Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


SANITA'  e MEDICINA ALLOPATICA UFFICIALE e resa IMPERANTE
(alla fine della pagina: INDICE delle Pagine che ne parlano)

La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi
 dell’intero sistema medico americano
  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario,
 i Rockefeller amavano chiamarla filantropia efficiente”, e' qui in questa pagina,  ben descritto.

NUOVA MEDICINA: HUMAN DEVELOPMENT INTERPRISE (PDF in Italiano, del dott.Verzella F.)
Conflitti di Interesse in Medicina + Medio Evo della medicina ufficiale
La MEDICINA UFFICIALE NON e' una SCIENZA !
 I postulati di Koch
CONFLITTI D’INTERESSI nella RICERCA BIOMEDICA e nella PRATICA CLINICA  
Approvato nella Seduta Plenaria dell’8 Giugno 2006 - Italy
Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE per la BIOETICA:
vedi PDF tratto da: http://www.governo.it/bioetica/testi/Conflitti_interessi.pdf
vedi: Ricerca nelle mani di Big Pharma + Riviste scientifico-mediche pilotate da Big Pharma

Tutti i mali della medicina ufficiale descritti da un medico

Da settembre 2013, in tutta l’UE (Unione Europea), sul foglietto illustrativo (bugiardino) di determinati medicinali
farà la sua apparizione un triangolo capovolto.
Un contrassegno che segnala a pazienti ed operatori sanitari quei farmaci per i quali i consumatori
sono caldamente invitati a segnalare agli operatori nazionali, eventuali effetti collaterali inattesi.
In gergo tecnico, le medicine sottoposte a monitoraggio addizionale.
Si tratta di tutte le confezioni autorizzate dopo il 1° gennaio 2011 che contengono una nuova sostanza attiva; vaccini o prodotti derivati dal plasma di origine biologica; i medicamenti per i quali sono necessarie determinate informazioni supplementari nella fase successiva alla messa in commercio, o la cui autorizzazione è subordinata al rispetto di determinate condizioni o restrizioni per un impiego sicuro ed efficace.- vedi: PDF del comunicato stampa Commissione Europea

MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
Storia dei Vaccini - 1 + Storia dei Vaccini - 2

"La medicina,in questo secolo, ha fatto enormi progressi. Pensate a quante nuove malattie ha saputo inventare".
(By Enzo Jannacci - Medico)

"L'industria farmaceutica è grande e potente come l'industria delle armi. Con la differenza che la guerra finisce.
La malattia, no, finché c'è qualcuno che la tiene in vita" (By Hans Ruesch)  ....magari con i Vaccini

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
By  Dott. Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

 

I VERI PADRONI della SANITA' nel MONDO
La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi dell’intero sistema medico americano  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario, i Rockefeller amavano chiamarla “filantropia efficiente”, e' qui ben descritto.
Purtroppo il medico che volesse domandarsi oggi da dove nascano tante di quelle “certezze” che gli vengono contestate .... da chi non si fida più della medicina ufficiale, dovrà risalire di quasi un secolo per trovarne l’origine. D’altronde, è lui stesso ad insegnare che il miglior rimedio contro una malattia non sia la semplice rimozione del sintomo, ma quella della causa stessa.

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? -
Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

vedi: Big Pharma +
 Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata + Sindacato Rockefeller = Dittatura sanitaria + NON VEDO, NON SENTO, NON DENUNCIO + Verita' taciute della medicina allopatica + Comparaggio farmaceutico
Le case farmaceutiche ingannano i medici e questi danneggiano i malati

2.000.000 di reazioni gravi ai farmaci ogni anno !

"Recentemente in Italia, con l’introduzione del D.L. n. 95/03 si è provveduto ad abolire l’obbligo (diventa spontanea) di segnalazione di tutte le A.D.R. con le correlative sanzioni, ma rimane tuttavia obbligatoria la segnalazione delle A.D.R. gravi o inattese, di tutte le A.D.R. che riguardino i vaccini e quelle per quei farmaci che vengano inseriti in speciali elenchi, periodicamente pubblicati dal Ministero della Salute, riguardanti essenzialmente farmaci immessi di recente in commercio."
Tratto da: http://www.altalex.com/index.php?idnot=10104

RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi
industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.
vedi:
Conflitti di interesse fra medici e Big Pharma

Visionate questo video, parla un'informatore farmaceutico, sul Business dei Farmaci e Vaccini
http://ildocumento.it/farmaci/il-business-farmaceutico-current.html
 

Video da visionare per comprendere il meccanismo del FURTO dei nostri beni da parte di questi CRIMINALI a livello mondiale !

 

La Medicina Allopatica (allopatia, la medicina del contrasto) e' un tipo di medicina che identifica la malattia nei sintomi (*) della malattia stessa; di conseguenza, essa somministra all'organismo dei farmaci, purtroppo di sintesi, detti sintomatici, che cercano di eliminare i sintomi dall'organismo (da qui il nome, derivato dal greco allos = diverso / pathos = malattia).
La somministrazione di questi farmaci da parte dei medici che seguono questa "dottrina", porta alle volte, non sempre, all'eliminazione dei sintomi, oltre a non eliminare le cause delle malattie, ma molte volte essa genera le cosiddette malattie iatrogene (per diagnosi errate e/o per l'utilizzo di farmaci di sintesi), e/o crea nel malato altre malattie da farmaco e/o vaccini.
I sintomi stessi, e' naturale, rappresentano comunque, oltre rappresentare "qualcosa" che non funziona secondo i canoni della perfetta salute, il tentativo, da parte dell'organismo, di reagire alla malattia per poterla eradicare, quindi l'eliminazione dei sintomi NON elimina le Vere cause della malattia in quanto tale, infatti e spesso non si ottiene una reale guarigione, ma solo la scomparsa dei sintomi indicatori delle malfunzioni cellulari (intossicazione, stress ossidativo), tissutali, organiche e sistemiche: Sistema gastrointestinale - Sistema endocrino  - Sistema immunitario  - Sistema linfatico  - Sistema muscolare  - Sistema nervoso  -
Sistema scheletrico
e quello dei vari apparati del corpo:
Apparato circolatorio - Apparato respiratorio - Apparato locomotore - Apparato lacrimale - Apparato uro-genitale - Apparato urinario - Apparato genitale - Apparato genitale femminile - Apparato genitale maschile  - Apparato tegumentario  - Apparato visivo  - Apparato uditivo  - Apparato vestibolare

(*)
Il termine sintomo deriva dal greco σύμπτωμα: "evenienza", "circostanza"; a sua volta derivato da συμπιπτω: "cadere con, cadere assieme").
Infatti il sintomo non è mai una entità fenomenica unica, ma l'effetto finale, non standardizzato, di un convergere di molteplici azioni e reazioni. Indica un'alterazione della normale sensazione di sé e del proprio corpo in relazione ad uno stato patologico, riferito dal paziente. Si differenzia dal segno che è invece un reperto obiettivo patologico riconosciuto dal medico all'esame del paziente stesso.

La maggior parte delle case farmaceutiche è stata fondata a meta-fine ottocento o primi del novecento. Inizialmente le nazioni trainanti in questo settore furono Svizzera, Germania ed Italia.
Nel novecento il concetto di scoperta scientifica si è fuso con quello di bene di consumo di massa, per cui la aziende farmaceutiche hanno imposto un nuovo modo di fare medicina pratica.
vedi anche:
Psichiatria e frodi

La medicina convenzionale (detta ufficiale) oggi piu' diffusa in occidente (e' una medicina imperante che tende ad imporsi dittatorialmente, in ogni nazione del mondo, perche' in mano ai Padroni del mondo sanitario...) e' di tipo allopatico e per ora non consente, negli ospedali Italiani ed Europei, la Liberta' di Cura in quanto i medici allopati IGNORANO TOTALMENTE tutte le tecniche sanitarie possibili della Medicina Naturale !

Lauree, Master ed "optional" oggi, non sono altro che prodotti commerciali e le università non sono altro che i moderni centri commerciali della cultura e i professori degli aridi commessi.
Ed è per questo che vale la pena di approfondire i propri studi nelle biblioteche ed attraverso internet.
Il tutto gratis e senza la mediazione di professoroni privi di carisma che si avvitano su se stessi (materie letterarie, filosofiche, mediche, ecc.) o alla meglio sono frutto della corruzione economica (es.: economia e commercio) o peggio ancora del foraggio delle case farmaceutiche (medicina e psichiatria).
Generano masse di "laureati" lobomotizzati per l'indotrinamento accademico, ed il più delle volte non sanno neanche cosa vuol dire passare giornate insieme a Kant, Platone, Cartesio, Pascal e/o a verificare cio' che hanno "imparato" all'Universita'....
Le critiche principali mosse all'istituzione universitaria, riguardano l'obsolescenza di corsi e programmi, la pigrizia agli aggiornamenti ed in certi casi la corruzione del corpo insegnante, e la scarsa motivazione scientifica degli studenti, che si iscrivono solo per ottenere il “titolo” necessario ad accedere alle professioni.

Mercato salute: PDF che segnala, dal punto di vista della medicina ufficiale, i vari ed inutili test, se non addirittura pericolosi, come ad esempio le mammografie, dette falsamente "preventive", perche' non prevengono nulla...anzi...!

video con un  esempio:
La MARIJUANA CURA il CANCRO - Scopriamo perché è illegale

 

TEST INUTILI e COSTOSI
E' la conclusione cui è giunto il prestigioso istituto scientifico Cochrane (Nordic Cochrane Center Copenhagen - Danimarca).
Gli autori hanno controllato 14 studi randomizzati pubblicati tra il 1963 e il 1999 che riguardavano l'effetto dei check-up medici annuali sulla morbilità e mortalità.
Un genere di check-up spesso proposti dalle aziende ai propri dipendenti o dai centri diagnostici privati. Gli autori hanno preso in considerazione solo i check-up effettuati per il solo scopo preventivo e non quelli necessari per controllare l'andamento di una malattia cronica. In sintesi, la conclusione è che questi check-up non riducono per niente la mortalità e sono solo un gran business per chi li propone!
Negli USA i cittadini spendono 322 milioni di dollari ogni anno per questo genere di screening, anche se gli autori dello studio sospettano cifre assai maggiori:
In Italia dove questa moda ha preso piede negli ultimi anni quanto si spende ?
Il terrore delle morte e della malattia che attanaglia l'uomo come non mai nella storia dell'umanità è la causa di questo abuso di esami medici. Poi, chiaro c'è chi lo sfrutta. Tutti questi soldi potrebbero essere meglio spesi nel mantenerla la salute e non nel cercare ossessivamente le malattie.
Sanare l'ambiente in cui viviamo, curare l'alimentazione, condurre una vita salubre, coltivare interessi più elevati rispetto a quelli materiali, che ormai occupano tutte le preoccupazioni dell'uomo postmoderno, sono aspetti decisamente più vantaggiosi per la salute che sottoporsi ad inutili e costosi esami diagnostici a ripetizione.

Bibliografia
- Allan V et al. General Health Checks in Adults for Reducing Morbidity and Mortality From Disease JAMA Intern Med. 2013;():1-2.

Video su: Confronto fra Medicina Alternativa e medicina ufficiale +
Riforma Sanitaria secondo la MedNat + Evidenze cliniche e Certificazione di qualita' per il medico + Semeiotica biofisica

 

Questo video e' estratto da una conferenza tenuta da Bruce Lipton. In questo filmato si mette in discussione la medicina moderna e la sua incapacita' di comprendere il complesso funzionamento del corpo umano. Corpo, spirito e mente per giungere alla salute perfetta e all'integrazione con l'Uno.
Video : http://video.google.com/videoplay?docid=8984100529565061308&hl=it


La medicina, quella ufficiale, non è verità assoluta, ma e’ una teoria in continua ricerca della realta’
, salvo quando essa non sia immobilizzata dagli interessi commerciali delle multinazionali dei vaccini e farmaci.
Nei decenni numerosi farmaci e vaccini sono stati introdotti e ritirati a seguito delle avversioni riscontrate. A volte la dimostrazione della loro dannosità è avvenuta dopo anni di lotte e di preconcetti istituzionali.
Ci sono certezze sui vaccini infantili che meritano, qualunque sia il pensiero d'ognuno, un'attenta ed approfondita valutazione.
Se i casi di gravi reazioni ai vaccini sono presenti in Italia come in tutto il mondo, perché le aziende che li producono non avvisano dei possibili rischi attraverso i foglietti illustrativi (bugiardini) o informando opportunamente i pediatri ?
Se sono necessari, perché sono obbligatori solo in Italia e non ovunque nel mondo ?
Come mai il vecchio Ministro della Sanità De Lorenzo è stato condannato per una tangente di € 300.000, per l'istituzione dell'obbligatorietà del vaccino per l'epatite B, ma dopo la sua condanna l'obbligo è rimasto ?
Perchè un'azienda farmaceutica paga una tangente al ministero della Sanità per far istituire un vaccino, che a tutt'oggi, le istituzioni ci dicono che serva davvero ?
Perché le aziende ASL mettono pressioni con numerosi solleciti ai genitori, affinchè si eseguano le vaccinazioni, non informando che non sono più obbligatorie in certe regioni italiane ?
Perchè le istituzioni, per affermare la loro politica sulle vaccinazioni, hanno mostrato grafici e statistiche che si sono dimostrate palesemente manomesse ?
Perchè le aziende farmaceutiche hanno declinato ogni responsabilità penale sui vaccini ?
E potremmo continuare ancora, con i perche’…- vedi: I medici sono una minaccia

Video sul Confronto fra medicina allopatica e Medicina Naturale

 

Parlando a una conferenza Des Spence, medico di famiglia a Glasgow e fondatore dei Nofreelunch UK, si è chiesto come mai nonostante la ricca scelta di evidenze reperibili nel sito guida QOF (Quality and Outcomes Framework) non ci siano grandi risultati sugli outcomes (esiti) primari raggiunti.  C'è qualcosa di sbagliato nella medicina basata sulle evidenze (Evidence Based Medicine, EBM) ?   Esistono ancora incertezze o perplessità circa la sua completa e fattiva applicazione nella pratica clinica ?
Des Spence ha molti dubbi sulla validità e sulla benefica ricaduta sui suoi pazienti che questo nuovo approccio alla medicina va promettendo e, in un articolo sul British Medical Journal (BMJ) elenca una serie di 'debolezze' che il sistema della EBM secondo lui nasconde di proposito.
Leggi l'extract dell'articolo sul BMJ :
www.bmj.com/content/341/bmj.c6368.extract?sid=592c6574-466b-4d8c-a665-81ef996a782c

 

Malattie e  MORTE da farmaci e VACCINI (4° causa di morte negli USA) - vedi: i GRAVI DANNI dei VACCINI
http://www.fda.gov/Drugs/DevelopmentApprovalProcess/DevelopmentResources/DrugInteractionsLabeling/ucm110632.htm
http://jama.ama-assn.org/content/279/15/1200.full.pdf 
http://www.nejm.org/doi/pdf/10.1056/NEJM199102073240605
vedi: Contenuto dei vaccini + Metalli tossici e nanoparticelle nei vaccini

 

vedi: Ecco la descrizione di cio' che e' l'attuale medicina allopatica medievale (dott. S. Stagnaro)

Medicina: La Linea di Demarcazione ignorata dai PROFESSORI dell'attuale medicina da medio evo. Ed i giornalisti continuano a chiamarli "GURU"..!
NdR:
Guru è un termine sanscrito (गुरू, gurū) che presso la religione induista ha il significato di maestro o precettore spirituale ).
By dott. Sergio Stagnaro - 03/01/2011
Nel 2030 i diabetici nel mondo saranno circa 366 milioni (WHO). La CAD e il Cancro sono OGGI Epidemie in continuo aumento, per generale ammissione delle competenti Autorità Sanitarie.
Cifre che sconvolgono le coscienze e dovrebbero far riflettere coloro che hanno il gravoso compito di provvedere alla salute della gente, costringendoli a programmare finalmente una efficace lotta contro queste patologie.
Purtroppo, assistiamo al desolante spettacolo di una ripetizione dei vecchi errori: alla Prevenzione Primaria è preferita la "redditizia" TERAPIA, che non cura nessuna di queste condizioni patologiche: non esiste un diabetico  ben curato, figuriamoci poi un diabetico "guarito".
In realtà, la presente Medicina medievale, serva dell'economia, si è dedicata all'inutile SCREENING -  LINK -, incapace com'è di permettere l'esecuzione della Prevenzione Primaria, su larga scala, del DM, CAD e  Cancro, solido e liquido.

Ecco il motivo: conditio sine qua non, della prevenzione primaria in Medicina è la capacità del medico di tracciare col FONENDOSCOPIO, quindi su vastissima scala, auspicabilmente a partire dalla nascita del singolo, una Linea di Demarcazione che separa la popolazione nettamente in due parti. L'una, contenente i soggetti non colpiti dalla predisposizione alla patologia e l'altra che comprende gli individui che "possono" essere colpiti da quella malattia, in condizioni ambientali opportune, perché portatori della predisposizione. 
La Linea di Demarcazione è rappresentata dalla relativa Costituzione Semeiotica Biofisica Quantistica, caratterizzata dal "rimodellamento microcircolatorio" nel sistema biologico "a reale rischio congenito" di diventare sede della patologia.

Ed arriviamo al punto cruciale: il "rimodellamento microcircolatorio", è caratterizzato dai Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) oncologici e b) aspecifici, localizzati nelle First Blocking Stations, cioè le piccole arterie, secondo Hammersen, riconosciuti bedside con un fonendoscopio a partire dalla nascita dei singoli individui!
Mi sento autorizzato ad affermare che il SILENZIO dei GURU, della Diabetologia, FARMACOLOGIA, Oncologia di fronte alle mie domande, poste loro inutilmente ma anche insistentemente da dieci anni, risiede (SIC !) nella loro totale incapacità di comprendere questi sviluppi della Medicina, che rappresentano - al MOMENTO - l'unico strumento per combattere DM, CAD e Cancro: V. Sito della Società Internazionale di Semeiotica Biofisica Quantistica:  LINK

Mentre le Autorità Sanitarie e i Magistrati sono estranei a questi problemi, i giornalisti, fedeli al loro compito principale, continuano a definire i PROFESSORI col termine  di GURU, termine in verità contradditorio, se pensiamo che i PROFESSORI-GURU considerano la Medicina Orientale un effimero placebo !
Tratto da:
http://club.quotidiano.net/medicina/medicina_la_linea_di_demarcazione_ignorata_dai_professori_e_i_giornalisti_continuano_a_chiamarli_guru

Lettera Aperta al Ministro della Salute - dott. Fazio - (By S. Stagnaro Ott. 2010)

Gli strani consigli della medicina "Allopatica"
I dentisti hanno sempre consigliato di lavarsi i denti dopo i pasti. Alcuni, pero', raccomandavano di andare cauti con lo spazzolino, altri di non usare il dentifricio, per non intaccare lo smalto. Ora finalmente qualcuno ha scoperto che bisogna evitare anche l’acqua, perché impedisce alla saliva la sua azione disinfettante, tanto, dopo alcune ore si mangiera' di nuovo, occorre pulirsi i denti alla sera prima di dormire.

Tutta la medicina - intesa come scienza, non come pratica – e' fatta così. Consiste nello smentire cio' che si e' affermato dieci anni prima. "Nous avons changé tout cela", mi disse una volta un medico francese. Alcuni dogmi, pero', resistono.
Da anni, ad esempio, in qualsiasi rubrica televisiva gli specialisti tendono un tranello: il fosforo nutre il cervello ?
Guai a chi rispondesse di si: e' fondamentale sapere e affermare che il fosforo non nutre il cervello. Poi si scopre che favorisce il passaggio degli impulsi da un neurone all’altro, e questa e' appunto la funzione del cervello: ma l’importante e' che non lo nutra.
I rimedi noti sono quasi tutti attribuiti “alla nonna”. E a chi altrimenti attribuire la difesa contro il raffreddore da parte di una castagna d’India tenuta in tasca ? E’ vero che, se uno ci prova, scopre che serve, ma la scienza e' salva: si tratta di un placebo.
Tratto da i Cattivi Pensieri – By Vittorio Mathieu

vedi: Verita' Taciute dalla Medicina ufficiale + Corruzione della scienza medica + Business farmaci Vaccini

vedi anche: Conflitto di interesse + Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF - 2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1 + CDC - 2  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA
 vedi anche:
ISS + Ministero della salute + EMA  + CNR e Corruzione + Consenso Informato


Commento NdR:
Oggi sono ben noti i misfatti dell’industria farmaceutica, e sono solo  la punta dell’iceberg, ma nell’articolo non vengono tenuti in nessuna considerazione i GRAVISSIMI MISFATTI  degli enti governativi  Italiani ed esteri, a “Tutela della Salute”;  dove sono stati, e dove sono ancora oggi questi enti che dovrebbero controllare con i loro laboratori, i farmaci ed anche i vaccini…..forse al bar a prendersi un caffe’….? ..e chiudendo tutti  i due occhi su queste azioni Criminali, cio’ significa che sono collusi con i produttori di farmaci e vaccini, ma significa anche che le case farmaceutiche hanno corrotto e/o immesso nei posti di potere di questi enti, i “loro” uomini affinche’ nascondessero e chiudessero i due occhi su questi CRIMINI contro l’Umanita’ …altro che HITLER….quello ERA un BRAVO RAGAZZO in
CONFRONTO a QUESTI CRIMINALI di OGGI !

Costituzione Italiana: Art. 28
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Commento
NdR: questo articolo come altri della Costituzione Italiana sono da sempre trasgrediti e disattesi proprio da coloro che lo rappresentano, specie nella Sanita', Finanza, tutela, commercio, agricoltura, ecc.
Per cui invitiamo i cittadini di questi stati trasgressori, compresi i loro rappresentanti e dirigenti, a DENUNCIARE all'autorita' giudiziaria tutti questi farabutti che trasgrediscono la Costituzione; verra' il momento, il tempo comunque nel quale il Popolo Sovrano, si sollevera' ed arrestera' tutti questi "soggetti" che compiono questi misfatti, sulla pelle del Popolo reso suddito... !

 

C'è una grossa parte della nostra medicina (allopatica) che è arroccata su posizioni intransigenti e pregiudiziali nei riguardi delle medicine non-convenzionali (MNC).
Uno dei mantra che viene sempre ripetuto è che la "vera" medicina è quella cosiddetta scientifica, quella provata, e che è da irresponsabili utilizzare e praticare tutte le altre, che non sono state validate con i rigorosi metodi della ricerca moderna.
Le MNC sarebbero non solo inutili, ma anche pericolose.
Tra i detrattori delle medicine non convenzionali in Italia, è al Prof. Garattini (Istituto Negri, Milano) che spetta indubbiamente il titolo di PONTIFEX MAXIMUS.
Molti si affidano alla medicina allopatica in modo assolutamente acritico convinti che tutto quello che viene proposto dalla medicina ufficiale (definita, da alcuni, erroneamente "tradizionale") sia efficace e sperimentato. Purtroppo, pur riconoscendo gli enormi progressi e meriti della moderna medicina, le cose non stanno affatto in questo modo, come la cosiddetta medicina della evidenza, con cui molti detrattori delle medicine non-convenzionali si riempiono la bocca, sia di fatto largamente condizionata dai dollari delle multinazionali. Più recentemente, l'autorevole rivista medica British Medical Journal ha pubblicato una studio che ha preso in esame 2.500 moderni metodi di cura per valutarne efficacia ed evidenza scientifica. I risultati sono stati i seguenti:
- il 13% è efficace
- il 23% sembra efficace
- l' 8% sembra efficace quanto pericoloso
- il 6% non sembra efficace
- il 4% sembra pericoloso e inefficace.

Rimane un 45% la cui efficacia risulta assolutamente sconosciuta. In altre parole, quando ci rivolgiamo alla medicina ufficiale abbiamo solo il 36% di possibilità di ricevere un trattamento che è stato scientificamente dimostrato nella sua efficacia o sicurezza. Cifra simile a quella che il Dr Brian Berman ha trovato per le medicine non convenzionali, analizzando gli studi scientifici accreditati presso la Cochrane Reviews:
Il 38% dei trattamenti "alternativi" erano positivi, cioè efficaci, e il 62% non mostrava effetti evidenti. A ben vedere, stando a questa meta-analisi, i trattamenti non convenzionali risulterebbero addirittura un po' più efficaci di quelli allopatici !
Bibliografia:
www.huffingtonpost.com/dr-larry-dossey/the-mythology-of-science_b_412475.html

 

Nell'ambito del dibattito sulla medicina ufficiale e sui vaccini, riportiamo alcune considerazioni del dott. Filippo Ongaro, dottore e ricercatore conosciuto e stimato a livello internazionale, che ha pubblicato importantissime ricerche sul sistema immunitario.
Il dottor Ongaro ha vissuto per molti anni all'estero, dove ha lavorato come medico degli astronauti presso l'agenzia spaziale europea (ESA). Si è occupato per anni dell'invecchiamento accelerato negli astronauti, sviluppando metodi di intervento per rallentarlo adottati sia dall'ESA che dalla NASA, dove ha lavorato a lungo presso il Johnson Space Center di Houston.
E' stato anche "Flight Surgeon" (medico d'equipaggio) presso il Gagarin Cosmonaut Training Center in Russia, dove tra il 2001 e il 2002 ha seguito con tale incarico il Colonnello Roberto Vittori, il primo italiano a volare con la navicella russa Soyuz.
Negli Stati Uniti ha perfezionato i suoi studi in Medicina Funzionale, Medicina Rigenerativa e Anti-Invecchiamento, ottenendo il diploma dell'American Board of Anti-Aging & Regenerative Medicine (ABAARM)
Il dott. Ongaro è oggi Direttore Scientifico dell'Istituto di Medicina Rigenerativa e Anti-Aging (ISMERIAN). ...
... E' membro dell'Institute for Functional Medicine, dell'American Academy of Anti-Aging Medicine, dell'International Hormone Society e dell'American Association of Clinical Endocrinologists.
Nel Campo della ricerca il dott. Ongaro collabora con enti nazionali ed esteri, tra cui l'Istituto di Fisiologia Clinica del CNR e L'Institute for Biomedical Problems di Mosca.
Il dott. Ongaro è anche coinvolto in MARS500, il primo progetto internazionale di ricerca focalizzato sulla preparazione del volo spaziale umano su Marte, esperimento che si svolge a Mosca tra il 2009 e il 2010.
Filippo Ongaro, nel suo libro: "Le 10 chiavi della salute" (Salus 2008), racconta che iniziò ad elaborare le prime idee su come utilizzare la medicina spaziale in ambito terrestre grazie ad un progetto chiamato "Spazio per la salute", nel quale ebbe modo di confrontarsi con i medici russi e di comprendere il loro approccio medico-biologico, molto diverso da quello occidentale.
Ongaro passò molto tempo a decifrare vecchi studi ottenuti dagli ormai ultraottantenni autori russi, per comprendere il loro modo di lavorare che, nonostante la povertà dei mezzi, gli parve estremamente evoluto.
In seguito, la lunga permanenza in America gli permise di rielaborare queste esperienze alla luce dei sofisticatissimi mezzi di cui disponeva.
Nello spazio, dice Ongaro, il corpo umano invecchia a velocità drammatica. Un astronauta, in una missione di 6 mesi, perde la stessa quantità di materiale osseo che si perde sulla terra nei 10 anni che vanno dai 50 ai 60 anni di età.
Nonostante questo, le competenze e le tecnologie sviluppate dai medici spaziali, come lo stesso Ongaro, permettono agli astronauti di permanere nello spazio per periodi molto lunghi, e fare ritorno a casa sani e salvi.
Ad un certo punto Ongaro iniziò a pensare di applicare queste conoscenze a tutti gli esseri umani, e non solo al ristretto gruppo di astronauti per cui lavorava. Questo naturalmente comportava delle pesanti implicazioni di tipo etico, in una scienza che si preponga di sconfiggere l'invecchiamento (vedi: anche Acidosi), rispetto alle quali Ongaro presenta una serie di dati e considerazioni molto interessanti:
Secondo Ongaro gli argomenti demografici, da parte di coloro che dicono "finiremo per sovrappopolare il pianeta", appaiono largamente ingiustificati. Considerando che 2.1 - 2.3 figli per coppia è il numero minimo necessario per mantenere la popolazione stabile, il pianeta rischia una riduzione drastica della popolazione a partire dal 2050.
A livello globale, il numero di bambini nati per donna è diminuito da 5.02 nel 1950 a 2.65 nel 2005.
In Europa, da 2.66 a 1.41.
Negli USA, da 3.47 a 1.99. In Oceania da 3.87 a 2.30. In America Centrale da 6.38 a 2.66. In Sud America da 5.75 a 2.51 In Asia da 5.85 a 2.43.
In Medio Oriente e Nord Africa, da 6.99 a 3.37. In Africa Sub Sahariana, da 6.7 a 5.53. Nel 2050 si prevede che la media mondiale per donna sia di 2.05 e che solo Medio Oriente e Africa avranno valori superiori a 2.

Anche la mancanza di cibo è un argomento debole di chi è contro interventi di prevenzione e cura dell'invecchiamento. Infatti la crescita della produzione di cibo è stata costantemente superiore alla crescita demografica, il che dimostra come la fame nel mondo sia un problema di errata distribuzione, e non di mancanza di cibo.
Se non sarà per ragioni etiche e scientifiche, sostiene Ongaro, la rivoluzione portata dalla medicina anti-invecchiamento attecchirà per ragioni economiche.
Negli Usa infatti il numero di persone affette da Alzheimer aumenterà dai 4 milioni di oggi a 16 milioni nel 2050. Globalmente i malati di Alzheimer saranno nel 2050 pari a 45 milioni e 3 malati su 4 saranno cittadini di un Paese Sviluppato.
Negli USA il costo attuale di questa malattia è di 80-100 miliardi di dollari, ma nel 2050 questa cifra supererà i mille miliardi di dollari, e stiamo parlando di una sola malattia.
Prolungare e migliorare la qualità della vita - secondo Ongaro - significa diminuire drasticamente i costi sociali e mantenere le persone attive fino a età più avanzate, mentre lasciare le cose come stanno vuol dire avere milioni di anziani allettati, non autosufficienti, tenuti in vita da mille terapie, sofferenti e tristi, senza alcuna aspettativa e nulla da godere della vita.

Tutti noi, medici e pazienti dobbiamo responsabilizzarci e rimboccarci le maniche - dice Ongaro - Si continuerà a morire lo stesso, ma si morirà in fretta come nei tempi antichi, per cause naturali e non dopo anni di sofferenza e mancanza di autonomia. Si morirà dignitosamente dopo 100, 120 o magari 150 anni passati in ottima salute.
L'integrazione di ricerche epidemiologiche su larga scala con le scoperte in ambito genomico sta dando vita ad una nuova forma di medicina, una medicina assolutamente personalizzata che non punta semplicemente alla cura ma alla rigenerazione dell'organismo.

A questo punto del discorso citiamo direttamente il dott. Ongaro, perché entrano in causa anche i vaccini:
“Sempre più frequentemente leggiamo di nuovi farmaci miracolosi, dei mirabolanti progressi della Medicina, di nuove tecnologie dal prezzo che fa rabbrividire ma che, così ci dicono, cambieranno per sempre il modo di fare diagnosi.
Eppure qualcosa non quadra.
Nonostante i grandi progressi di cui si vanta la scienza medica, la gente si ammala sempre di più e i costi dei servizi sanitari sono cresciuti costantemente fino a raggiungere una media del 10% del prodotto interno lordo, spinti dai prezzi dei farmaci ed esami diagnostici sempre più cari e dalla tendenza dei medici a seguire passivamente protocolli di diagnosi e cura sviluppati a tavolino per interessi economici più che scientifici."
"Ma non è solo questo. Basta entrare in qualsiasi ospedale per vedere con i propri occhi come le persone continuino ad ammalarsi e a morire di malattie degenerative che possono essere prevenute e come la sofferenza del malato, il suo isolamento, e la sua emarginazione siano rimasti immobili rispetto all'evoluzione scientifica e tecnologica che ci circonda; evoluzione che da certamente più soddisfazione ad industrie e medici che ai malati..."
"...La correlazione tra progresso scientifico e qualità della vita, spesso tirata in ballo dalla stampa e dalla classe medica è purtroppo fragile se non del tutto infondata.
L'allungamento della vita media, per esempio, è solo marginalmente legato al progresso medico degli ultimi 100 anni.
Stiamo assistendo ad un vero e proprio collasso del modello medico corrente e dobbiamo urgentemente dare spazio a un nuovo modello che si concentri sull'uomo e non sulla malattia, in cui un medico torni ad ascoltare prima il malato e solo dopo la TAC o la risonanza. Un modello nel quale il medico trovi appagamento nel prendersi davvero cura della persona e non diventi né un tecnocrate né un distributore automatico di pillole..."
"...La pratica medica deve essere in grado di leggere con maggior critica e cautela ciò che emerge dagli studi clinici, oramai per ammissione degli stessi editori che li pubblicano, quasi completamente finanziati dalle industrie farmaceutiche..."
"...Ridurre ogni intervento medico ad un approccio farmacologico con l'alibi di una maggiore scientificità è in realtà una limitazione enorme all'introduzione di nuova scienza nella pratica clinica. In questo modo i medici hanno adottato una visione sempre più ristretta di salute e una iperspecializzazione quasi ossessiva che li ha trasformati da protettori del benessere in tecnici d'organo, ancora fedeli ad un modello ottocentesco scientificamente superato da decenni, che vede il corpo come una macchina o un motore, composto di singole parti ciascuna con un compito ben specifico."
"Nelle antiche città elleniche, il singolo e più importante precetto era: "Prenditi cura di te stesso" e solo più tardi questo precetto si trasformò nel più noto: "Conosci te stesso"..."
"Platone suggerisce che la cura del sé vuol dire diventare il medico di se stesso. La cura del sé era definita da due tipi di pratiche: melete che comprendeva esercizi mentali e meditazione e Gymnasia che coinvolgeva il fisico..."
"L'unità mente corpo è dunque tanto alla radice della nostra cultura occidentale quanto di quella orientale ma secondo Focault, la nascita e l'affermarsi di una classe medica ridimensionò l'importanza delle "Tecnologie del sè" Ma secondo lo stesso Focault ci sono altre ragioni per cui la medicina di oggi è diventata quella che è; nella cristianizzazione del mediterraneo e durante l'evoluzione della cultura occidentale assistiamo a un progressivo trasferimento della verità dal sé al mondo esterno, dal dovere di prendersi cura di se stessi all'ascoltare attentamente i maestri in un costante sforzo di rinuncia."
"E' qui che si apre la frattura con l'Oriente dove la ricerca personale e individuale del controllo su se stessi continua ad essere il perno della fede e dove non si è creato un confine invalicabile tra mente e corpo."
"Il passare da una cura del sé personale e attiva ad un più passivo seguire regole esterne pone dei rischi enormi nel momento in cui i sistemi che governano le regole sociali collassano e si disintegrano e gli interessi economici prevalgono sull'etica..."
"...L'individuo è pericolosamente sotto il controllo altrui, privato di punti di riferimento credibili. E andando a scavare un po' a fondo, si scopre che le fondamenta stesse di questa medicina sono corrose e vacillanti."
"Le statistiche vengono menomate di dati importanti, costruite a tavolino per sottolineare ciò che si vuole venga messo in risalto e per far sparire ciò che disturba.
Perfino i grandi progressi della medicina, costantemente citati come testimonianza inequivocabile del suo successo, sono molto meno eclatanti di quello che ci viene detto e legati più al miglioramento delle condizioni igieniche che alle cure mediche."
"La diminuzione della tubercolosi, per esempio, cominciò molto prima dell'identificazione del bacillo di Koch, quella della polmonite molto prima dell'introduzione degli antibiotici e quella della gastroenterite semplicemente grazie a una nutrizione migliore e ad un più attento controllo dei cibi.
"Queste malattie non furono affatto sconfitte dalla medicina, ma da una migliore organizzazione sociale e igienica e dalla nascita di una catena alimentare controllata."
"Le vaccinazioni, quindi, sono un altro pilastro immaginario della medicina di oggi in cui la disinformazione è addirittura allarmante anche perchè a subirne le conseguenze sono bambini di pochi mesi. I vaccini che sono uno dei pochi farmaci per cui inspiegabilmente non viene richiesta dai governi una vera validazione clinica, non sono affatto responsabili della sparizione delle malattie infettive che erano per lo più in calo molto prima della loro introduzione."
"Se poteva esservi un senso nelle vaccinazioni in certi periodi storici e contesti sociali, oggi nella maggior parte dei casi nei Paesi sviluppati i rischi superano di molto i benefici. E i rischi non sono quasi nulli, come si ostinano a sostenere molti medici e le aziende sanitarie per cui essi lavorano.
I rischi e i danni da vaccini sono moltissimi e ben documentati nella maggior parte dei Paesi avanzati e sono correlati all'aumentare drammatico dell'incidenza di malattie croniche come diabete mellito, tiroiditi, autismo, allergie e asma oltre a danni gravi di tipo neurologico come la morte improvvisa in culla."

"L'atteggiamento di assoluto e generalizzato sostegno della classe medica nei confronti dei vaccini è la conseguenza di una colossale disinformazione sostenuta dalle Case Farmaceutiche con la complicità di governi ed enti di controllo, allo scopo di alimentare un business da centinaia di milioni di euro l'anno.
Un business che cresce sulla paura indotta nei genitori di queste piccole creature ignare, con un sistema immunitario immaturo a cui vengono iniettate 6-7 o più agenti infettivi insieme.
Che base scientifica potrà mai avere questa procedura
?
Manca non soltanto di dati a sostegno, ma sopratutto di buon senso. Come si può pensare che un sistema immunitario immaturo possa reagire positivamente a numerosi agenti patogeni in parallelo ?
Evenienza impossibile in natura e per la quale il sistema immunitario del bambino non è preparato."
"Allora prima di farvi convincere da un grafico che mostra la diminuita incidenza di una malattia infettiva a partire dall'introduzione del vaccino, fatevi mostrare la stessa curva, purchè comprenda i dati precedenti l'introduzione stessa. Non una curva su 30 anni per esempio ma su 100.
Allora vedrete che quelle curve sono menomate in quanto sono stati tolti i dati precedenti che mostrano come quella malattia infettiva (tutte in realtà) stava già scomparendo ben prima del vaccino."

"Del resto, come ho detto prima, basterebbe che i medici avessero la volontà di andare a cercare i dati direttamente nella letteratura originale. Perfino l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ammesso per esempio che il vaiolo non è affatto stato sconfitto dal vaccino.
Nel 1977 in una relazione ufficiale della Direzione Generale del Comitato Esecutivo dell'OMS relativa al programma di lotta contro il vaiolo si trovano le seguenti affermazioni: "Durante la lotta decennale per l'eliminazione del vaiolo è emerso che il vaiolo può diffondersi anche in una popolazione completamente vaccinata. Pertanto si è adottata un'altra strategia: le vaccinazioni di massa sono state sostituite da un monitoraggio e da un trattamento mirato della malattia". Poco dopo l'OMS definì la vaccinazione antivaiolosa un provvedimento non etico che può avere effetti negativi sulla persona vaccinata e su coloro che sono a stretto contatto con lei."

"Tutto ciò non significa che i vaccini siano sempre sbagliati o non funzionino ma solo che non sono affatto la soluzione miracolosa che ci hanno fatto credere, non sono affatto privi di rischi e i benefici vanno valutati caso per caso, con un approccio personalizzato che non viene assolutamente praticato.
Ma ancora oggi, in particolare in Italia, se un medico dichiara di fronte a colleghi le sue perplessità sulla pratica vaccinale e ancora di più sul calendario che prevede sempre più vaccinazioni e sempre più precoci, viene etichettato come uno che diffama la scienza."

"Del resto l'interesse dell'industria nei confronti dei vaccini è enorme per i ricavi che si possono facilmente ottenere.
Basti pensare che il costo a livello nazionale per i 12 vaccini pediatrici proposti  dalle nostre ASL, con relativi richiami è di oltre 700 milioni di euro. Ecco perchè si semina sempre più paura e si propongono sempre più vaccini ed ecco perchè, se sono 4 i vaccini obbligatori (anti-difterico, anti-tetanico, anti-epatitico B, antipoliomelitico) ai genitori viene oramai sempre proposta come minimo l'esavalente (i 4 più anti-emofilo e anti pertossico) che costa però per ciascuna fiala di più dei 6 vaccini che lo compongono comprati separatamente."
"La Merck qualche anno fa fu costretta a ritirare urgentemente dal mercato oltre un milione di vaccini contro la meningite contaminati...."
"...A parte le frodi scientifiche vere e proprie, che sono più frequenti di quanto si pensi, alcuni sondaggi recenti hanno mostrato che nel 50% circa degli studi ci sono dati rimaneggiati o falsificati, cioè si presentano solo i dati positivi di un certo farmaco, dimenticandosi di quelli negativi..."
"...La quasi totalità delle ricerche biomediche oggi è finanziata dalle industrie farmaceutiche che pagano anche gli abbonamenti dei medici alle riviste internazionali, controllando così indirettamente anche gli editori."
"Chi riceve i finanziamenti ha delle clausole contrattuali da rispettare che soddisfino come è ovvio le esigenze del finanziatore."
"Sempre più spesso accade che quegli autori che raccomandano specifici vaccini o farmaci risultino essere sul libro paga della ditta farmaceutica interessata."
Tutte le citazioni sono tratte da "Le 10 Chiavi della salute" del dott. Filippo Ongaro (Salus 2008).
vedi:
Guerra contro le donne

video del film "La crisi" (completo)

 

Avidità della medicina allopatica a discapito degli ammalati - parte 1 - 4 ottobre 2010
BASTA ! ! !
Ancora per quanto dobbiamo ascoltare alcuni medici che si appropriano volutamente di scoperte non loro; ancora per quanto dobbiamo sottostare alla baronia medica; ancora per quanto dobbiamo accettare senza poter replicare la loro prosopopea; ancora per quanto dobbiamo incrementare i loro benefit economici perchè devono forzatamente prescrivere un prodotto farmacologico a loro piacimento ?
La settimana scorsa, ascoltando un'emittente radiofonica molto conosciuta (a cui avevo anche inviato una mail di disappunto, senza ricevere risposta, chissà come mai ), stavano intervistando un medico di Parma (per la privacy inserisco solo le iniziali) L.B. che aveva fatto una scoperta "miracolosa", udite udite: hanno scoperto che la musica fa bene al cuore.
Premetto che nel campo Olistico, e ribadisco olistico e non estetico, per differenziare la tipologia di lavoro che si svolge, la musica viene utilizzata non da anni (come magari alcuni potrebbero dichiarare oppure pensare) ma da millenni.
L'Olistica (da olos-tutto) arriva dall'Oriente e utilizza tutto quello che la natura ci mette a disposizione. Tutto quello per cui le case farmaceutiche, i medici e quant'altro non avrebbero possibilità di lucro.
Tempo prima un altro medico intervistato su un'altra emittente radiofonica (anche questa molto seguita) aveva dichiarato di aver scoperto che i colori (in gergo olistico cromoterapia) stimolavano alcune zone della corteccia cerebrale, inviando segnali per sinapsi (collegamenti tra neuroni) e di conseguenza trasmettevano determinate emozioni al soggetto che li vedeva.
Anche la cromoterapia esiste da anni, sempre nel campo Olistico e si utilizza per potenziare il benessere psicofisico di una persona .
Non per niente in alcuni ospedali ora non utilizzano più la classica pitturazione bianca, ma vari colori tra cui molto spesso il celestino, che attraverso la vista porta un senso di tranquillità. Lo stesso dicasi, circa il potenziamento psicofisico, per chi fa uso della fitoterapia, l'oligoterapia, fiori di Bach, Shiatsu etc.

Un campo vastissimo dove con un niente si potrebbe intervenire per prevenire eventuali malattie di una persona, senza bisogno di svuotare le tasche degli utenti (per chi si può permettere di pagare, per gli altri lascio a voi il dubbio). Molti medici nell'arco di 10 anni e più dalla medicina allopatica sono passati all'utilizzo combinato con la medicina naturale (Olistica), ma per paura di venir sbattuti fuori dall'albo dei medici, restano nell'ombra.

Molti altri medici (disonesti) che hanno compreso l'importanza della medicina naturale cercano con tutte le forze e con l'appoggio di grandi aziende e di politici di non renderci regolari nel nostro lavoro, rifiutando l'approvazione di leggi che eviterebbero gli "apprendisti stregoni e ciarlatani di ogni genere" ed occultando volutamente gli effetti collaterali di alcuni farmaci , somministrando anche farmaci in fase sperimentale all'oscuro degli utenti che ne fanno uso.
Alcuni medici dimenticano (oppure fanno finta di non ricordare) che la base della maggior parte dei farmaci è di origine vegetale (piante e complessi fitoterapici).
Ma le case farmaceutiche, con la complicità di alcuni medici e di politici compiacenti, danno la possibilità di utilizzare farmaci di sintesi (chimici), e Vaccini, per intenderci farmaci con effetti collaterali nel tempo che, chi non è nel settore, non potrà mai attribuire al farmaco . Vedi (Tamiflu e il Relenza, Aulin, Nimesulide)

NOTA PERSONALE
Vi ricordate quando inserii questo articolo? sarà passato circa un'anno. Ora siamo arrivati alla frutta, siamo arrivati che dobbiamo decidere da che parte stare, la BIG PHARMA sta dichiarando ( cercando di far credere) che la decisione di "legalizzare" i prodotti fitoterapici e solo per il nostro benessere, cercando di "trattare" i prodotti fitoterapici per un utilizzo più sicuro.PIU' SICURO? Certamente possono imbrogliare chi non è del settore, vogliono tentare un'ennesima escalation, dopo aver privato (chi del settore) l'ayurveda, l'omeopatia, musicoterapia, cromoterapia, massoterapia.
A conti fatti manca alla LORO LISTA la kinesiologia, fitoterapia, iridologia, fiori di Bach....MA lo FANNO per il NOSTRO BENE !!!
SIAMO ARRIVATI alla FRUTTA
By Renato Ventura - Bioterapeuta

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

“…per la nascita di una Nuova Medicina: una Medicina realmente scientifica, personalizzata, a dimensione d’uomo, rispettosa dell’individuo, libera da giochi di potere e di interessi pubblici e privati ”.

Il nostro approccio farmacologico è eccessivamente limitativo
Ma la nostra Medicina odierna è solo sintomatica e soppressiva della sintomatologia espressa da un corpo malato e quindi non solo non sa colpire la causa prima della malattia umana, ma non sa neppure rispettare il primo imperativo medico di Ippocrate: “Primum non nocere”.
Infatti, tra le principali cause di morte odierne, al terzo posto troviamo addirittura l’Assistenza Sanitaria! Quasi 250.000 morti all’anno solo negli Stati Uniti nel 2000; ovviamente considerando solamente i casi di mortalità denunciati (2, 3).

Ma allora, la nostra Medicina Farmacologica Moderna guarisce o uccide, previene o fa ammalare?
Pensiamo solo alle vaccinazioni pediatriche obbligatorie: quanti bambini si ammalano anche molto gravemente a causa di esse? Ci dicono che le vaccinazioni sono servite e servono ad evitare tante patologie un tempo molto pericolose. Ma è proprio vero?
In letteratura ci sono molte dimostrazioni scientifiche (4) che:
- le malattie infettive pediatriche hanno iniziato a calare prima dell’uso estensivo delle vaccinazioni e cioè grazie alle migliorate condizioni igieniche della popolazione;
- i vaccini attuali, troppo numerosi ed eseguiti troppo precocemente, causano molte patologie non facilmente curabile e spesso molto invalidanti;
- i vaccini attuali squilibrano fortemente il sistema immunitario infantile slatentizzando la patologia a cui il singolo bambino è predisposto (possono quindi causare qualsiasi patologia);
- le malattie pediatriche sono necessarie per rinforzare il sistema immunitario;
- le vaccinazioni pediatriche attuali sono giustificate solo da colossali interessi economici;
- un qualsiasi trattamento farmacologico (i vaccini sono farmaci) deve essere personalizzato sia come tipo che come modalità di somministrazione e non possono essere eseguiti trattamenti medici indiscriminati e generalizzati a tutta la popolazione, perché è palese che in questo modo si possono forse ottenere alcuni benefici, ma sicuramente si causano pure molti danni.

In ogni caso, il trattamento farmacologico è sempre gravato da effetti collaterali e indesiderati, mentre la malattia che il farmaco sopprime è già espressione delle capacità curativa del nostro organismo. Pertanto, se vogliamo veramente aiutare l’organismo a guarire (intervento sicuramente obbligatorio nelle patologie acute gravi e in tutte le patologie croniche) dobbiamo agire in sintonia con lui e non bloccando le sue reazioni biologiche.

L’obiettivo di un vero terapeuta non deve essere solo l’abolizione dei sintomi, ma la guarigione profonda dello squilibrio presente nel malato. L’intervento farmacologico sintomatico-palliativo è giustificato solo negli stati terminali irrecuperabili o in emergenze mediche o in particolari condizioni irreversibili (ma le patologie veramente irreversibili e non quelle definite “irreversibili” solo dall’approccio farmacologico).

Non possiamo continuare a considerare il nostro corpo come ignorante e bisognoso dell’aiuto illuminante del medico moderno, perché il più delle volte il medico di base come lo specialista, il medico dell’ospedale di periferia come il famoso professore universitario non fanno altro che sopprimere il linguaggio della nostra persona, senza considerare che l’uomo, ogni uomo, non è solo un insieme di cellule organizzate, ma è un meraviglioso, unico e irripetibile insieme di corpo, psiche e spirito.

Lo ‘stato di salute’, come scriveva Hahnemann due secoli fa, è quella situazione straordinariamente armoniosa in cui tutte e tre le componenti dell’uomo (corpo, psiche e spirito) si trovano in stretta armonia di azione e di espressione nel rispetto vicendevole, in cui ognuna collabora attivamente al benessere delle altre.

Da ciò consegue che lo ‘stato di malattia’ è invece quello stato in cui si rompe questa armonia a causa di uno squilibrio che ha interessato principalmente una o più parti della persona.

Da queste definizioni si può dedurre che il medico non potrà mai dire di lavorare per la salute dell’uomo se non si prefigge il compito di riportare all’equilibrio tutte le tre componenti della persona, servendosi anche dell’eventuale collaborazione di altri Terapeuti specializzati in qualche settore specifico.

Ne consegue che … non si può parlare di salute se solo una parte della persona, per esempio il corpo, è in apparente benessere. Infatti, data la non divisibilità dell’individuo, non ci può essere salute se una parte soffre o non è in equilibrio con l’insieme.
Inoltre, non è in salute colui che pensa di star bene perché si sente genericamente bene, ma solo chi si comporta bene: “l’albero si riconosce dai frutti” ...

E ancora: non è in salute colui che pensa di avere il corpo sano, ma è arrabbiato, ansioso, non sereno o in contrasto con altri.
Non è in salute colui che lede sé o gli altri o colui che sopra- o sottovaluta sé o gli altri.
Non è in salute neppure colui che non rispetta i doveri del proprio stato: di figlio, coniuge, genitore, studente, lavoratore, ecc.
È palese che, se questi sono i concetti di salute e malattia, i nostri farmaci chimici, capaci solo di togliere i sintomi ma non di rimuovere le cause della malattia umana, non sono certamente adatti a riportarci in salute e meno ancora ad aiutarci a prevenire le malattie.
Bloccare i sintomi, impedendo la loro espressione, significa non riconoscere uno squilibrio dell’organismo che nel tempo porterà a danni sempre più gravi.
Un sintomo non va mai cancellato, ma va compreso e trattato in conseguenza del suo senso d’essere.

Ormai lo proclamano tutti: abbiamo bisogno di una Nuova Medicina
Abbiamo bisogno di capire come dobbiamo curare veramente le radici delle patologie umane.
Se una malattia nasce nel corpo, dovremo curarla con un medicamento che agisce sul corpo; ma se la malattia nasce dalla psiche o dallo spirito, dobbiamo curarla con qualcosa che agisce sulla psiche o sullo spirito. Pertanto, abbiamo bisogno di una diagnosi a 360 gradi che non può essere formulata da uno studio superspecialistico o semplicistico limitato solo al corpo e non può nemmeno essere formulata da una mente presuntuosa, chiusa in se stessa e priva di amore per il paziente.

Dobbiamo smetterla con la visione puramente meccanicistica o addirittura superspecialistica, perché non esiste una parte dell’uomo che non sia collegata a tutte le altre e non esiste una parte della nostra persona che non sia influenzata dal nostro modo di pensare.
I farmaci chimici possono essere utili, ma non credo che avranno un grande spazio d’azione nella Medicina del Futuro.

Dobbiamo intraprendere vie nuove, senza però dimenticare anche la sapienza dei Maestri del passato.
Dobbiamo avere il coraggio di aprire la nostra mente ad un nuovo modo di pensare, senza pregiudizi, senza restrizioni mentali ... L’uomo è più grande di una qualsiasi parte che lo compone.

Albert Szent Gyorgyi, premio Nobel per la Medicina nel 1937, scrisse:
“La scoperta consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare quello che nessuno ha pensato”.
E qualcun altro ha scritto: “Se vuoi raggiungere obiettivi che non hai mai raggiunto, devi avere il coraggio di fare cose che non hai mai fatto”.

Cosa possiamo fare?
Noi medici dobbiamo imparare non a ‘curare’, ma a ‘guarire’ veramente i bambini d’oggi, perché saranno gli uomini di domani. Ha scritto a tale proposito la Dr.ssa Raffaella Pomposelli, omeopata milanese: “Guarire nel modo vero e profondo un bambino vuol dire contribuire a far evolvere l'essere umano verso la salute, la creatività, la libertà e la pace”.
Tratto dalle note del dott. Roberto Gava

Padova, 27 luglio 2010 – “La medicina che fa male”, “La medicina che non guarisce”, “La medicina che uccide”, “Gli errori medici”:
Il libro "Il Tradimento di IppocrateLa Medicina degli Affari" (Salus Informorum, 2010), indaga sulle vittime che annualmente devono essere sacrificate sull’altare del business, facendosi forza di quei pochi dati che è possibile trovare in una letteratura dominata, addomesticata e sapientemente manipolata dalle multinazionali del farmaco.

Domenico Mastrangelo, medico specializzato in Ematologia, Oncologia, Oftalmologia e infine in Omeopatia, con spirito critico – e grazie  ad un’analisi lucida e concreta della Medicina Moderna - ci spinge a riflettere se davvero crediamo che esista un limite al dovere morale di un medico, di informare o su che potere ha il business farmaceutico sulla nostra  salute.

Il libro non è però solo un atto d’accusa contro il potere delle case farmaceutiche, ma è anche un gesto d’amore per riportare la medicina più vicina alla verità, proprio come hanno fatto geni del calibro di  Jacques Benveniste, che scoprì la “memoria dell’acqua”; William Bates, che insegnò come curare la miopia senza lenti correttive; Pierre J. Bechamp, che in contrapposizione alla teoria dei germi di Pasteur propose la teoria cellulare, o ancora Peter Duesberg, osteggiato per aver dimostrato che l’HIV non causa l’AIDS e che questa malattia deriva da una molteplicità di fattori tra cui addirittura l’AZT, ossia il farmaco che viene usato per la “terapia”.
È una lettura affascinante che insegna a sperare, così come ad orientarsi e a difendersi da imbrogli che sono costati cari alla salute di  molte persone. Un manuale per riscoprire il senso vero della Medicina, un’arte al servizio degli uomini e della verità.
Come dice in una nota l’editore – il dottor Roberto Gava – “Mi unisco all’appello che Domenico ha lanciato nel suo Epilogo chiedendo a tutti di lavorare per la nascita di una Nuova Medicina: una Medicina realmente scientifica, personalizzata, a dimensione d’uomo, rispettosa dell’individuo, libera da giochi di potere e di interessi pubblici e privati, una Medicina efficace non solo a livello organico, ma anche sul piano mentale e che consideri il malato in tutte le sue componenti di corpo, psiche e spirito; non più una Medicina solo sintomatica, ma una vera Medicina eziologica.”

L’autore:
Il dottor Domenico Mastrangelo è un medico specializzato in Ematologia, Oncologia, Oftalmologia e infine in Omeopatia. Dapprima ha diretto la ricerca clinica presso il centro di ricerca di una ditta farmaceutica, poi ha lavorato presso il centro di ricerca oncologica della Thomas Jefferson University e del Wills Eye Hospital di Philadelphia, dove ha appreso le tecniche di biologia molecolare per l’analisi del genoma delle cellule tumorali. Tornato in Italia, ha creato un laboratorio di ricerca presso il dipartimento di Oftalmologia dell’Università di Siena, dove ancora oggi lavora.
Ha scritto più di cento articoli e capitoli di libri in lingua inglese, impegnandosi prevalentemente nella ricerca in Oncologia e in Omeopatia, ma sempre contro il corporativismo medico, le conoscenze “imposte” e le “certezze” di una Medicina che ritiene debba essere radicalmente cambiata.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

L'attuale medicina ufficiale e' composta da medici che sono purtroppo indottrinati dalle Universita' in mano a Big Pharma per mezzo delle Universita' i cosiddetti  "baroni" (Baronie Medico-Farmaceutiche-Politiche...) determinano le "linee guida" dell'insegnamento universitario e dei Protocolli che i medici DEVONO utilizzare -
All'universita'  questi futuri medici, NON vengono appositamente istruiti su tutte le tecniche sanitarie, diagnostiche e terapeutiche possibili, anche quelle della Medicina naturale che NON utilizza farmaci di sintesi, ne' vaccini, e quindi questa medicina ufficiale NON e' in grado di far fronte alle necessita' che si presentano ogni giorno ai suoi pazienti, infatti le malattie croniche sono ormai la norma, per il fatto che quei medici impreparati, licenziati con tanto di diploma, ovvero laurea, non sono in grado di aiutare il loro pazienti a guarire, cioe' ad eliminare le cause delle malattie dalle quali sono afflitti, oltre a generare essi stessi, per la loro impreparazione le malattie iatrogene, per terapie errate e/o quelle determinate dai farmaci che propinano ai loro pazienti.
Inoltre a questi medici non vengono insegnate le semplici e poco costose tecniche diagnostiche morfologiche della Semeiotica biofisica, tecniche diagnostiche principi della Medicina Naturale.
Oltre al fatto che l'Universita' gestita ideologicamente, quando non direttamente finanziata con denaro di Big Pharma, insegna a questi medici "teorie" fasulle, biologicamente parlando, tipo:
- i germi sono le cause delle malattie (non  e' vero, ne sono le conseguenze), mentre dovrebbero insegnare ai medici che licenziano, che e' la PSICHE ed il Terreno fisiologico, la Matrice i "luoghi" ove "lavorare" sul paziente, per riordinare le alterazioni che sempre sono presenti nel malato.
- i vaccini, gli insegnano, prevengono le malattie, mentre e' proprio vero il contrario, i vaccini producono le piu' disparate malattie
- i farmaci, gli insegnano, le combattono, mentre e' proprio vero il contrario, quelli di sintesi le producono;
Infatti l'esame piu' complesso nelle facolta' di medicina e' proprio quello di farmacologia = ad ogni sintomo sapere quale farmaco propinare....
La medicina ufficiale e' quindi una medicina basata su false ideologie, riguardo alle origini e le Vere Cause delle malattie !
vedi Definizione della parola malattia

Importante: ….pur segnalando in questo sito, le gravi anomalie (anche criminali) della Sanita’ Mondiale gestita dalle Lobbies  farmaceutiche e dei loro “agenti-rappresentanti” inseriti a tutti i livelli, Politici e Sanitari nel Mondo intero, vogliamo anche ricordare e spendere per Giustizia, delle parole per gratificare e ringraziare quei centinaia di migliaia di medici (quelli in buona fede) che, malgrado le interferenze degli interessi di quelle Lobbies, incessantemente si prodigano ogni giorno aiutare i malati che a loro si rivolgono e che con i progressi delle apparecchiature tecnologiche per la diagnostica e delle tecniche interventive, stanno facendo notevoli progressi e raggiungono per essi risultati ed effetti benefici, che fino a qualche anno fa erano impensabili.
Vediamo ogni giorno progressi in tal senso, ma la terapeutica indicata dalla direzione della Sanita’ ufficiale Mondiale = OMS (che e' legata alle linee guida di dette Lobbies), non segue, salvo rari casi, quella curva progressiva di benessere per i malati.

Se questi bravi medici che operano giornalmente sul campo, conoscessero anche la Medicina Naturale, potrebbero migliorare e di molto le loro tecniche terapeutiche, con grande beneficio per tutti i malati - vedi: Diagnostica Naturale

vedi: i Veri Padroni della Sanita' nel Mondo + Big Pharma + Storia della Medicina + CNR e Corruzione + Universita' in mano a Big Pharma + MINISTERO "SALUTE" informato sui Danni dei Vaccini  MEDICI IMPREPARATI  +  Medici una minaccia 

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010 - vedi Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione
+ I postulati di Koch

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

La MEDICINA UFFICIALE PUO' CURARE le MALATTIE ?
La testimonianza di un medico che, dopo vent’anni di professione, mette in discussione la medicina ufficiale, in quanto incapace di curare le malattie.

Sono un chirurgo ortopedico con circa vent’anni di professione (quindici in ospedale), svolti nella continua ricerca di terapie efficaci.
Ho passato parecchio del mio tempo allo studio sulle strategie terapeutiche e dei nuovi farmaci, a volte provandoli su me stesso per saggiarne l’efficacia.
Ho raggiunto degli obiettivi di rilievo, sapendo, alla fine, di poter ottenere ciò che volevo. Ma la conquista più importante ottenuta è l’aver capito che la “medicina ufficiale” è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.
Noi medici siamo plagiati, fin dall’inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di “professori” che hanno il solo interesse di lasciarci nell’ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto.

Da molto tempo mettevo in discussione la “medicina ufficiale” in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della “medicina della malattia”. Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi. In definitiva, come dice Tilden, le malattie non sono altro che sintomi di un’unica malattia: la tossiemia.

Ho vissuto in prima persona il dramma di un bambino di undici anni, affetto da linfoma non-Hogkin.
La letteratura internazionale parla di sopravvivenza dell’80% con i nuovi protocolli chemioterapici, notizia molto confortante anche per me che vivevo per la prima volta da vicino questa esperienza.
L’equivoco, questa volta, si gioca sul fatto che se il paziente muore anche dopo un mese per insufficienza renale o epatica, superinfezioni, ecc. provocati chiaramente dalla chemio, per la statistica non è morto di linfoma! Ritornando al bambino, questi fu sottoposto per diciotto mesi a dosi massive di chemioterapia ed irradiazioni total-body, per cui i periodi che non faceva terapia, rimaneva in ospedale per curare gli effetti devastanti della chemio. Il suo ultimo mese di vita lo ha passato paralizzato nel letto, intontito dagli stupefacenti e quasi cieco.
A cosa è servito tutto ciò ? Come si può pensare di eliminare i pidocchi da una persona dandole fuoco ?
Questa triste esperienza è stata per me fondamentale in quanto mi ha definitivamente risvegliato la consapevolezza e, grazie anche all’aiuto delle persone dell’ASSOCIAZIONE S.U.M. - Stati Uniti del Mondo - (di cui oggi sono membro), ho compreso che si deve agire sulle cause per risolvere ogni problema.

Il concetto, quindi, di SALUTE non è, la non-malattia come ritiene la medicina ufficiale, ma è un perfetto equilibrio tra mente e corpo ("mens sana in corpore sano"). D’altronde non si spiega perché un farmaco non abbia la stessa azione in tutte le persone o una infezione non colpisca tutti i soggetti esposti. Ci deve essere una variante molto importante !
Ultimamente ho sentito dire da alcuni autorevoli (!) colleghi che una terapia è efficace se dà almeno il 55-60% di risultati positivi, vale a dire all’incirca la stessa percentuale dell’astensione al trattamento! Se un’auto non frena le vengono sostituiti i freni e per tutte le auto che hanno lo stesso problema il rimedio è lo stesso. Se una persona ha mal di testa, non è detto che prendendo un antalgico possa passare il dolore ! Quindi ci deve essere una seconda variante che interferisce sul processo di guarigione.
È la Mente. Mentre il Corpo lo curiamo con una sana alimentazione, disintossicandolo e dandogli i supporti necessari per reagire alle aggressioni esterne (radiazioni, inquinamenti, ecc), la Mente la preserviamo stando in pace con noi stessi e con gli altri, amando Tutto e Tutti, senza fare differenze e mettendosi veramente al posto dell’altro. Solo dal perfetto equilibrio tra Mente e Corpo scaturisce la Salute.

Sono stato operato un anno fa di lobectomia tiroidea per ipertiroidismo (!) e condannato, come d’altronde è la regola, a prendere l’Eutirox a vita. Nonostante seguissi scrupolosamente le indicazioni datemi, continuavo a soffrire di dolori muscolari agli arti e di astenia (considerate che avevo smesso di fumare da oltre un anno proprio perché soffrivo di dolori agli arti).
Cambiando dentro sono cambiato fuori, ho modificato completamente la mia alimentazione (eliminando la carne e gran parte delle proteine animali, immettendo sostanze essenziali e non raffinate, combinando bene gli alimenti), ho eliminato completamente l’Eutirox e gli altri medicinali, rivolgendomi alle sostanze naturali.
Il risultato è stato la scomparsa dei dolori muscolari e la normalizzazione dei valori ematici non solo tiroidei.
Ho sempre sofferto di influenza e raffreddore frequenti specie nella stagione invernale, e mi è stato sempre obiettato che ero un soggetto “linfatico” perché nato pretermine e quindi non avevo sviluppato bene il sistema immunitario !
Oggi io non soffro più di raffreddore o influenza, anche stando a contatto con soggetti influenzati, io non prendo più niente (…ma allora la teoria sui germi di Pasteur forse non è molto esatta !!) e mi sento pieno di energia e vitalità.
Soffrivo di “verruche piane” al volto che ho trattato con crioterapia ripetutamente senza grossi risultati. Dopo sei mesi di “giuste abitudini alimentari” non è più presente alcuna verruca.

Perché nel popolo americano vi è una alta incidenza di infarto da ipercolesterolemia mentre nel popolo giapponese è bassissima ? Perché nei paesi più industrializzati è in crescente aumento il diabete mentre nei cosiddetti paesi sottosviluppati è pressoché assente? È lampante che la variabile è l’alimentazione, ma i padroni della Sanità non lo dicono, raccontandoci la favola della genetica e della predisposizione familiare ! Infatti si è visto con il fenomeno dell’emigrazione cambiare, nell’ambito della stessa razza, l’incidenza delle malattie.
Penso che non ci siano dubbi sulla veridicità di queste mie dichiarazioni, che provengono da una mente estremamente razionale e che si è sempre mossa nei canoni della scienza e della ricerca. Tutto è ulteriormente avvalorato dal fatto che, tengo a sottolineare, ho parecchi anni di professione, svolti sempre attivamente ed ho raggiunto obiettivi ragguardevoli, almeno secondo i canoni della Medicina Ufficiale.
C’è tanta gente che non vuole cambiare le proprie abitudini sbagliate; ma c’è tanta altra gente che è alla ricerca di qualcosa di concreto e di vero e noi gli daremo il nostro aiuto a percorrere la strada della Sanità e della Consapevolezza.
By Dott. Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

"Meno del 30% delle terapie usate dalla medicina ufficiale si basa su prove di efficacia", dichiara il prof. Del Barone, ex presidente degli Ordini dei Medici.

Commento del  Dr. Giorgio Vitali.
Solo in questi giorni ho potuto leggere l'articolo di Dacia Maraini, dedicato alle sofferenze degli animali da esperimento ed alla insensibilità umana, pubblicato sul Corriere della Sera del 5 dicembre scorso. Concordo in pieno con quanto scritto dalla nota scrittrice, ed aggiungo che si tratta di sofferenze, per lo più inutili, di qualche milione di animali al giorno.

A chiarire ancora di più il quadro, confermando la sostanziale inutilità della sperimentazione sugli animali, è recentemente intervenuto il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici, il prof. Giuseppe Del Barone, il quale, anche nella sua veste di membro del Consiglio Superiore della Sanità, ha dichiarato con molta tranquillità che meno del 30% delle terapie usate dalla medicina ufficiale si basa su prove di efficacia. La qualcosa significa che più del 70% delle pratiche mediche utilizzate abitualmente nel nostro paese non ha alcuna legittimità "scientifica".
 
E' quanto noi, che ci interessiamo della moralità nella sanità, andiamo ripetendo da decenni.
Ma fino ad oggi nessun esponente di un Organo Ufficiale a livello istituzionale e di garanzia si era esposto in una dichiarazione di tale portata. Dichiarazione che solo in un paese di "sonnolenti" come il nostro è passata inosservata. In qualsiasi altro paese avrebbe necessariamente sollevato un tale polverone da costringere gli Organi dello Stato ad intervenire per colpire duramente i falsari, gli incoscienti ed in ultima analisi i delinquenti che praticano terapie senza sapere cosa fanno.
In questo caso, ripetiamolo, si tratta del 70% di tutte le terapie praticate.

In un aureo libretto, "Attenti alle Bufale", Il Pensiero Scientifico Editore, ottobre 2005, l' autore, Tom Jefferson, studioso del nostro Istituto Superiore della Sanità, scrive: " .Da un po' di tempo, chi lavora alla sintesi delle prove scientifiche si è reso conto, fatti alla mano, che la stragrande maggioranza di ciò che si legge e si dice nella scienza biomedica è di dubbia qualità".

Mi permetto di fare presente che tale dubbia qualità riscontrata da un ricercatore serio è l'esatto contrario di quanto viene fatto credere al colto ed all'inclita.
Non solo: il settore biomedico è quello nel quale la qualità della ricerca e della messa in pratica dei risultati della ricerca dovrebbe avere la sanzione della massima trasparenza.
Invece ci troviamo a sopravvivere in una situazione che è palesemente l'esatto contrario; tant'è vero che quella dovuta al cattivo o maldestro uso degli strumenti sanitari è la prima causa di decessi nel mondo.

Disinteresse, negligenza, colpevole inosservanza della Legge.
E' il caso di ricordare che esiste un dettato costituzionale in cui sono in primo piano la tutela e la promozione dei diritti fondamentali della persona, della sua dignità ed identità (art. 2), della libertà personale (art. 13) e del diritto alla salute (art. 32).

La Corte di Cassazione e la Corte Costituzionale hanno messo in luce l'ampiezza di tale principio. Qualsiasi atto invasivo della sfera fisica, sia di natura terapeutica che non terapeutica, non può avvenire senza o contro il consenso della persona interessata, in quanto la "inviolabilità fisica" costituisce il "nucleo essenziale" della stessa libertà personale.

Per contro, l' imposizione di un determinato trattamento sanitario si giustifica soltanto se previsto da una Legge che lo prescrive anche in funzione di tutela di un interesse generale e non soltanto a tutela della salute individuale, e se è comunque garantito il "rispetto" della dignità della persona (art. 32 Cost.).[Gilda Ferrando in "Testamento Biologico. Riflessioni di dieci giuristi". Il Sole 24 Ore, gennaio 2006]

Se tale è la situazione tanto dal punto di vista costituzionale quanto da quello giuridico, e non c' è alcun bisogno di dimostrarne le ragioni, come si può tollerare che nella pratica quotidiana di (apparente) tutela della salute, si verifichi quanto apertamente dichiarato dal Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici d'Italia ? Dov'è la tutela del cittadino ?
Quali garanzie vengono date al cittadino che (interventi chirurgici di grave pericolosità a parte) si pratichi l'obbligo del consenso informato anche sulle semplici ricette mediche ?

A noi risulta il contrario. Nessun operatore sanitario chiede il consenso ed informa compiutamente il cittadino sulle terapie prescritte.
Chi dovrebbe informare il cittadino ? Il foglietto illustrativo, chiamato appropriatamente s-bugiardino?

Chi pensa di far applicare la legge (la 833/78 negli articoli 29 e 31), la quale obbliga il Servizio Sanitario Nazionale a garantire la corretta informazione e l'aggiornamento di tutti i medici ?
Chi ci fa sapere se e come il Servizio Sanitario Nazionale si è premurato di applicare questa legge? In questa confusione di ruoli e  di competenze chi potrà dimostrare con onestà intellettuale e morale, oltre che scientifica, l' utilità del sacrificio fra terribili sofferenze degli animali adibiti alla ricerca ?

Dr. Giorgio Vitali.
Presidente Federazione Nazionale Quadri Informazione Scientifica e Ricerca - g.vitali@chimici.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Perchè diffidare dalla medicina ufficiale ....- By dott. F. Franchi
"Il più grande ostacolo al progresso della scienza è il monopolio che ne fanno gli esperti, tra i quali si crea una rete (il cosiddetto establishment) che controlla i fondi per la ricerca, le pubblicazioni, gli incarichi accademici, le royalities per i test ed i farmaci, e mira a mantenere la sua posizione dominante di successo evitando per quanto possibile che altre idee, altre soluzioni, altre teorie possano filtrare scalzando le loro.
La censura c'è, e mentre una volta i "dissidenti" venivano fisicamente eliminati, oggigiorno lo stesso effetto viene ottenuto escludendoli dal circuito scientifico e mediatico che conta.
Viene incoraggiata la raccolta di dati, una massa di dati sempre crescente, mentre scoraggiata è la loro elaborazione critica".
Tratto da: http://www.dissensomedico.it

Leggete questo PDF scritto dal dott. S. Stagnaro, medico in pensione, che pero' ha il coraggio di dire la verita' su questa medicina "moderna"...

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

MEDICINA PREVENTIVA ? NO solo sprechi ed inutili sofferenze per i cittadini !
Siamo abituati a pensare che per vivere una vita lunga e sana dovremmo abitare in campagna, lontani da traffico e inquinamento, tenere sotto controllo tutti gli innumerevoli fattori di rischio per la nostra salute (fumo, grassi, zuccheri, ma anche vita sedentaria, stress, onde elettromagnetiche) e controllare periodicamente lo stato del nostro corpo con esami vari, visite specialistiche e check up completi.
Siamo abituati a pensare così perché da decenni i medici ripetono incessantemente che prevenire è meglio che curare.
Roberto Volpi, e’ uno statistico; ha progettato il Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza del ministero del Welfare presso l'Istituto degli Innocenti di Firenze. Impegnato in un progetto di Osservatorio sulla stampa e i minori. Prima de "L'Amara Medicina" ha pubblicato "La Fine della Famiglia. La Rivoluzione di cui non ci Siamo Accorti" (Mondadori 2007).

Roberto Volpi è quindi andato a fare le pulci ai risultati di decenni di medicina preventiva, ed ha scoperto alcune cose letteralmente sconvolgenti: più della metà degli esami, delle visite, del lavoro del sistema sanitario nazionale sono effettuati su persone del tutto sane, eppure la speranza di vita degli italiani è cresciuta molto di più quando la sanità preventiva NON esisteva.
Le grandi campagne di screening sono praticamente inutili dal punto di vista della prevenzione, mentre causano enormi stress e sofferenze psicologiche nei casi di prime diagnosi sbagliate.
Numeri alla mano, Volpi racconta le bugie ed i fallimenti della medicina ufficiale italiana, e l'enorme impiego di risorse, pubbliche e private, che si riversano in direzione di una prevenzione impossibile ed inutile, in un vortice di sprechi che dovrebbe essere fermato.
Tratto da: arezzonet.it -  03/06/2008

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Crisi dei Fondamenti della Medicina. Inizio di una Nuova Era ?
Come accadde notoriamente alla Matematica e alla Geometria, fondate allora su basi rigidamente strutturate in una realtà quadrimensionale con 3 Dimensioni Spaziali ed 1 Dimensione Temporale, favorevole al dominio economico in ogni dimensione del sapere, anche la Medicina vive oggi l'inizio della Crisi dei Fondamenti, da me denunciata a partire dall'inizio del terzo millennio, nel generale e sospetto silenzio di quanti - per varie ragioni, comprensibili - sono rassegnati ed inerti di fronte ad una Medicina Ancella della Economia.

In un articolo aggiornato, forse in rete oggi stesso nel vivace sito di informazione medica www.fce.it (Semeiotica Biofisica), che raccomando di visitare ai miei Lettori, illustro alcuni paradigmatici motivi della crisi dei fondamenti della Medicina occidentale, riferendo esempi che non potranno passare inosservati, nè contestati, ammesso che possibili contestatori conoscano la nuove semeiotica fisica, nonostante l'arma efficace di cui si serve un potere economico tracotante e dai piedi d'argilla: il SILENZIO e l'OSCURAMENTO anche di Pagine di siti, anche quelli dove erano pubblicati i miei articoli (vedi alcuni esempi in www.fce.it)

Il colpo determinante, apice nella Teoria delle Catastrofi, è stato inferto alla desolante e nefasta influenza  dell'Economia sulla Medicina, da sempre sua schiava, nel novembre del 2008 con la felice utilizzazione della Fisica QUANTISTICA da parte dell'allora Semeiotica Biofisica, grazie ai consigli dell' amico Prof. Paolo Manzelli, di Firenze, Direttore di Egocreanet.

Solo in una realtà locale con 3 D/S e 1 D/T, dove il tempo scorre lineare, il padrone può conservare la condizione servile dei  suoi sudditi, creando loro  bisogni, che possono essere soddisfatti col lavoro, e Terrorismo Psicologico Jatrogeno.
Ben differente è la situazione nella Realtà Non Locale, come quella da me scoperta nei sistemi biologici (Vedere la Fonte citata), dove le dimensioni spazio-temporali sono ancora quattro ma con 2 D/S (superficie) e 2D/T (futuro e passato, annullantisi nel presente).
Un solo esempio per chiarire la valenza astratta del concetto: per motivi esclusivamente UMANITARI, viene sponsorizzata una ricerca con lo scopo di accertare la POSSIBILE azione preventiva della caffeina nei confronti del cancro pancreatico. 
Vengono arruolati X individui, risultati nel 90% privi di Terreno Oncologico (TO) oppure positivi per il TO, ma negativi per il Reale Rischio Congenito, TO.-Dipendente, di cancro pancreatico, diagnosticato con un semplice fonendoscopio.
In altre parole, partecipano alla ricerca nella quasi totalità individui che non soffriranno mai di cancro pancreatico !
L'esame dei dati raccolti, molto spesso per posta mediante questionari, cioè senza visitare gli arruolati, porteranno alla conclusione inevitabile che bere X tazze di caffè ogni giorno  svolge un ruolo principale nella Prevenzione Primaria del Cancro Pancreatico.  Che è quanto si legge in Letteratura !

By Sergio Stagnaro Sab, 06/02/2010 – Tratto da: semeioticabiofisica.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

FARMACI e PROTOCOLLI per Bambini (da Panorama di Apr. 2008)
SOLO il 2 % degli studi clinici per testare i farmaci a scopo pediatrico, si basa su Comitati di Controllo Indipendenti (non legati ad industrie farmaceutiche), per valutare l’eventuale presenza di reazioni avverse.
Questo e’ quanto emerge da un’analisi, effettuata dall’Universita’ di Nottingham (UK) ed apparsa sulla rivista Acta Pediatrica di 739 trial internazionali  effettuati fra il 1996 ed il 2002, ed alcuni test comprendevano anche adulti assieme ai bambini…
Mentre il 74 % degli studi pubblicati descriveva il modo in cui era stato condotto il monitoraggio sulla sicurezza, solo 13 su 739 avevano comitati composti da membri NON arruolati dalle aziende farmaceutiche !
Reazioni avverse ai medicinali (fra cui l’ipertensione, emorragie, insufficienza renale, psicosi, ecc.) sono state segnalate in circa 37 % dei trial; nell’11 % le reazioni erano da moderate a serie, e 6 studi clinici sono stati interrotti precocemente a causa della grave tossicita’ del farmaco; non a caso erano anche quelli con comitati di controllo indipendenti !


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Non credete automaticamente al vostro medico
Non voglio dire che tutti i dottori in medicina siano automaticamente da scartare, solo la grande maggioranza. Alcuni rompono le regole e capiscono in cosa consista la vera guarigione. Per altri, avere frequentato medicina e' stato un caso. Quindi dovete controllare questi individui. Non affidatevi a nessun medico che guardi qualche lastra o qualche esame di laboratorio e dopo affermi che avrete sei mesi di vita. Questa e' una sentenza di morte.
Se ci crederete, la vostra mente la realizzera'. Questo a causa del maggior potere che la mente ha rispetto al corpo.
Una volta che vi siate sottomessi all'autorita' di questo timore, vi avranno intrappolato. Vi dicono che avete soltanto sei mesi da vivere perché avete un cancro e dopo accennano che se gli permetterete di darvi il trattamento chemioterapico potreste invece vivere due anni. A quel punto vi hanno avvolto in una ragnatela di paure. Sanno esattamente come funziona. Usano la paura per vendere i loro servizi.

Ogni organizzazione usa la paura per controllare le persone. Alcune organizzazioni sono governative; altre sono associazioni mediche.
Nell'industria della salute ve ne sono parecchie. La presenza della paura e' appropriata quando essa e' ben definita. Per esempio, dovremmo essere preoccupati delle conseguenze dell'avvelenamento del nostro ambiente. Si tratta di un timore ragionevole che puo' contribuire a stimolarci all'azione per proteggerci. Il timore ha uno scopo, nel giusto contesto, ma quando e' gettato sulle vostre spalle per esempio, da un oncologo, ed e' usato come un espediente di reclutamento, lo si adopera in una maniera profondamente contraria all'etica.
Infatti, in tali casi e' completamente non definito perché anche se in base alla sua esperienza con la medicina occidentale potete avere solo sei mesi da vivere, quel medico non puo' dirvi quanto tempo potreste vivere sottoponendovi ad un determinato altro paradigma medico.
Potreste vivere dieci anni o persino avere una vita normale se uscite da quell'ufficio ed andate a cercare un sistema medico differente in cui gli esiti sono del tutto diversi ed universalmente piu' positivi.

Non sto dicendo che gli oncologi vi dicano bugie. Infatti, possono dirvi la verita' relativamente a quello che osservano nella loro propria clinica. Sì, potreste avere sei mesi da vivere se non fate niente e potreste vivere due anni sotto la loro cura andando in bancarotta e soffrendo per gli effetti tossici e debilitanti della chemioterapia.
Ma cosa succede se dite di no a tutto questo ?
Cosa succede se scegliete di non farvi iniettare in vena prodotti chimici essi stessi cancerogeni ?
Cosa capita se scegliete un itinerario differente, che realmente sostenga la vostra salute con una dieta anticancro, con erbe, con la ginnastica, la luce solare e terapie naturopatiche avanzate ? - vedi Cancro 
Potreste scoprire, come molti hanno gia' fatto inoltrandosi nei campi della medicina naturopatica e della medicina alternativa, che potete realmente liberarvi dal cancro. Potete curare il cancro.
Numerosissime persone lo hanno gia' fatto. Tratto da: disinformazione.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Raccontare ed ascoltare le storie: efficacia Evidence-Based
"Raccontare e ascoltare le storie mediche e non solo dei pazienti e' un metodo efficace ed evidence-based per migliorare il rapporto medico-paziente e facilitare diagnosi e cure".
Questo il proclama del workshop di Medicina narrativa che si e' tenuto alla Columbia University lo scorso aprile.
Un intero fine settimana in cui medici generici e specialisti si sono incontrati per apprendere strategie comunicative, esercitarsi all’ascolto, sviluppare la capacita' di raccontare e anche di scrivere le storie e le esperienze di cui sono testimoni quotidianamente.

Negli Stati Uniti stanno letteralmente spopolando i medici scrittori. Del caso parla anche il quotidiano New York Times.
Due i nomi da best seller oggi in USA: Atul Gawande e Jerome Groopman, entrambi medici alla Harvard Medical School e collaboratori del New Yorker, oltre che autori, appunto, di libri che hanno ricevuto ottimi riscontri di pubblico e di critica.
Groopman e' autore del libro dal titolo "How doctors think" in cui si racconta, senza pudori e fronzoli, dei processi mentali attraverso cui un medico (sia esso brillante o mediocre) organizza e sintetizza le informazioni che lo portano a formulare una diagnosi.
Non e' solo un processo rigorosamente scientifico: si parte da un insieme di sintomi e si procede in modo sistematico e basato sulle prove di efficacia alla formulazione della diagnosi; accanto a questo approccio vi e' poi quello che prevede il confronto e l’ascolto del paziente, perché solo così si puo' avere un quadro veramente completo. Un medico non dovrebbe vantarsi di aver bisogno di "un’occhiata" per emettere una diagnosi; le diagnosi si fanno con l’analisi delle informazioni e valutando tutte le alternative.

Gawande, giovane e promettente chirurgo, e' autore di un libro che ha avuto molto successo in tutto il mondo:
Salvo complicazioni” edito in Italia da Fusi Orari. Attraverso dieci storie il medico statunitense restituisce alla medicina un aspetto umano e fallibile; sebbene le conquiste della scienza oggi permettano una catalogazione sistematica delle malattie e una comprensione dei meccanismi alla base, questo non basta per garantire delle soluzioni causa effetto.
Queste pubblicazioni, alle quali si sommano i vari interventi dei due medici e di altri loro colleghi sulla stampa generalista, aiutano ad approfondire la riflessione sulle Medical Humanities nel tentativo di uscire da un approccio riduzionista, per il quale si tende a trattare il paziente come un insieme di organi o patologie e non come un corpo armonico.
Tratto da: : Zuger A. Doctors who wield the pen to heal the profession - New York Times 2007; 15 Maggio

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I costi di questa Medicina  - La medicina "Allopatica Tecnologica"
In tutto il mondo industrializzato, I costi per la spesa sanitaria, conseguenti al tipo di medicina "allopatica-tecnologica", che si e' venuta sempre piu' imponendo negli ultimi anni, e' in costante crescita.

La causa dipende principalmente dal "modello culturale" dominante. Infatti, oggi, un medico, che segue la medicina ufficiale, non si azzarda a fare una semplice diagnosi, se prima non ha fatto fare, al proprio paziente, una serie infinita di analisi tecnologiche dettagliate e complesse. Questo, con il nostro sistema previdenziale, comporta un costo elevato a carico della comunita'. Dopo le prime analisi, non certo economiche, se tutto va bene, seguono cure a base di farmaci e terapie, ancora piu' costose. Pero', se il paziente viene giudicato in condizioni gravi, si decide di operare. In questo caso I costi, per chirurghi, anestesisti, infermieri, spese ospedaliere e terapie successive, salgono alle stelle. Questa serie di costi ha portato le finanze di molti paesi industrializzati al tracollo.
Altro lato negativo, di questo tipo di medicina, e' quello di intervenire pesantemente solo quando la "malattia" e' sopragiunta, per rimuovere I sintomi. Raramente, invece, si cerca di rimuovere le cause. Un altro aspetto negativo e costosissimo, della medicina ufficiale, e' che si occupa esclusivamente di cura e pochissimo di prevenzione.

Fatta questa premessa, in questi ultimi venti anni, molti pazienti, stufi di sentirsi trattare come cavie ed anonimamente come numeri, si sono rivolti alle così dette medicine "alternative" o "non-convenzionali".
Molto spesso questo tipo di medicine sono le vecchie medicine "tradizionali" che, per migliaia d'anni, in varie parti del mondo, hanno cercato di prevenire le malattie e, quando malauguratamente queste sono sopraggiunte, hanno utilizzato diagnosi, prodotti e metodi naturali, molto meno dannosi e costosi; rifacendosi ad Ippocrate: "primo non nuocere" e "vis medicatrix naturae".

Negli ultimi cento anni, pero', queste medicine, sono state scalzate dalla nuova medicina "tecnologica" (principalmente per motivi economici). Il numero delle persone che in questi anni si sono rivolte alle medicine "non-convenzionali" e' pero' in continuo aumento.

I motivi sono diversi.
Il primo e' quello che la medicina "allopatica-tecnologica" e' da sempre impegnata a curare I singoli organi e sempre piu' specializzata nelle singole discipline. Il paziente, quindi, si sente, sempre piu', una macchina nella quale si cerca di riparare e cambiare I singoli pezzi, anziché considerare l'insieme psicofisico, emozionale e spirituale della persona. Il tutto in modo anonimo, come se si fosse inseriti in una catena di montaggio.

Il secondo e' che i Naturopati, gli Omeopati, i Fitoterapeuti, e quanti altri, dedicano molto piu' tempo ed attenzione ai singoli pazienti, insegnando loro, ad ascoltarsi quotidianamente, per capire le reazioni dell'organismo.
Gli Igienisti, inoltre, insegnano ad assumersi la responsabilita' della propria salute, senza demandarla a nessuno: avendo una visione "olistica" della salute e del benessere - fisico, sociale, intellettuale, emozionale e spirituale - anziché "tecnicista- settoriale", come si ha nella medicina "ufficiale".

Da queste esperienze e' nata la Medicina "Integrata" e le Terapie "Olistiche" di Sostegno che sono molto utili per ridurre I costi della Sanita' Pubblica e per migliorare il benessere dei cittadini. Preso atto che la popolazione anziana in Italia e' in regolare aumento, e' fondamentale puntare sulla prevenzione, anziché essere costretti ad intervanire quando ormai si sono fatti danni irreversibili.

Per tamponare questa situazione, i costi della medicina "allopatica-tecnologica" sono diventati ormai insostenibili.

Bisogna fare di tutto per cercare di preservare la salute, che e' il bene piu' prezioso che possediamo.
In caso di malattia, anziché intervenire con farmaci potenti e costosi che, per tentare di guarire I sintomi, rischiano di provocare una serie d'effetti collaterali ancora piu' dannosi (la pezza e' peggio del buco - malattie iatrogene), e' importante fermarsi, "staccare la spina", riposare e riflettere (fino a che si e' in tempo), su cosa stiamo facendo di dannoso per la nostra salute. Quindi cambiare lo stile di vita.

In tutto il mondo e anche in Italia si raccolgo da oltre 60 anni cifre immense per tentare di curare: prima il Cancro, poi l'AIDS e negli ultimi anni la sclerosi multipla.
L'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, le campagne televisive di Telethon, la Fao, l'Unicef, l'Oms e tante altre organizzazioni nazionali e internazionali ricevono e raccolgono ogni anno fondi ingenti per risolvere il problema della fame e delle malattie.
Il risultato e' quello che la fame nel mondo non e' diminuita, le malattie cardiache, il diabete, l'obesita', i tumori sono in aumento e nuove malattie si profilano all'orizzonte.

In un recente studio effettuato in Arizona si sostiene che il problema mondiale dei prossimi dieci anni sara' quello della resistenza dei batteri agli antibiotici. Cosa succedera' fra dieci anni quando gli infettivologi non potranno piu' fare ricorso a queste medicine perché diventate inefficaci ?
Non ci resta che riflettere e cambiare alcune delle nostre abitudini dannose, per noi e per il nostro pianeta, fino a quando siamo in tempo.
I cibi crudi (frutta, germogli, verdura e semi oleosi) sono alla base di MRA - il Metodo René Andreani: prevenire anziché curare, vivendo la filosofia nutrizionale “SloWater”
By René Andreani  (Responsabile del settore Vegano–Crudista dell’AVI- Associazione Vegetariana Italiana, Onlus, fondata da Aldo Capitini nel 1952)  - (Presidente LEPAV – Lega per l’Alimentazione Viva e l’Igienismo, Associazione transnazionale, senza scopi di lucro, fondata nel 1991)
Tratto da: www.vegetarian.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ma e' bene credere alla medicina Allopatica ?
1) Negli Stati Uniti d'America si reinventa (allargandone a dismisura i criteri diagnostici) una "malattia" definita "disturbo dell'attenzione" (ADHD) e si somministrano a milioni di bambini dei "farmaci" simili alle anfetamine ( es. Ritalin).
Mentre sono in corso varie cause legali per le tangenti che si sospetta siano state intascate dagli psichiatri, sono rimasti immutati a livello mondiale i criteri diagnostici di tale "malattia" e le indicazioni terapeutiche di somministrazione del farmaco incriminato.

2) Nel 1978, l'Office of Technology Asessment (l'organismo del Congresso Americano per la valutazione e l'approvazione delle tecnologie), ha pubblicato un importante studio sulla medicina scientifica, le cui conclusioni sono che dall'80 al 90% delle terapie e dei protocolli utilizzati in medicina, non erano provati da studi clinici controllati, cioe' venivano ampiamente utilizzati pur non essendo dimostrati scientificamente.
Nel 1985 la National Academy of Science riprende lo studio e giunge alle stesse conclusioni (notizia riportata da G. Lanctot nel libro "La mafia della Sanita'", Macro edizioni).
Questo significa che la maggior parte delle terapie mediche sono potenzialmente inutili o dannose. e' da notare che la fonte di tali statistiche e' un organismo ufficiale del governo degli Stati Uniti d'America, paese dove le multinazionali farmaceutiche sono potentissime (tanto da piazzare un loro esponente, Bush padre, presidente dell'azienda farmaceutica Lilly, ed il figlio alla presidenza della nazione).

3) In Italia nel 1991 la vaccinazione contro l'epatite B e' divenuta obbligatoria non perché utile o benefica, ma perché la casa produttrice del vaccino ha pagato all'ora ministro della sanita' De Lorenzo una tangente di 300.000 euri (600 milioni di lire); dopo la condanna al carcere del ex ministro, la somministrazione di tale vaccino a tutti i neonati e' rimasta obbligatoria...chissa' perche'...?....la forza di Big Pharma

4) L'industria dell'alluminio rischia una battuta d'arresto dopo la fine della prima guerra mondiale; se prima lavorava a pieno regime per la produzione di componenti aeronautiche adesso si trova senza commesse. La soluzione e' stata quella di sfornare tutta una serie di utensili domestici di alluminio, di lattine di alluminio, di pellicole e contenitori per alimenti in alluminio.
La tossicita' dell'alluminio e' ben nota, e in effetti a forza di utilizzare tutti questi oggetti pericolosi a base di alluminio circa l'80% delle persone in occidente e' intossicata da tale metallo pesante, - NdR: ma lo aggiungono anche nei Vaccini...!

5) Il mercurio, noto metallo tossico, veleno mortale per l'uomo, viene da lungo tempo utilizzato per riempire le cavita' dei denti cariati (otturazioni in amalgama). Con la masticazione e con la salivazione il mercurio piano piano entra in circolo nell'organismo causando dermatiti, disfunzioni neurologiche e renali, alterazioni psichiche.
In Italia l'uso dell'amalgama e' purtroppo ancora acconsentito ed e' anzi diffusissimo, in altri paesi occidentali della EU, invece (per fortuna) e' vietato....
NdR: ma il mercurio e' stato presente nei Vaccini, fino al  2007 in Italia ....! - Tratto dal NG: it.salute

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
 
5 buoni motivi per non curarsi con la medicina Allopatica
1) In Italia nel 1991 la vaccinazione contro l'epatite B e' divenuta obbligatoria non perché utile o benefica, ma perché la casa produttrice del vaccino ha pagato al ministro della sanita' De Lorenzo una tangente di 600 milioni di lire; dopo la condanna del ministro la somministrazione di tale vaccino a tutti i neonati ed ai 12enni, e' rimasta obbligatoria.

2) Negli Stati Uniti d'America si reinventa (allargandone a dismisura i criteri diagnostici) una "malattia" definita "disturbo dell'attenzione" e si somministrano a milioni di bambini dei "farmaci" simili alle anfetamine (ritalin). Mentre sono in corso varie cause legali per le tangenti che si sospetta siano state intascate dagli psichiatri, sono rimasti immutati a livello mondiale i criteri diagnostici di tale "malattia" e le indicazioni terapeutiche di somministrazione del farmaco incriminato.

3) L'inquinantissima industria dell'alluminio rischia una battuta d'arresto dopo la fine della prima guerra mondiale; se prima lavorava a pieno regime per la produzione di componenti aeronautiche adesso si trova senza commesse. La soluzione e' stata quella di sfornare tutta una serie di utensili domestici di alluminio, di lattine di alluminio, di pellicole e contenitori per alimenti in alluminio.
La tossicita' dell'alluminio e' ben nota (e lo immettono persino nei vaccini), e in effetti a forza di utilizzare tutti questi oggetti pericolosi a base di alluminio circa l'80% delle persone in occidente e' intossicata da tale metallo pesante.

4) Il mercurio, noto metallo tossico, veleno mortale per l'uomo, viene da lungo tempo utilizzato nei vaccini e per riempire le cavita' dei denti cariati (otturazioni in amalgama). Con la masticazione e con la salivazione il mercurio piano piano entra in circolo nell'organismo causando dermatiti, disfunzioni neurologiche e renali, alterazioni psichiche.
In Italia l'uso dell'amalgama e' consentito ed e' anzi diffusissimo, in altri paesi occidentali invece (per fortuna) e' vietato.

5) Nel 1978, l'Office of Technology Asessment (l'organismo del Congresso Americano per la valutazione e l'approvazione delle tecnolo­gie), ha pubblicato un importante studio sulla medicina "scientifica", le cui conclusioni sono che dall'80 al 90% delle terapie e dei protocolli utilizzati non erano provati da studi clinici controllati, cioe' venivano ampiamente utilizzati pur NON essendo dimostrati scientificamente.
Nel 1985 la National Academy of Science riprende lo studio e giunge alle stesse conclusioni (notizia riportata da G.Lanctot nel libro "La mafia della sanita'", Macro edizioni.).
Detto in altri termini almeno il 20% delle terapie mediche sono potenzialmente inutili o dannose. e' da notare che la fonte di tali statistiche e' un organismo ufficiale del governo degli Stati Uniti d'America, paese dove le multinazionali farmaceutiche sono potentissime (tanto da piazzare un loro esponente, Bush padre, presidente dell'azienda farmaceutica Lilly, alla presidenza della nazione).

A quanto pare nutrire un'incondizionata fiducia nella scienza medica e nella tecnologia e' un lusso che nessuno al mondo d'oggi si puo' permettere.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I grandi ospedali canadesi sono diventati dipendenti... dalle lotterie !
Il ricorso a questa inconsueta forma di finanziamento, seppur di grande successo, sta determinando una serie di problemi etici. Se ne occupa il Canadian Medical Association Journal.
Il Princess Margaret Hospital di Toronto ogni anno dal 1996 organizza una lotteria che mette in palio sette case, delle quali alcune di altissimo valore. Con quali risultati economici ?
Finora la struttura sanitaria ha ricavato ben 170 milioni di dollari, che rappresentano il 30 per cento del budget totale a disposizione. “Non saremmo in grado di essere uno dei top 5 ospedali nel mondo per la ricerca sul cancro senza quei soldi e quella lotteria”, ammette Christine Lasky, vicepresidente della Princess Margaret Hospital Foundation.
Che problemi comporta per una struttura sanitaria dipendere dal gioco d’azzardo ? “Credo che la questione vada approfondita”, spiega Jennifer Reynolds dell’University of Toronto. “Si tratta di una strategia di finanziamento che incentiva la cultura della "normalizzazione" del gioco d’azzardo”.
Fonte: Hospital lotteries not always the best bet. CMAJ 2008; 178(13):1643-44.

Commento NdR: cosa non si fa per perpetuare la NON conoscenza sulle Vere cause delle malattie....e servire cosi' la ricerca fasulla...e l'utilizzo di farmaci di sintesi....e le linee guida delle case farmaceutiche...
seguito su: Fisica dell'Intenzione, un nuovo modo di fare Medicina

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

I medici, molto spesso, prescrivono farmaci ed esami senza che vi sia la reale necessità per il paziente, a causa dello scarso rapporto che c'è tra la gente e i camici bianchi. E' la cosiddetta "medicina difensiva", che porta il medico a cautelarsi da eventuali denunce prescrivendo al paziente esami o farmaci quando, invece, il tutto si potrebbe curare in maniera del tutto più semplice.
E' il sottosegretario al Welfare Ferruccio Fazio a lanciare l'allarme, durante la presentazione a Roma dello studio "Medici in difesa, prima ricerca del fenomeno in Italia: numeri e conseguenze", una ricerca effettuata dall'Ordine dei medici della Provincia di Roma su 800 dottori.

Un problema che non è da sottovalutare, anche analizzando i dati dell'Associazione che raggruppa le compagnie assicurative (Ania). Secondo l'associazione, in 10 anni si passati da 17mila denunce a 28mila (+66%). Una cifra che, inevitabilmente, spinge i medici a coprirsi le spalle e a prescrivere farmaci anche quando non vi è effettivo bisogno.
"Sono i pazienti a dover fare i conti con un eccesso di esami, che nel caso di raggi X e Tac non sono sempre senza conseguenze, almeno in prospettiva futura" ha detto Fazio. "Tutto ciò è dovuto in maggiore ansia e nella perdita del rapporto di fiducia con il paziente. Proprio laddove invece si dovrebbe recuperare l'umanizzazione della medicina".
Fonte: http://www.romagnaoggi.it/cronaca/2008/9/25/103707/


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Cartelle Cliniche Digitali: BOCCIATE - Italy
Annunciate come una rivoluzione foriera di miglioramenti e possibilita' in sanita' esse lasciano molto a desiderare.
Cio' e' apparso da uno studio di verifica finanziato dalla regione Veneto, con i findo dell'Aifa (Ag. It. Farmaco). L'obiettivo era di valutare in 8 software, quelli piu' utilizzati in Italia dagli ospedali, la qualita' dei contenuti delle cartelle cliniche in medicina generale.

Questi i risultati:
- Nessun software offre informazioni dettagliate su efficacia e sicurezza o meno, dei farmaci
- Nessuno contiene fonti indipendenti dalle case farmaceutiche produttrici dei farmaci dei medicinali utilizzati sui pazienti, che segnalino i loro pericoli documentati
- Per l'interazione fra i farmaci, solo in 1 software sono presenti: documentazione, data di aggiornamento, gravita' clinica, avviso di effettuare esami clinici per 3 dei 9 farmaci valutati
- Nessuno dei programmi vi e' l'elenco completo dei farmaci equivalenti a quelli di marca e solo 2 segnalano la disponibilita' di medicinali generici al momento della prescrizione
- La presenza delle carte di rischio cardiovascolare non e' correlata alla prescrizione di statine
- In 2 su 8 software e' stata riscontrata anche la presenza di pubblicita' di farmaci

Tutto perche' questi "programmi per computers" sono stati preparati da personale legato in qualche modo alle case farmaceutiche, o peggio ancora i programmi sono stati ceduti-venduti dalle case farmaceutiche stesse o da loro affiliate.

Medicina difensiva: eccesso di esami clinici
Cosi' si chiama l'inutile moltiplicazione dei test, analisi, visite specialistiche, che i medici allopati prescrivono a tutto spiano, con la scusa che secondo loro "e' meglio 1 esame in piu' che 1 in meno" e che costano molto ed inutilmente alla sanita' pubblica ed allungano di molto le attese ai pazienti.
Questo tipo di inutile approccio sanitario medicale, costa allo Stato Italiano circa 20 miliardi di Euri, trattasi di grave spreco di denaro pubblico.
L'italia e' al primo posto al mondo per il numero di esami radiografici (1 per ogni abitante e di TAC cerebrali, basta un mal di testa e scatta l'accertamento con la Tac.  Cio' e' completamente sbagliato per il paziente e per l'apparato sanitario.
Questo perche' questi medici sono incapaci a "leggere" i segnali (sintomi) del corpo umano, sintomi che sono sempre presenti prima e durante una qualsiasi malattia.
Se i medici allopati fossero istruiti alla tecnica detta "Morfologia" (lettura del corpo) insegnata da migliaia di anni dalla Medicina Naturale, questi inutili sprechi del nostro denaro e delle lunghe attese per conoscere la diagnosi del proprio malessere, potrebbero essere evitate come anche le false od errate diagnosi

Ma cio' succede perche'  le Universita' (facolta' di medicina) sono al servizio delle multinazionali della farmaceutica mondiale, ed i baroni della medicina sponsorizzati anch'essi da Big Pharma, impediscono ai medici la vera conoscenza di tutte le cure-tecniche terapeutiche possibili per ogni male, e quindi il medico "licenziato" con tanto di laurea, pur essendo in buona fede, e' incapace ad effettuare corrette diagnosi senza mezzi costosi, quali le apparecchiature biomedicali diagnostiche, senza contare che spesso capita anche che alcuni di quei medici siano anche incapaci a decifrare con correttezza cio' che indicano le analisi, tac, radiografie, ecografie, ecc.

Oltre al fatto che, essendo incapaci a leggere il corpo umano, quei medici hanno anche paura di sbagliare (centinaia di migliaia le denunce in Italia per errori di medici)  ed a pagarne le conseguenze, questa paura si diffonde rapidamente ed a ogni livello della categoria medico-sanitaria.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

"Per i loro imbrogli sono pieni di crudeltà e peggio di tutti gli altri; ingannando non solo con le truffe economiche ma anche con l'irreparabile frode della morte" - By Sir Thomas Browne, 1646, in "Saltimbanchi, truffatori e ciarlatani"

Commento NdR:....Questa sembra proprio la descrizione degli attuali medici ufficiali allopati, incapaci a risanare i malati..., per cui essi sono venditori di fumo se non addirittura pericolosi per la salute dei malati.... in quanto i medici non sono stati volutamente istruiti a dovere (BIG PHARMA controlla le Universita' e tutta la filiera sanitaria…)  impedendo loro di conoscere tutte le naturali e semplici tecniche sanitarie possibili, che potrebbero risolvere i problemi di salute di TUTTI i malati !
Se la medicina ufficiale non avesse la chirurgia d'urgenza, la traumatologia e la rianimazione.....che la "salva dal disastro", sarebbe alla canna del gas.... in quanto la terapeutica fa acqua da tutte le parti, perche' i malati non guariscono mai, ma divengono, quando non muoiono, malati cronici e quindi sfruttabili per tutto il resto della loro esistenza come malati....


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Chi ha Paura delle Costituzioni Semeiotico Biofisiche Quantistiche e dei Reali Rischi Congeniti ? - Mer, 27/01/2010
La Medicina Accademica, insegna che siamo nati TUTTI uguali. Questo spiega perchè i medici hanno fede cieca nella EBM (Evidence Based Medicina), da alcuni, incluso chi scrive, ribatezzata Evidence (Bias-) Based Medicine !
La realtà, nessuno può confutarlo, è ben differente. Accanto ad individui della stessa famiglia che muoiono di cancro,  gli appartenenti ad un altro gruppo familiare si ammalano tutti di CVD, ma non di tumore maligno, anche se vivono nella stessa città, palazzo e piano, alimentandosi in modo uguale, lavorando nello stesso stabilimento, e sono tifosi della stessa squadra di calcio (il Genoa, per l'esattezza).
Sia le Costituzioni sia i loro reali rischi, riconosciuti con un semplice fonendoscopio, sono ereditati dalla madre, a seguito della loro stretta dipendenza da una patologia respiratoria mitocondriale che ho definito Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica.
Se, dunque, le Costituzioni esistono, come i loro Reali Rischi Congeniti, allora la popolazione può essere divisa - a partire dalla nascita dei singoli individui - da Linee di Demarcazione nettamente in due parti col semplice uso del fonendoscopio, senza alcuna spesa per il Sistema Sanitario Nazionale: da un lato TUTTI i predisposti alla determinata malattia, dall'altra tutti coloro che sicuramente non ammaleranno di quella patologia.

Le conseguenze della nuova Weltanscauung sono tanto evidenti da non doverle nè elencare nè commentare. Ma quì sta la pericolosa innovazione, che fa tremare vene e polsi ad alcuni individui: se io, colpito da infarto miocardico nel 2001 - purtroppo il Reale Rischio CONGENITO di CAD non l'avevo ancora scoperto! - non sono colpito dalla Costituzione Diabetica, perchè  la mia cardiologa e mia moglie, amica sua... e Medico di Laboratorio,  mi salassano periodicamente per valutare la glicemia ?

Perchè il paziente NEGATIVO per il Terreno Oncologico e quello POSITIVO per il TO, ma senza il Reale Rischio di Cancro della Prostata devono essere Terrorizzati Psicologicamente  dai loro medici che consigliano e prescrivono loro la ricerca dell'inutile PSA ?
Ieri 26 gennaio 2010,  miei commenti critici su questo specifico argomento sono stati messi in rete in siti famosi: British Medical Journal, Nature, The Heart e nell'eccellente blog raivaticano.it

PS - Se qualcuno tra i lettori conosce Luciano Onder ed il Ministro della Salute On Ferruccio Fazio, per favore consigli loro di visitare almeno le pagine a me riferite con i miei scritti in questo meritevole sito !
By Sergio Stagnaro - Fonte: semeioticabiofisica.it 

Importante: ….pur segnalando in questo Portale Guida alla Salute Naturale le gravi anomalie (anche criminali) della Sanita’ Mondiale gestita dalle Lobbies  farmaceutiche e dei loro “agenti-rappresentanti” inseriti a tutti i livelli, Politici e Sanitari nel Mondo intero, vogliamo anche ricordare e spendere per Giustizia delle parole per gratificare e ringraziare quei centinaia di migliaia di medici (quelli in buona fede) che, malgrado le interferenze degli interessi di quelle Lobbies, incessantemente si prodigano ogni giorno aiutare i malati che a loro si rivolgono e che con i progressi delle apparecchiature tecnologiche per la diagnostica e delle tecniche interventive, stanno facendo notevoli progressi e raggiungono per essi risultati ed effetti benefici, che fino a qualche anno fa erano impensabili.
Vediamo ogni giorno progressi in tal senso, ma la terapeutica indicata dalla direzione della Sanita’ ufficiale Mondiale = OMS (che e' legata alle linee guida di dette Lobbies), non segue, salvo rari casi, quella curva progressiva di benessere per i malati.

Se questi bravi medici che operano giornalmente sul campo, conoscessero anche la Medicina Naturale, e le sue tecniche diagnostiche e terapeutiche, potrebbero migliorare e di molto le loro tecniche, con grande beneficio per tutti i malati.
Auspichiamo che questi nuovi "medici", quelli veri, imparino a "curare" e non a ritenersi dispensatori di vita o di morte...che imparino UMILMENTE tutte le tecniche sanitarie possibili....per accompagnare il malato sulla via della guarigione e/o delle morte se e' divenuto impossibile curarlo, dopo aver provato QUALSIASI metodo di "cura", anche quelli non insegnati dalle "Universita" !
Questo e' il vero medico che auspichiamo divenga al piu' presto l'operatore sanitario che tutti i pazienti vorrebbero e nel quale porre la propria fiducia..... !
Anche se la tecnologia medica (apparecchiature e chirurgia) fanno passi da giganti, rimane pur sempre la terapeutica come fase di completamento per la guarigione dei malati, fase che sta ormai dimostrando nella medicina moderna allopatica, sempre piu' i suoi gravi limiti, per l'impreparazione e la mancanza di informazioni atte alla cura che hanno gli attuali medici ... sfornati cosi impreparati dalle Universita' ....al soldo- ideologico delle Case farmaceutiche e dei cartelli della chimica...


MEDICINA &  SANITA' UFFICIALE - INDICE
(Pagine sull'argomento, in ordine Alfabetico)
In questi altri "Indici-Index", troverete molte altre e variegate informazioni interessanti
Index 4 - Index 5 - Index 6 - Index 7 - Index 8 - Index 9 - Index 10 - Index 11 - Index 12 - Index 13 - Index 14
 


MAPPA del SITO - INDICE GENERALE per ARGOMENTI
 

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.