Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


COME DISTRUGGERE il Vs. SISTEMA IMMUNITARIO in modo "SCIENTIFICO" 
IMPORTANTE: questo pdf: http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf
"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Vaccino Acelluvax (Chiron-Novartis) DANNOSO
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Premi in denaro ai medici che vaccinano...
 

Il Vaccino è un preparato derivante da una sospensione di batteri (vivi od uccisi) o virus, oppure di tossine da essi ricavate, che dovrebbe indurre nel vaccinato una produzione artificiale di anticorpi.

vedi: VACCINAZIONI di MASSA - il CRIMINE delle Vaccinazioni nel Mondo + Contenuto dei vaccini + Effetto Gregge  +   Immunodepressione da Vaccino - 1 + Immunodepressioni ed alterazioni immunitarie dai Vaccini + Meccanismo dei danni dei vaccini + Malattie autoimmuni + Perche' vaccinare ? 
 

Si distinguono vaccini monovalenti (preparati con un solo ceppo batterico o con un solo tipo di virus), polivalenti (preparati con più ceppi delle stessa specie) e misti (che contengono germi o tossine di una pluralità di malattie).
I primi due tipi sono impiegati per prevenire un'unica malattia infettiva, il terzo per prevenire una pluralità di malattie.
Sono in commercio vaccini "antitossici" (costituiti da batteri, come quello per il tifo,  la tubercolosi, per la peste, per la meningite) e "antivirali" (costituiti da virus, come quello per la poliomielite, per la rabbia, il vaiolo, l'influenza, ecc...).
Buona parte dei vaccini è fabbricata coltivando le sostanze tossiche,  batteriche o virali sul corpo dell'animale o su particolari organi dell'animale (reni di scimmia, ventre della pecora, cervello e midollo spinale del coniglio e del cane, cervello della scimmia, ecc...); altri vaccini sono coltivati su prodotti dell'animale (uova di pollo o di anatra), altri su cellule e tessuti umani, altri sono ottenuti con la manipolazione genetica.
Nessun tipo di fabbricazione può garantire l'innocuità del vaccino, in quanto le sostanze tossiche, batteriche o virali che esso contiene possono avere effetti imprevedibili nel corpo del vaccinato.
Sotto questo profilo non è la qualità del vaccino che è messa in causa, e neppure il tipo di fabbricazione, ma il principio stesso della vaccinazione, che molti definiscono utopistico.
La presenza di virus estranei (eterologhi) nei vaccini (contaminanti) coltivati sull'animale o su prodotti degli animali, aumenta notevolmente i rischi. In questo caso il vaccino, come è stato più volte provato, può contenere (oltre agli agenti patogeni della malattia da cui si vuole immunizzare) altri agenti patogeni, i cui effetti indesiderati si manifestano presto o tardi in modo dannoso. Gli animali sono infatti portatori di virus latenti (cioè virus che vivono allo stato di latenza, durante il quale non scatenano malattie) tipici della loro specie: inoffensivi per l'animale sano che vive nel proprio ambiente naturale, in quanto originari e congeniti, facenti parte del suo patrimonio genetico, ma in grado di passare dallo stato di latenza a quello di virulenza se introdotti in altre specie. Questa prerogativa risulta del tutto evidente, se si pensa che il virus introdotto col vaccino nell'uomo si trova in un ambiente nuovo per lui, su un altro terreno". (...) Certamente i vaccini coltivati su cellule umane sono meno rischiosi, in quanto non inficiati dai virus specifici delle diverse specie animali.(...)

Questo non prova tuttavia che i vaccini coltivati su cellule umane siano innocui né che, attraverso l'impiego di uno strumento migliore, tutta la casistica della profilassi vaccinale debba uscirne assolta. È invece importante, proprio nella valutazione del rapporto rischio-beneficio, soffermarsi sul valore dell'immunità offerta dal vaccino.(...)
Il dottor Buttram afferma che esistono molte pubblicazioni importanti che trattano dei danni al sistema immunitario in seguito a vaccinazione, ma che queste opere sono ignorate: non soltanto dal grosso pubblico, e volutamente ignorate da coloro che sono preposti alle organizzazioni della salute pubblica.
Poiché l'effetto nocivo delle vaccinazioni è sovente ritardato, indiretto o mascherato, Buttram pensa che carenze immunitarie che si manifestano molto tempo dopo la vaccinazione possano anche essere attribuite alla vaccinazione stessa".
Tratto da: "Il Tabù delle vaccinazioni", di M. Schär-Manzoli, ed. ATRA

Commento NdR. questa giornalista si dimentica di dire che
gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò è falsamente considerato immunità.

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

 

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

VACCINI OMICIDIO di MASSA
 

 

Molti bambini con ritardi mentali, incapaci di inserirsi nell'ambiente scolastico, disadattati e con turbe caratteriali, devono questi handycaps agli effetti delle vaccinazioni. Sono i fatti che parlano: molti docenti hanno constatato che allievi dapprima diligenti sono diventati svogliati e incapaci di concentrarsi dopo essere stati vaccinati.
Una conferma viene da indagini cliniche: il cervello dei vaccinati reagisce negativamente al virus vaccinale forzatamente inoculato, con la conseguenza che il potere di concentrazione viene annullato a favore di un'instabilità emotiva, di sensi di angoscia e di depressione. Si tratta quindi di modificazioni del carattere e del comportamento. (...)
Ecco, in breve, quanto riferito dalla letteratura medica riguardo ad alcuni danni di tipo neurologico, relativi ai vaccini (...):
Vaccino per:
Pertosse: Convulsioni e danno cerebrale permanente accompagnati da ritardo mentale ("Medecine et Hygiène, 1979).
Difterite: Turbe nervose, encefaliti, disturbi psichici e ritardi mentali sono fra le conseguenze di tipo neurologico della vaccinazione.
Tetano: Complicazioni neurologiche sono conosciute da tempo ("Le Concours Médical", 1977).
Poliomielite: Lesioni cerebrali con conseguente perdita dell'intelligenza ("Acta Medica Empirica",# 5,1986), convulsioni ("Medecine et Hygiène", #2, '81), paralisi, sclerosi a placche, ecc...

Vaccino ricombinato Difterite-Tetano-Pertosse (DIFPERTAL):
Una commissione d'esperti, nominata in GB, ha concluso che il vaccino combinato è molto probabilmente la causa di disordini nervosi. Secondo il dottor Gordon T.Stewart, (...) tale vaccinazione può produrre delle lesioni cervicali leggere che vengono al momento sottovalutate o neppure constatate, ma i cui effetti si verificano più tardi sotto forma di ritardi nell'apprendimento o con problemi a livello motorio.(...)".
Tratto dalla rivista: "Orizzonti della medicina",dic.1996

(...) le amebe sono delle forme protozoiche molto diffuse e alcune di esse sono state ritenute come causa di gravi malattie in animali e umani. È anche assodato come le amebe siano importanti contaminanti di colture di tessuti usati nelle preparazioni biologiche, ed i vaccini sono le più importanti perché sono largamente iniettati in neonati e bambini. (...)
Un grande numero di casi di meningoencefalite e di gravi infezioni respiratorie in bambini e neonati possono venir collegate all'assunzione di vaccini che hanno un'alta possibilità di essere contaminati dalle amebe presenti nell'aria e sulle superfici dei laboratori".

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini: esperimenti medici sulle masse
By Dewey Ross Duffel & Ingri Cassel [02/10/2006]

Fino a poco tempo fa, poche persone interrogavano i loro dottori quando l'ostetrica dell'ospedale portava via i loro neonati perché fossero "ripuliti". Questo prima di realizzare che in quel periodo sono spesso soggetti ad interventi medici non necessari, come le iniezioni di Vitamina K e contro l'epatite B.

La maggior parte dei genitori non è consapevole che il vaccino per l'epatite B non è mai stato clinicamente testato sui bambini sotto i cinque anni di età. Infatti, tutti i vaccini attualmente in uso sono autorizzati soprattutto in base ad una specifica risposta di anticorpi e non su studi che ne provino la sicurezza o l'efficacia. Queste enormi sperimentazioni mediche sui nostri bambini continuano all'età di due mesi, durante il primo controllo del neonato, quando il pediatra raccomanda che siano somministrate cinque iniezioni di TaP, Hib, Hep B (la seconda dopo la nascita), IPV (vaccino inattivo contro la poliomielite), e PCV (vaccino pneumococcico) durante la visita e tutte nel giro di mezz'ora.

A causa della fiducia dei genitori nell'esperienza e lo studio del loro pediatra, la maggior parte dei genitori non mette in dubbio che sia saggio iniettare tutti questi antigeni nel loro prezioso bambino in un tanto breve periodo di tempo. La marea sta cambiando, comunque, perché tante persone sono testimoni di amici e famigliari che soffrono di reazioni negative alle vaccinazioni di routine.

La ricerca rivela che la propaganda di promozione dei vaccini non è sostenuta dalla scienza. Nonostante questa ricerca richieda considerevoli tempo ed energia, molti genitori hanno scoperto che è uno studio che avrebbero voluto fare prima. La vaccinazione non è una procedura di emergenza e nulla è più importante dei nostri bambini. Un a dilazione di pochi mesi nel fare questa decisione vitale è certamente giustificata.
Tratto da: http://www.laleva.org/it/vaccini.html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccinazioni e Malattie Autoimmuni

Dr. Kris Gaublomme - (Traduzione da "International Vaccination Newsletter")
Gli effetti collaterali delle vaccinazioni possono e dovrebbero essere studiati sotto ogni prospettiva e con grande accuratezza. Questa è responsabilità delle autorità.
Comunque, per mia esperienza, è giusto fare anche delle ricerche per conto nostro, poiché molte informazioni, per qualche ragione misteriosa, non vengono mai diffuse. Una delle caratteristiche di questa ricerca dovrebbe essere quella di andare oltre i singoli sintomi per scoprire le vere malattie.

Nel fare ciò osserviamo che ogni singola reazione vaccinale può essere riportata ad una reazione patologica del Sistema Immunitario S.I.). Questo è abbastanza logico dal momento che l’intera idea delle vaccinazioni è esattamente quella di influenzare tale sistema con lo scopo di "stimolarlo" o "prepararlo" per la grande battaglia.
Ovviamente il S.I. reagisce all'inoculazione ma non sempre nel senso di essere stimolato o rafforzato; al contrario, appare sempre più evidente è che i vaccini vi creano disorganizzazione nel Sistema Immunitario (S.I.) e lo "paralizzano" in maniera che le risposte appropriate alle sfide giornaliere, che tutti noi incontriamo, diventano difficili se non impossibili.
Uno dei risultati di questa situazione è l’aumento di tutte le tipologie di stati cronici, come le infezioni dell’apparato respiratorio, le allergie, ecc.

Una delle cose più importanti che osserviamo è il "livello di confusione del S.I.", che può raggiungere un tale grado da non essere più capace di differenziare tra i propri tessuti e le sostanze estranee. 
È così che si creano le malattie autoimmuni.  Il S.I., in seguito costruisce anticorpi contro le strutture del proprio corpo invece di reagire verso le proteine estranee.
E così il corpo distrugge se stesso: ad un altro livello l’uomo distrugge la sua specie. 
Forse è proprio questa la sostanza di tutta la storia delle vaccinazioni.

In questo articolo vorrei illustrare, con l'esempio di alcune sindromi specifiche, come funziona questo meccanismo di auto-distruzione e dove conduce. Gli anticorpi possono attaccare tutti i tessuti del corpo.
Se l’obiettivo sono i vasi sanguigni, allora diagnostichiamo una Periartrite Nodosa. In linguaggio tecnico, questa è un’infiammazione dell’intima, uno degli strati più interni dei vasi sanguigni. 
Questa sindrome è stata notata dopo le vaccinazioni per la difterite, l’epatite, la tubercolosi e il tetano. Ovviamente l’intero corpo può essere colpito da questa malattia che a volte porta all'amputazione delle parti malate.

Sul numero dì settembre ‘96 di International Vaccination Newsletter abbiamo già scritto di altre tre malattie autoimmuni.

La Sclerosi Multipla è la più nota. Qui è il tessuto nervoso ad essere attaccato e parzialmente distrutto, con conseguente perdita di controllo sulle membra inferiori, incontinenza urinaria, impotenza e disturbi della vista (diplopia). Il vaccino della epatite B non è il solo a scatenare questa malattia. La sclerosi multipla è stata collegata a vari vaccini, come quello per il vaiolo (2,3,4,5), tubercolosi,febbre gialla, febbre tifoidea, rabbia (6,7),la polio e il tetano.

La Neurite Ottica è l’infiammazione del nervo ottico che inoltre è considerata come una reazione autoimmune, può avvenire dopo la vaccinazione antiepatite B come dopo l’antinfluenzale (13,14, 15), la rosolia (16, 17), l’MMR (Morbillo-Rosolia-Parotite) (19) e l'antitetanica (18, 21)

La Mielite Trasversa è l’altra affezione autoimmune demielizzante osservata dopo la vaccinazione. Esempi sono la vaccinazioni per la rosolia (16,22, 23), l’influenza (Beghi, 1982), l’epatite B (20, 24), (25), la rabbia (26,27, 28), il vaiolo (29, 30)
Anche una combinazione di antidifterite-tetano e polio può causare questa malattia (31).

Il Diabete Mellito è una condizione autoimmune che riguarda le cellule del pancreas che producono insulina. Un aumento del 60% è stato osservato dopo la Campagna di vaccinazione in Nuova Zelanda.

L’Eritema Nodoso (8) si manifesta con protuberanze rossastre in superficie; comunque la malattia colpisce anche i tessuti più profondi del corpo.

L'Artrite Reumatoide
(10, 11, 12)
è stata menzionata da diversi autori principalmente dopo la vaccinazione per l’epatite B.

L’Epatite B può essere indotta con la vaccinazione specifica.
In accordo con alcuni autori, l'Asma appartiene a questo gruppo di malattie. 
Problemi di asma sono spesso osservati dopo la vaccinazione antipertosse: Michel Odent ha scoperto un legame tra l’asma e questa vaccinazione (33). L’antiepatite ne è ugualmente un fattore scatenante (34).

By dott. Kris Gaublomme che è un medico di Genk, Belgio, reperibile presso:
International Vaccination Newsletter - Krekenstraat 4, B-3600 Genk, Belgium - GSM 0475.650471

Bibliografia:

2. Herrlich, A.; "Handbuck der Schutzimpfungen" Springer Verlag, 1965
3. Buchwald, G.; "Ist die Multiple Sklerose eine Folge der Pockenscghutz Wiederimpfung?" Der deutsche Arzt., 1972; 3
4. Stickl, H.; "Die Beurteilung von Impfschäden. Rechtsfragen und Begutachtung" Die Medizinische Welt,1972; 1495-7
5. Stickl, Weber; "Schutzimpfungen" p. 101
6. Grimm, J.; Sinnecker, H.; "Vortrag auf dem Tollwut-Symposium des Insituts für Poliomyelitis und Virusenzephalitiden der AMW Moskau und des Epidemiologischen Zentrums der Staatlichen Hygieneinnspektion" Postdam 1977
7. Kuwert, E. ; Werner, J.; "ZBI Bakteriol. Parasitenkd Infekt" - Kr. U. Hyg. I. Abt. Orig.
A 239, 1977: 437
8. Rogerson, R.J.; Nye, F.J.; "Hepatitis B vaccine associated with crythema nodosum and polyarthritis" BMJ, 1990; 301: 345
9. Classen, J.B.; "Childhood Immunisation and diabetes mellitius" New Zeal Med. J., 1996; May 24: 195
10. Centrum voor Geneesmiddelenbewaking, "Overgevoeligheid bij vaccinatie tegen hepatitis B" Folia Pharm., 1992; 19/4: 31-2 (Vaccine: Engerix)
11. Biasi, D.; et al.; "A new case of reactive arthritis after hepatitis B vaccination" Clin. Exp. Rheumatol, 1993; 11: 215
12. Hachulla , E.; et al.; "Reactive arthritis after hepatitis B vaccination" J. Rheumatol, 1990; 17: 1250-1
13. Wells, C.E.C.; "A neurological note on vaccination against influenza" BMJ, 1971; 3: 755-6
14. Bienfang, D.C.; et al.; "Ocular abnormalities after influenza immunization" Arch Ophtalmol., 1977; 96: 1649
15. Perry, H.D.; Mallen, F.J.; Grodin, R.W.; Cossari, A.J.; "Reversible blindness in optic neuritis associated with influenza vaccination" Ann. J. Ophtalmol., 1979; 11:545-50
16. Behan, P.O.; "Diffuse myelitis associated with rubella vaccination" BMJ, 1977; ii: 166
17. Kline, L.B.; Mergulies, S.L.; Oh. S.J.; "Optic neuritis and myelitis following rubella vaccination" Arch neurol, 1982; 39: 443-6
18. Pollard, J.; Seby, G.; "Relapsing neuropahty due to tetanus toxoid" J. Neurol. Sci., 1978; 37/1-2: 113-125
19. Kazarian, E.L.; Gager, W.E.; "Optic neuritis complicating measles, mumps and rubella vaccination" Amer. J. Ophthalmol., 1978; 86/4: 544-547
20. Shaw, F.E.; et al.; "Postmarketing surveillance for neurologic adverse events reported after hepatitis B vaccination" Am. J. Epid., 1988; 127/2: 337-52
21. Topaloglo, H.; "Optic neuritis and myelitis after booster tetanus toxoid vaccination" Lancet 1992; I: 178-9
22. Holt, S.; Hudgins, D.; Krishnan, K.R.; Critchley, E.M.R.; "Diffuse myelitis associated with rubella vaccination" BMJ, 1976; 6043 ii: 1037-8
23. Fenichel, G.M.; "Neurological complications of immunization" Ann. Neurol.., 1982; 12: 119-28
24. VAERS, Nov. 1990 - July 1992
25. Joyce A.; Rees, J.E.; "Transverse myelitis after measles, mumps and rubella vaccine" BMJ, 1995;311: 422
26. Appelbaum, E.; Greenberg, M.; Nelson, J.; "Neurological complications following antirabies vaccination" JAMA, 1953; 151: 188-91
27. Harrington, R.B.; Olin, R.; "Incomplete transverse myelitis following rabies duck embryo vaccination" JAMA, 1971; 217: 2137-38
28. Miller, H.G.; Stanton, J.B.; "Neurological sequelae of prophylacetic inolculation", Q. J. Med. 1954: 23: 1-27
29. Broadbank, T.W.; "Postvaccinal myelitis" JAMA, 1931; 97: 227-8
30. Paine, R.S.; Byers, R.K.; "Transverse myelopathy in childhood" Am. J. Dis. Child., 1953; 85: 151-63
31. Whittle, E.; Roberton, N.R.C.; "Transverse myelitis after diphtheria, tetanus and polio immunisation" BMJ 1977; 1450-51
32. "Autoimmunhepatitis durch Hepatitis A – Impfstoff (HAVRIX u.a.)?" 1996; 10: 103
33. Odent, M.; Culpin, E.; Kimmel, T.; "Pertussis vaccination and ashma: is there a link?" JAMA, 1994; 272/592-3
34. Lohiya, G.; "Ashma and urticaria after hepatitis B vaccination" West J. Med., 1987; 147: 341

Una raccolta più ricca di bibliografia riguardo ai possibili danni da vaccino è reperibile oltre che nel ns sito 
vedi 1000 studi sui danni dei vaccini, anche nei siti web americani.


L'Epatite B e' stata "inventata" con il vaccino per la Polio Sabin = visionare le comprovanti statistiche Istat  !
Cosi come la Meningite e' stata inventata dai vaccini per la Polio + EpatiteB  !


Commento NdR: questi studi dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate !
 

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.