Guida hanno legami con l'industria del farmaco".
Potete leggerlo cliccando qui: http://bmj.bmjjournals.com/cgi/content/full/331/7523/982-a
In
sintesi: vi si descrive un'indagine fatta dai giornalisti di Nature (pubblicata il 20 ottobre su questa rivista) riguardo a 215 Linee Guida sui farmaci registrate nel 2004 presso la US National Guideline Clearinghaouse. Un terzo degli autori (il 33%) che hanno redatto le LG dichiarano legami con l'industria.
Ma ciò che è più interessante è che il Direttore del Centro per la Scienza di pubblico interesse con sede a Washington - che per primo aveva iniziato la ricerca - riferisce a BMJ che molti medici non rivelano le loro connessioni con l'industria anche quando queste vengono richieste. Mancano infatti regole standard al riguardo e non esistono punizioni per non aver fornito le informazioni.


vedi anche: Conflitti di interesse fra medici e Big Pharma + Universita' in mano a Big Pharma + MINISTERO "SALUTE" informato sui Danni dei Vaccini +  Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata + Sindacato Rockefeller = Dittatura sanitaria + NON VEDO, NON SENTO, NON DENUNCIO + Comparaggio farmaceutico + Riforma Sanitaria secondo la MedNat + Test medici  + Evidenze cliniche e Certificazione di qualita' per il medico

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

2.000.000 di reazioni gravi ai farmaci ogni anno !

"Recentemente in Italia, con l’introduzione del D.L. n. 95/03 si è provveduto ad abolire l’obbligo (diventa spontanea) di segnalazione di tutte le A.D.R. con le correlative sanzioni, ma rimane tuttavia obbligatoria la segnalazione delle A.D.R. gravi o inattese, di tutte le A.D.R. che riguardino i vaccini e quelle per quei farmaci che vengano inseriti in speciali elenchi, periodicamente pubblicati dal Ministero della Salute, riguardanti essenzialmente farmaci immessi di recente in commercio."
Tratto da: http://www.altalex.com/index.php?idnot=10104

vedi anche: Conflitto di interesse + Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF - 2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1 + CDC - 2  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA

Nessuno, dopo questo film, guarderà senza sospetto la più anonima scatola di medicinali, o almeno senza pensare di non essere vittima di una truffa“. - 12 novembre 2013
Così Antonio Morabito, il regista de “Il venditore di medicine” (prodotta da Amedeo Pagani in collaborazione con Rai Cinema), film fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma e in uscita nelle sale a gennaio, spiega la trama della sua ultima opera. “Un tema non certo inedito, quello dello strapotere delle industrie farmaceutiche e dei suoi rappresentanti che – sottolinea – è comunque un pugno nello stomaco per chi almeno un blister al giorno lo frequenta”. Il film è una dichiarazione di guerra alla sanità italiana dove gli informatori scientifici vengono rappresentati nella finzione come corruttori di medici compiacenti.
Tra gli interpreti: Claudio Santamaria, Isabella Ferrari ed Evita Ciri. Ad apparire in un cameo c’è anche Marco Travaglio: il vicedirettore de il Fatto Quotidiano veste le parti di un medico integerrimo, il Professor Malinverni, che si scaglia contro la pratica abusata da molti dottori di ricevere viaggi e regali da informatori farmaceutici senza troppi scrupoli per prescrivere ai pazienti un medicinale piuttosto che un altro.
Tratto da:
Ecco una clip del film dove compaiono Santamaria e Travaglio
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/11/12/cinema-il-venditore-di-medicine-ecco-il-trailer-del-film-con-travaglio-e-santamaria/253230/

 vedi anche:
ISS + Ministero della salute + EMA  + CNR e Corruzione + Consenso Informato
+ Contenuto dei vaccini + Metalli tossici e nanoparticelle nei vaccini

Legami segreti tra organizzazioni di pazienti e compagnie farmaceutiche:
Fonte: Inchiesta del Philadelphia Inquirer, il quotidiano statunitense The Philadelphia Inquirer ha pubblicato  un'inchiesta sui legami quasi mai dichiarati di sei organizzazioni non-profit, che affermano di agire nell'interesse dei pazienti di altrettante malattie, e le compagnie farmaceutiche.
Le sei organizzazioni, che lo scorso anno hanno ricevuto complessivamente 29 milioni di dollari in donazioni dalle industrie farmaceutiche.

In aumento le denunce contro i medici per responsabilità professionali - vedi: Crediblita' della medicina ufficiale

Le case farmaceutiche ingannano i medici e questi danneggiano i malati + I medici sono una minaccia

RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi
industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.

Costituzione Italiana: Art. 28
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Commento
NdR: questo articolo come altri della Costituzione Italiana sono da sempre trasgrediti e disattesi proprio da coloro che lo rappresentano, specie nella Sanita', Finanza, tutela, commercio, agricoltura, ecc.
Per cui invitiamo i cittadini di questi stati trasgressori, compresi i loro rappresentanti e dirigenti, a DENUNCIARE all'autorita' giudiziaria tutti questi farabutti che trasgrediscono la Costituzione; verra' il momento, il tempo comunque nel quale il Popolo Sovrano, si sollevera' ed arrestera' tutti questi "soggetti" che compiono questi misfatti, sulla pelle del Popolo reso suddito... !


Corte dei Conti: ampia corruzione nella sanità - Roma, Martedì, 5 Febbraio 2008
"Profili di patologie emergono nel settore dei lavori pubblici e delle pubbliche forniture, nonché nella materia sanitaria, fornendo un quadro di corruzione ampiamente diffuso". Lo ha sottolineato Furio Pasqualucci, procuratore generale della Corte dei Conti, nella Relazione all'apertura dell'anno giudiziario della magistratura contabile.
Il procuratore generale ha aggiunto che "in particolare l'accertamento del pagamento di tangenti è correlato ad artifici ed irregolarità connesse a fattispecie della più diversa natura quali la dolosa alterazione di procedure contrattuali, i trattamenti preferenziali nel settore degli appalti d'opera, la collusione con le ditte fornitrici, la illecita aggiudicazione, la irregolare esecuzione o l'intenzionale alterazione della regolare esecuzione degli appalti di opere, forniture e servizi".
Comportamenti illeciti di cui è conseguenza "il pagamento di prezzi di gran lunga superiori a quelli di mercato o addirittura il pagamento di corrispettivi per prestazioni mai rese". 
Fonte: AGI.

vedi: Semeiotica biofisica + MEDICI IMPREPARATI + Medici SUICIDI + I nuovi Tiranni + I  MEDICI, una MINACCIA per la SALUTE  ? +  Considerazioni in medicina + Morti della medicina ufficiale + Rischi ed errori dei medici + Falsita' della medicina ufficiale +  Bugiardino + Errori dei medici + Pericolo Farmaci + Medicina: Chirurgia + Tossiemia + Medicina Multimediale

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un gruppo dei ricercatori ha rivisto le statistiche ufficiali e i loro risultati sono assolutamente scioccanti.
Questi ricercatori hanno scritto un documento dal titolo «Death by Medicine», che presenta la prova che il sistema attuale è causa più frequente di danni che di benefici.

Questo rapporto mostra che:
- Il numero di persone che finisce in ospedale per reazioni avverse ai medicinali prescritti: 2,2 milioni all'anno.
- Il numero di antibiotici inutili prescritti annualmente per le infezioni virali: 20 milioni all'anno.
- Il numero di procedure mediche e chirurgiche inutili effettuate annualmente: 7,5 milioni.
- Il numero di persone esposte all'ospedalizzazione inutile: 8.9 milioni all'anno.
- Il numero totale di morti causate dalla medicina convenzionale è di
783.936 all'anno. Ora è evidente che il sistema medico americano è la causa principale di ferimento e morte negli Stati Uniti. (il numero di morti per malattie di cuore nel 2001 è stato di 699.697, mentre quelli per cancro 553.251

Mentre 700.000 americani muoiono ogni anno a causa della medicina ufficiale, la FDA ed altri enti governativi fingono di proteggere il pubblico bloccando le medicine alternative.

Tabella 1: Mortalità annuale e costo economico:
Causa della morte            Numero Morti      Costo in dollari

Reazioni Avverse ai farmaci      106.000       $ 12 miliardi
Errore medico                           98.000       $ 2 miliardi
Piaghe da decubito                  115.000       $ 55 miliardi
Infezione                                   88.000       $ 5miliardi
Malnutrizione                           108.800         
Pazienti esterni                       199.000       $ 77miliardi
Procedure inutili                        37.136       $ 122miliardi
Chirurgia                                   32.000       $ 9miliardi

TOTALE MORTI                      783.936        $ 282miliardi

In Italia ogni anno, mediamente, muore oltre il 6% dei ricoverati in ospedale per un errore medico.
E' uno dei dati più significativi emerso in apertura del Sesto simposio internazionale di salute pubblica effettuato a Villa Porro Pirelli di Induno Olona (VA, Italy).
Organizzato dall'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Varese sul tema "La medicina centrata sulla sicurezza del paziente" e vede la partecipazione non solo di medici ma anche di numerosi magistrati.
L'errore medico sta diventando la preoccupazione maggiore dei sistemi sanitari odierni. Il simposio vuole lanciare proposte affinché il medico che sbaglia non si nasconda ma, anzi, evidenzi lo sbaglio per poterlo studiare senza il timore di finire sulla graticola della giustizia. In Italia, come nella maggior parte dei paesi europei, non vi è una rilevazione a livello nazionale sugli errori. Durante il simposio sono stati presi ad esempio i numeri pubblicati dalla rivista "Rischio sanità" del giugno 2001: in Italia si effettuano mediamente 8 milioni di ricoveri l'anno.
Ben 340mila pazienti escono dagli ospedali con danni o malattie dovuti esclusivamente ad errori nelle cure o a disservizi ospedalieri. Il numero dei morti in conseguenza di errori è fortemente incerto ed oscilla tra 14mila e 50mila decessi.
Se si considera che nel 2000 si sono verificati 557.584 decessi nel loro complesso, i 35mila morti per errore medico costituiscono il 6,2%.
By De Gary, PhD; Decano MD, ND Della Carolyn; Martin Feldman, MD; Debora
Rasio, MD; e Dorothy Smith, PhD - Tratto da "Life Extension" .
AGI - Mar.2009


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La CASTA dei Medici della medicina ufficiale imperante - Essa stessa definisce la propria pratica medica essere un’Arte medica !
I recenti articoli passati dai mass media di tutto il mondo per affossare, con falsita’ l’Omeopatia, strumentalizzati  dalla Casta medica allopatica oggi imperante, vanno la pena di essere analizzati fino in fondo.

A parte le considerazioni sulle false accuse fatte, distorcendo i dati degli studi medico scientifici di riferimento, vorrei porre all’attenzione queste altre e piu’ sottili considerazioni:
Facciamo “FINTA” che tutto cio’ che e’ stato propagandato su TV, Radio, Giornali, riviste dette scientifiche, sia VERO, a questo punto si DEVE osservare quanto segue:

E’ stato affermato che l’Omeopatia e’ un effetto "Placebo" che funziona per davvero.

1 -  Se cio’ e’ vero, l’effetto Placebo NON puo’ essere considerato una disciplina medica, in quanto le proprieta’ dello Spirito =pensiero che e' la proprieta’=possibilita' creatrice intrinseca nella natura Spirituale=psichica del Vivente.

2 -  Se cio’ e’ Vero, e VERO lo E’, come mai i medici che giurano al ricevimento della loro laurea, di osservare il comando Ippocratico “Primis NON nocere”, non la utilizzano PRIMA di propinare i farmaci di sintesi che SEMPRE hanno controindicazioni ??

3 -  La successiva considerazione che ne nasce e’ che essi, i medici della Casta, NON sanno come applicarla, oppure non VOGLIONO applicare una possibilita’ terapeutica che NON costa nulla e che non e’ strumentalizzabile…., quindi se non la utilizzano, significa semplicemente che sono IGNORANTI e/o in MALAFEDE  !!!

4 -  Inoltre la Casta dei medici allopati in Italia, ha fatto di tutto per far varare dal legislatore Leggi che avocano a se stessa la possibilita’ di utilizzare l’Omeopatia (ed altre tecniche, per sottrarle alla concorrenza..) che essa stessa definisce essere un “Placebo”….?!?!? …..e cercando, con queste Leggi ad hoc….assurde ed antiCostituzionali – vedi art. 33 delle Costituzione, L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento….come nel medio evo, ripristinando una moderna “inquisizione”, ......di condannare al “rogo”…alla prigione ed all’impossibilita’ di lavorare…. chi la fa applicare su gli altri…..malgrado gli art. 1-2-3 della Costituzione Italiana siano chiari !
vedi anche le recenti condanne degli heilpraktiker italiani (non medici)….
Ricordo che la stessa Casta definisce la propria “pratica medica” essere “un’Arte medica” …..ma la vuole SOLO per se stessa, malgrado l’articolo Costituzionale affermi a chiare lettere che ….
l’arte e la scienza SONO LIBERE e LIBERO ne e’ l’insegnamento !!

5 -  Mentre la Legge dovrebbe impedire che se un medico e/o un operatore che lavora in campo sanitario, con QUALSIASI tipo di medicina anche allopatica, che non sia certificato dai risultati effettivi ovvero dalla guarigione o dalla miglioria dello stato di salute del paziente, possa operare in tale branca della sanita’, in quanto il danno alla salute che questi “soggetti” producono, in questi casi e’ assicurato e documentato dalla mancanza di salute riconquistata dal paziente a loro sottoposto !

Nota bene: In Italia, il Medico è il laureato in Medicina e Chirurgia che abbia inoltre conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione da parte del proprio ordine professionale, attraverso il superamento di un apposito esame di Stato.
In altre nazioni europee non costituisce un titolo legale ma la semplice descrizione di un mestiere allo stesso modo dei termini, naturopata,  operatore sanitario, heilpratiker, insegnante, docente, ecc.
In Italia poi, a differenza di altri paesi...chissa' perche' ?...., compie un reato chi si definisce medico senza il possesso dei requisiti richiesti in ordine alla laurea ed all'abilitazione.....la Casta dei medici italiana, evidentemente vuole avere l'imprimatur e l'assoluta esclusiva in materia di salute e malattia......
In Svizzera, ad esempio, ci si può autodefinire "Medico naturista NVS" senza aver mai frequentato l'università.

Queste sono solo le prime considerazioni da fare…seguendo un filo logico su questo tema.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Le Baronie feudali del terzo millennio
Nonostante uno spirito giustizialista trionfi a fasi alterne nel nostro Paese (Italia), esiste un'istituzione in grado di uscire indenne da sentenze, rinvii a giudizio, indagini ed intercettazioni, probabilmente grazie alla forza e alla trasversalità di poteri che risultano di gran lunga più forti rispetto a quelli della politica.
Quel mondo intoccabile di cui scriviamo è l'Università, ed in particolare la facoltà di Medicina che dovrebbe sfoderare la classe docente e dirigente dei più prestigiosi ospedali universitari del nostro Paese.
A distanza di venti anni dallo scandalo delle cattedre di otorinolaringoiatria, conclusosi con l'annullamento dei concorsi i cui vincitori sono tuttora in servizio, «Concorsopoli», la recente inchiesta giudiziaria portata avanti dalla procura bolognese, appare destinata a finire nel nulla, tanto da aver provocato interpellanze parlamentari da parte di deputati di Forza Italia e Alleanza Nazionale, che hanno parlato di «indagini al rallentatore» e richiesto un'ispezione ministeriale che verifichi i concorsi banditi dalla Facoltà di Medicina dell'Università di Bologna e l'immediata sospensione dei camici bianchi sotto accusa per le selezioni pilotate.

Le indagini hanno permesso di dimostrare, senza sorprendere peraltro nessuno, l'esistenza di una lobby di baroni in grado di pilotare le carriere dei docenti su tutto il territorio nazionale attraverso concorsi truccati e hanno portato a numerosi indagati, tra cui luminari di spicco e nomi di punta della sanità bolognese, quali ad esempio la preside della Facoltà di Medicina e il direttore del Dipartimento di Medicina Interna, per reati diversi tra i quali corruzione, abuso d'ufficio, falso in atto pubblico, associazione a delinquere, comparaggio.
L'inchiesta di Bologna si basa sull'ipotesi che i concorsi fossero preconfezionati passo dopo passo e con grande attenzione, dall'emissione dei bandi cuciti a pennello sui curriculum dei predestinati alla composizione delle commissioni esaminatrici. Una bufera giudiziaria che non è stata sufficiente però a rimuovere una sola poltrona se, come ha giustamente affermato l'on. Fabio Garagnani di Forza Italia, non solo nessuno si è dimesso, ma alcuni sono stati anche promossi.
E' il caso della preside di facoltà di Bologna, nominata dal ministro Turco nello scorso ottobre membro del Consiglio Superiore di Sanità e, dalla regione Emilia Romagna, proprio in questi giorni, membro del Consiglio di indirizzo e verifica del prestigioso Istituto Ortopedico Rizzoli. Suona intanto più come una beffa l'emanazione, da parte dell'università più antica del mondo, di un codice etico che condanna ogni tipo di nepotismo e favoritismo nell'assegnazione dei ruoli, senza tuttavia la previsione di sanzioni per i trasgressori.

Il paradosso dell'indagine della procura bolognese è che quelle azioni illegali «presunte» hanno finora rappresentato una prassi consolidata nell'organizzazione della quasi totalità dei concorsi universitari, in particolare delle facoltà di medicina, dove hanno spesso prevalso l'arbitrio, le parentele, le alleanze accademiche e politiche. Il reclutamento di professori e ricercatori universitari, che secondo la legge Berlinguer avrebbe dovuto realizzarsi per concorso pubblico, è avvenuto infatti regolarmente per chiamata diretta da parte del cattedratico che aveva avviato la procedura concorsuale con la compiacenza dei commissari che stilavano verbali «di cortesia».
E' questo il motivo per cui i candidati presenti alle prove concorsuali erano abitualmente di numero esiguo e spesso pari al numero delle idoneità disponibili. I restanti potenziali concorrenti, anche se provvisti di curriculum e pubblicazioni di maggior prestigio del predestinato, rinunciavano volontariamente o «su invito» allo svolgimento delle prove, non essendo previsto alcuno spazio per la competizione in concorsi che peraltro garantivano un forte privilegio al candidato dell'università che bandiva il concorso, cui competeva la nomina di uno dei membri della commissione. Elemento fondamentale di questo sistema era la subordinazione all'autorità del professore che metteva in moto la procedura concorsuale: non a caso le nostre istituzioni accademiche possono «vantare» il primato di un numero elevatissimo di docenti che hanno studiato nello stesso luogo in cui lavorano.

L'assegnazione delle cattedre tramite un meccanismo di «cooptazione personale» ha sempre distinto l'università italiana da quelle degli altri Paesi, favorendo un sistema di potere baronale autoreferenziato indegno di un Paese moderno e specchio della decadenza profonda di quel mondo accademico, in particolare della facoltà di medicina e chirurgia, che ha visto spezzarsi il filo che lega l'insegnamento, la ricerca e la cultura al merito e all'impegno.

La qualità del sistema di formazione superiore e ricerca, che è la base del futuro della società della conoscenza, dipende in larga misura dal buon funzionamento delle regole di selezione dei docenti universitari.
Punto di forza delle migliori università del mondo è inoltre l'adozione del principio di eccellenza, vale a dire spazio ai migliori, un traguardo che richiede la massima concorrenza tra i candidati alla docenza e la massima trasparenza nelle procedure.
La riforma Moratti ha rappresentato un passo in avanti per il raggiungimento di questi obiettivi, introducendo da un lato le idoneità nazionali per la fascia dei professori al posto delle selezioni locali al fine di riportare serietà e trasparenza nel reclutamento dei docenti evitando il ripetersi di fenomeni di nepotismo, localismo e clientelismo, dall'altro la possibilità di chiamata diretta di studiosi italiani o stranieri impegnati all'estero per favorire il rientro dei «cervelli».
By Vito Di Lernia - 19 aprile 2007
Tratto da: http://www.ragionpolitica.it


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CASE FARMACEUTICHECOLLUSIONI, Marketing intensivo e medici...
L'analisi prende in considerazione 20 tra le principali aziende.
In Italia sarebbero 4.000 i medici corrotti dalla GlaxoSmithKline (GSK: maggior produttore di Vaccini).

LONDRA - Convincono i consumatori di essere malati, corrompono i medici con regali di diversa natura e travisano i risultati delle prove di efficacia e sicurezza sui loro prodotti. Opera delle aziende farmaceutiche, che, secondo un rapporto dell'Organizzazione Internazionale del Consumatore, mettono in serio pericolo la sanità pubblica occultando le strategie di vendita per cui spendono miliardi di dollari in tutto il mondo.

Sotto i riflettori dell'indagine sono finite venti tra le più importanti case farmaceutiche. "La vendita irresponsabile - dice il rapporto - dà luogo a un serio problema, persistente e diffuso nell'intera industria farmaceutica".
E' dunque necessaria una battuta di arresto, controlli statali più duri e ordine nelle politiche di promozione delle aziende.

Secondo il rapporto, scandali come il ritiro del Vioxx, un antifiammatorio utilizzato anche per l'artrite, sono i campanelli d'allarme di una promozione farmaceutica priva di etica e che ricade unicamente sul consumatore.
La medicina in questione, infatti, fu ritirata dal mercato dalla Merck nel settembre 2004, nonostante l'azienda sapesse dal 2000 che il Vioxx aumentava le probabilità di infarto.
L'accusa riguarda dunque la manomissione dei risultati degli studi per giocarsi il tutto per tutto fino alla fine.
 Risultato: negli Stati Uniti sono più di 6.000 le cause archiviate contro l'azienda da persone che, assunto l'antinfiammatorio in maniera regolare, sono finite all'ospedale
Malgrado il regolamento vigente, evidenzia il rapporto, le aziende farmaceutiche continuano a fare i loro comodi anche con i medici di famiglia. Eppure, continuano a stupire i 60 miliardi di dollari spesi in marketing dalle venti case farmaceutiche prese in considerazione, il doppio di quanto non sia destinato alla ricerca.

Di quelle venti aziende, soltanto la Bristol-Myers Squibb fornisce infatti ai consumatori un dettagliato codice di comportamento di vendita. E ancora, la metà è stata implicata dal 2001 al 2005 in controversie legali per dubbie relazioni con i medici.
Basti l'esempio della britannica AstraZeneca, criticata per aver organizzato un evento per la promozione del Crestor con tanto di biglietto aereo e hotel pagati ai dottori e, dulcis in fundo, anche un biglietto per un musical incluso. 

A proposito, è importante segnalare anche il caso della GlaxoSmithKline. Attualmente, infatti, la casa è sotto esame dalle autorità tedesche ed italiane per la corruzione presunta di almeno 1.600 medici in Germania e più di 4.000 in Italia, per un totale di 228 milioni di euro di regali illegali collezionati dal 1999 al 2002. L 'azienda si è difesa affermando che, da allora, ha stabilito precisi codici di vendita e che il nuovo personale deve superare una prova sul codice morale professionale prima di poter esercitare la professione. Il rapporto però, precisa che nel 2004, ben 87 impiegati sono stati allontanati o hanno lasciato volontariamente l'azienda per la violazione dei codici e che, in altri 109 casi, le sanzioni sono invece state applicate.
"Una delle preoccupazioni più forti - ha concluso Richard Lloyd, direttore generale dell'Organizzazione mondiale del Consumatore - considera la promozione delle medicine ai medici che, spesso conduce a un uso irrazionale del farmaco" - 26 giugno 2006

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Importante: ….pur segnalando le gravi anomalie (anche criminali) della Sanita’ Mondiale gestita dalle Lobbies  farmaceutiche e dei loro “agenti-rappresentanti” inseriti a tutti i livelli, Politici e Sanitari nel Mondo intero, vogliamo anche ricordare e spendere per Giustizia delle parole per gratificare e ringraziare quei centinaia di migliaia di medici (quelli in buona fede) che, malgrado le interferenze degli interessi di quelle Lobbies, incessantemente si prodigano ogni giorno aiutare i malati che a loro si rivolgono e che con i progressi delle apparecchiature tecnologiche per la diagnostica e delle tecniche interventive, stanno facendo notevoli progressi e raggiungono per essi risultati ed effetti benefici, che fino a qualche anno fa erano impensabili.
Vediamo ogni giorno progressi in tal senso, ma la terapeutica indicata dalla direzione della Sanita’ ufficiale Mondiale = OMS (che e' legata alle linee guida di dette Lobbies), non segue, salvo rari casi, quella curva progressiva di benessere per i malati.

Se questi bravi medici che operano giornalmente sul campo, conoscessero anche la Medicina Naturale, potrebbero migliorare e di molto le loro tecniche terapeutiche, con grande beneficio per tutti i malati.

HOME

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.