Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


 MORTI per VACCINI - I Vaccini sono Sicuri ? NO ! 
Piccolo elenco di morti per vaccino

Bambini morti dopo vaccino: http://vactruth.com/2012/01/19/baby-dies-after-first-shots/
Il Thiomersal dei vaccini produce danni anche gravi
Metalli tossici
Danni al sistema enzimatico da Vaccini e metalli 
By Giusy Arcidiacono (CT) - arcidiaconogiusy@hotmail.com -
Perito Commerciale - chimico
Sindrome della permeabilita' intestinale ed autismo
Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF dott. M. Proietti
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Premi in denaro ai medici che vaccinano...
 

Vaccini avvelenati in Bosnia - 30.12.2008 
vedi: Morti per SIDS =Vaccini + Morte nella culla + Morti e malati con il Gardasil (vaccino per lo HPV)

RIGURGITO o VACCINO ?
Una bimba di 6 mesi è morta per un rigurgito all'asilo nido di Robbiate (Lecco) -
31 Ott. 2013
Una bambina di soli 6 mesi (eta' nella quale si fanno i richiami per i vaccini) è morta nella culla giovedì mattina all’asilo nido di Robbiate, nel Lecchese. Subito dopo aver mangiato la bimba, figlia di una coppia di Verderio Superiore (LC) Italia, sarebbe stata riposta nella culla, ma un rigurgito l’avrebbe soffocata, provocandole un arresto cardiaco.
La piccola aveva mangiato poco prima ed era stata messa nella culla. A dare l'allarme è stata la nonna, che lavora nella struttura. Avvicinatasi alla nipote per controllarla, l'ha trovata in condizioni disperate. La neonata ha avuto un arresto cardiaco a causa di un soffocamento.
 Il 118, intervenuto immediatamente, ha tentato di rianimarla, poi l'ha portata al pronto soccorso, ma per lei non c'era più nulla da fare. La Procura di Lecco ha disposto l'autopsia sul corpicino della bimba. Secondo quando si è potuto apprendere, la bambina fino ad oggi non aveva mai avuto problemi di salute.
L'allarme è stato lanciato attorno alle 10 dagli operatori del micronido dei Maggiolini, dove la bambina stava riposando nella culla dopo aver avuto la pappa e dove si trovava anche la nonna, che a quanto risulta collabora con la struttura.
I medici dell'ospedale di Merate hanno tentato a lungo di rianimare la piccola ma non c'è stato nulla da fare.

Commento NdR: quanto tempo e’ intercorso dopo l’ultima vaccinazione ? e come mai le autopsie in questi casi, quei medici, non vanno a controllare il cervello (specie il cervelletto) del soggetto vaccinato per vedere cosa avviene nella microcircolazione cerebrale (microischemie) dopo la vaccinazione…??
NESSUNO degli "enti a tutela" tiene delle statistiche su bambini che morirebbero per "rigurgito"...perche' ??

SIDS (Morte nella culla) tutti sono soggetti vaccinati !
....
Forse ucciso dal rigurgito il bambino di due anni trovato morto nel lettino - Oggi si farà l'autopsia sul corpo del piccolo. Cordone di solidarietà intorno ai genitori sotto choc......

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini


CINA - 24/12/2013 - Almeno sette bambini sono morti in Cina dopo aver ricevuto un vaccino per l'epatite B.
Lo riportano i media cinesi locali, sollecitando una risposta delle autorità mentre l'agenzia del farmaco cinese ha sospeso l'uso del preparato.
Oltre 44 milioni di dosi di questo vaccino sono gia' in magazzino o sono stati gia' venduti in 27 province e regioni della Cina, questo e' quanto riporta il giornale Pechino Chenbao, mentre secondo altri media cinesi, ci sarebbe anche un altro decesso di un bimbo al quale è stato inoculato un vaccino prodotto da un'altra ditta.
Quella contro l'epatite B è una delle dieci vaccinazioni gratuite ed obbligatorie nella Repubblica Cinese e viene somministrata in più dosi, la prima delle quali a 24 ore della nascita.
Il caso riaccende la polemica sulla lunga lista di scandali nelle industrie alimentari e farmaceutiche del paese, alimentato anche da lassismo, corruzione e/o collusioni delle autorità di vigilanza, cosa assai nota e praticata non solo in Cina, ma in tutte le nazioni del mondo, ormai sottomesse e/o colluse con Big Pharma.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

A PROPOSITO CHE I VACCINI FANNO BENE AI NOSTRI BAMBINI - 27 ottobre 2010
40 bambini uccisi dal vaccino MMR nel Regno Unito - e la vera realta' potrebbe essere 10 volte peggiore.
Quaranta bambini sono morti dopo una vaccinazione di routine con MMR e 2.100 in più hanno subito una reazione grave, le autorità sanitarie del Regno Unito sono state costrette a divulgare questa in settimana - e queste cifre sono solo la punta dell'iceberg.
Due dei bambini vaccinati sono rimasti danneggiati permanentemente al cervello, e altri 1500 bambini hanno subito reazioni neurologiche, tra cui 11 casi di infiammazione del cervello e 13 casi di epilessia e coma.
Nel complesso, ci sono stati più di 2.100 reazioni avverse al vaccino per l’infanzia nel Regno Unito negli ultimi sette anni.
La sanità inglese e Healthcare Products Regulatory Authority (MHRA), furono costretto a rivelare i dati a seguito di una domanda di un giornalista sotto legislazione sulla libertà di informazione.
Il quadro reale è probabilmente molto peggiore. I casi MHRA sono solo quelli che i medici hanno riferito, se i medici non credono che il vaccino abbia provocato la reazione, non lo segnaleranno.
Si sospetta che appena il 10 per cento di tutte le morti e le reazioni da vaccino vengano sempre segnalate; se è così, questo significa che 400 bambini sono morti per un vaccino e 21.000 hanno sofferto una reazione avversa nel solo Regno Unito.
La vera situazione sarà molto peggiore in paesi come Stati Uniti, Italia e Francia, dove la vaccinazione per l'infanzia è tutt’ora obbligatoria.
Il mese scorso, il governo britannico è stato costretto da un tribunale a pagare i danni di una madre il cui figlio ha subito gravi danni cerebrali dopo una vaccinazione MMR. Altri 500 casi simili sono attualmente in esame presso i tribunali del Regno Unito.
Queste poche cifre rappresentano una grave battuta d'arresto per il rapporto tra medici vaccinatori e genitori. Molti genitori hanno accettato le rassicurazioni dei medici e delle autorità sanitarie che dichiarano che i vaccini sono sicuri, e che stanno facendo il meglio per il loro bambino e la comunità......(NdR: dei malati...cronici, tanto cara a Big Pharma...e filiera...)
Ora invece, se le cose vanno male, potrebbero essere meno propensi a credere alle smentite del medico e sicuramente inizierebbero a pensare che il vaccino è da biasimare.
Fonte: Times Domenica 24 Ottobre 2010.
Guardate anche le statistiche Ufficiali Italiane "Della SOLA REGIONE VENETO" che confermano innumerevoli danni vaccinali (4.000 denunce di danni per vaccino) !!!!
vedi: Esperimenti sui bambini + Bimbi uccisi con i vaccini

Morti per Danni da vaccino, 1100 pratiche istruite in Italia (di cui 75 in Toscana). 77 i morti, di cui 1 a Siena, 1 a Pisa, 1 a Lucca (a Viareggio) e 1 a Livorno – Roma, 25 Ott. 2013
In poco più di dieci anni quasi 1100 pratiche seguite per ottenere un indennizzo (di cui 75 in Toscana) e poter così pagare le cure o garantire un futuro a chi è rimasto segnato a vita dopo le vaccinazioni ricevute. Sono i numeri del Condav, il Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino, onlus attiva dal 2001 che organizza per il prossimo martedì 29 ottobre la decima edizione della Giornata Nazionale per ricordare le persone morte o rimaste disabili dopo vaccinazione e per fare il punto sui dati, i contenziosi giudiziari e le norme di legge.
L’appuntamento si terrà Presso la Sala delle Colonne, Camera dei Deputati a Roma, via Poli 19, dalle 11 alle 13 e dalle 14.30 alle 19.
“Tra le famiglie che abbiamo seguito in questi anni, ci sono anche 77 casi di morte, tra i quali uno a Siena (un bimbo di 9 anni), uno nel Pisano (un bimbo di 6 mesi), uno a Lucca (un uomo di 36 anni di Viareggio) e uno a Livorno (un bimbo di 11 mesi); un dato che, se si volesse fare una stima più generale e aderente alla realtà, risulterebbe sicuramente approssimato per difetto, poiché a volte le famiglie sono troppo provate per riuscire a chiedere giustizia” spiega Nadia Gatti, presidente del Condav e madre di Silvia, indennizzata per una paralisi agli arti inferiori causata dal vaccino antipolio Sabin.
Tratto da: versiliatoday.it

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

 

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali (ovvero mortali).
Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale. Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

ANCORA UNA BAMBINA MORTA DOPO la SOMMINISTRAZIONE dell'ESAVALENTE. - Luglio 2013
Questo VACCINO e' stato RITIRATO IN MOLTI PAESI MA NON IN ITALIA. RISARCIMENTO RECORD, PERO' NESSUNO RIDARA' PIU' LA BIMBA AI GENITORI. - Muore in culla a causa del vaccino Infanrix, risarcimento record ai genitori.
La loro bambina è morta di Sids ("morte in culla") a pochi giorni dalla vaccinazione con il vaccino Esavalente.
Il tribunale di Pesaro ha deciso un risarcimento record di 200 mila euro alla famiglia, più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare. Una sentenza storica per l'Italia.

A causa dei vaccini 145.000 bambini morti in 20 anni
Secondo uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista medica Human & Experimental Toxicology Journal tra il 1990 e il 2010 ha trovato un collegamento statistico diretto tra le dosi di vaccino più elevate e tassi di mortalità infantile nei Paesi sviluppati.
Tutto questo suggerisce che il numero crescente di vaccinazioni che sono imposte sui bambini da parte delle autorità sanitarie, in particolare negli Stati Uniti, che gestisce il più alto numero di vaccini e ha anche il più alto numero di morti infantili la quale sta avendo un impatto negativo sulla salute.
“L’analisi di regressione lineare senza peso significa che i tassi di mortalità infantile (IMR) hanno mostrato una correlazione statisticamente significativa tra il numero sempre crescente di dosi di vaccino e l’aumento del tasso di mortalità infantile,” ha rivelato lo studio, aggiungendo che risultati di ricerca chiamano correlazione ‘essenziale’ tra la tossicità biochimica o sinergica di dosi di vaccino e dei tassi di mortalità infantile.
Dopo l’analisi, il team ha scoperto che più vaccini un bambino riceve in una sola volta, più è probabile che lui o lei possa subire una reazione grave o addirittura possa sopraggiungere la morte.
Nonostante il fatto che gli Stati Uniti facciano il più alto numero di dosi di vaccino per i bambini tra i Paesi sviluppati, 26 prima che i bambini raggiungono l’età di un anno, il tasso di mortalità infantile è più alto rispetto alle altre 33 nazioni, i quali somministrano meno vaccini. Lo studio illustra chiaramente il fatto che i paesi sviluppati che somministrano meno vaccini hanno tassi più bassi di mortalità infantile, che suggerisce un collegamento statistico diretto tra gli effetti collaterali di vaccinazione e le morti infantili.
Ad esempio, i due paesi sviluppati che richiedono ai bambini di essere immunizzati con la minor quantità di vaccini, Giappone e Svezia, sono anche ai primi posti con tassi più bassi di mortalità infantile.
I genitori sono sempre più informati circa i rischi che comportano il numero crescente di vaccini che sono imposti ai loro figli. Il programma di vaccinazione infantile negli Stati Uniti ora raccomanda che tutti i bambini ricevano 26 dosi di vaccino prima ancora di raggiungere l’età di un anno. Un sondaggio Rasmussen condotto lo scorso agosto ha trovato che 52% degli americani erano preoccupati per la sicurezza dei vaccini.
Gli effetti collaterali, le lesioni e le morti da vaccini sono aumentati improvvisamente, ma questo, a sua volta, sta causando l’implosione del coperchio sulla supervisione del settore farmaceutico (Big Pharma), che porta più gente a resistere vaccini a livello globale grazie alla conoscenza che le vaccinazioni sono più strettamente legate ai guadagni di produzione che a proteggere la salute pubblica.
Fonte: “Natural News” “Multiple vaccine doses have resulted in up to 145,000 child deaths in past 20 years”

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

(Italy) Muore a 17 anni Sequestrato il vaccino antinfluenzale - 27/02/2013
È morto a 17 anni, trovato sul letto in camera sua, alla Pisana. Forse stroncato da un vaccino antifluenzale.
È giallo fitto sul decesso di Fabrizio Catalano, studente delle superiori in zona Monteverde.
Ieri pomeriggio, poco dopo le 14, la mamma è entrata nella stanza e ha fatto la tragica scoperta. Causa del decesso ? Il medico legale escluderebbe il suicidio e la dose mortale di stupefacente. Il giovane non ne faceva uso.
L’altra sera ha assunto l’ultima dose. Ieri mattina quando la madre lo ha visto in camera sua, ha notato che il ragazzo era disteso con le cuffie agli orecchi e la musica sparata. Gliele ha tolte e poi è andata al lavoro.
Come sempre. Quando è tornata è andata a vedere il figlio e si è accorta che era nella stessa posizione in cui l’aveva lasciato. Lo ha scosso, ma niente. Fabrizio era morto. Ha chiamato la polizia che ha subito avvertito il medico legale per avere una prima impressione ed escludere l’ipotesi della morte violenta o dovuta ad altre cause evidenti. Non è stato così. Ed è stato sequestrato i vaccino antinfluenzale.
La mamma è distrutta. Fabrizio era figlio unico.
Nell’ottobre scorso il ministero della Salute e l’Aifa avevano disposto il divieto immediato a scopo cautelativo di alcuni vaccini antinfluenzali Novartis che per colpa di un problema nell’aggregazione delle proteine, potevano, secondo i timori delle istituzioni sanitarie, causare effetti indesiderati.
Ai cittadini, aveva spiegato il ministero con una nota aveva richiesto di non acquistare né utilizzare tali vaccini fino a nuova comunicazione.
Non era stata comunicata alcuna segnalazione di eventi avversi ma allo stato, secondo il ministro, «possiamo stimare che possano eventualmente verificarsi eventi avversi locali e aumento della temperatura». I vaccini vietati: Agrippal, Influpozzi sub unità, Influpozzi adiuvato e Fluad.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Questa è la triste storia di Kaylynne Matten, una bambina sana di 7 anni del Vermont (USA).
Il 2 Dicembre 2011, i genitori della bambina la portano come ogni anno dal medico per la vaccinazione antinfluenzale. Il giorno dopo la piccola accusa un forte mal di testa e le viene la febbre. Il 6 Dicembre Kaylynne, che non aveva mai riscontrato nessuna malattia grave nè aveva mai avuto problemi di salute o reazioni avverse ai vaccini, è diventata cianotica e ha smesso di respirare tra le braccia della mamma.
Ogni volta che un bambino sano muore o viene seriamente danneggiato da un vaccino, i responsabili incaricati di determinare la causa della morte (o della malattia), escludono immediatamente i vaccini in quanto questi sarebbero "così tanto sicuri", mentre i danni da vaccino sarebbero "così tanto rari".
Semplicemente perche' non vengono segnalati per colpa di medici impreparati ed incapaci a diagnosticare  come e quali sono i danni dei vaccini, oppure perche' quei medici sono in mala fede... il cui lavoro dipende dalla vendita di vaccini.
D'altronde perché la morte improvvisa di una bambina di 7 anni in salute dovrebbe preoccupare ?
Non domandiamoci nemmeno come sia possibile che una ragazza sana di 17 anni si sia ammalata, e poi sia morta, dopo le iniezioni del vaccino contro il papilloma virus. Ignoriamo anche tutte queste altre vittime.

Morta per Vaccino -  vedi Danni dei Vaccini + vedi Video

 

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

 

I vaccini uccidono ad un tasso molto più alto di quanto siamo indotti a credere per fede dai medici e dagli "enti" che dovrebbero "tutelare la nostra salute"... ma che nei fatti, tutelano i fatturati delle case farmaceutiche, perche' sono servi e la lunga mano di Big Pharma....
I genitori che vaccinano giocano alla "roulette russa" con i vaccini inoculati ai loro figli.
La posta in gioco con le vaccinazioni, è la vita dei nostri bambini e per di piu', non sappiamo quale bambino sarà la prossima vittima....dei Vaccini".
USA - Dic. 2007 - Cluster di "SIDS": la morte di tre neonati a Coeur d'Alene (North Idaho) induce una madre, Shelly Walker, a reagire. La storia di Shelly Walker e' finita in prima pagina sul The Spokesman-Review newspaper (il 22-12-2007): "Did vaccines kill ?" www.thenhf.com/vaccinations/vaccinations_173.htm
Una famiglia condivide la storia del loro figlio, Vance Walker, morto tre giorni dopo essere stato vaccinato, a quattro mesi, con 5 vaccini (Rotavirus; DTaP; PCV Prevenar; HepB; Inactivated Poliovirus)
Diagnosi: SIDS (cause ? i medici e gli enti sanitari affermano: sconosciute !) http://www.youtube.com/watch?v=99pzV7Fjq8Y
Questo video è stato realizzato in memoria di tutti i bambini che sono morti a causa di questo fenomeno ignoto che chiamiano SIDS.... e che e' il risultato dei danni dei vaccini...(vedi qui il meccanismo)
http://www.youtube.com/watch?v=yhd1U-deQUc

Uno studio del BMJ dimostra che il vaccino DTP uccide - 26/07/2012
Dove sono gli studi che dimostrano la sicurezza dei vaccini ? Apparentemente sono nella fantasia di chi dai vaccini ne trae profitto. Questo studio, come altri precedenti dimostra chiaramente che il vaccino trivalente DTP uccide le neonate.

Il vaccino DTP e stato chiaramente documentato come killer in uno studio pubblicato sul British Medical Journal. E’ stato dimostrato che bambine sane e ben nutrite sottoposte al vaccino DTP hanno un tasso di mortalità superiore a bambine con una nutrizione carente che non sono state sottoposte al vaccino.
Il vaccino Difterite-Tetano-Pertosse è un killer.

Gli autori hanno utilizzato varie tecniche statistiche che tendono a oscurare i risultati. Hanno riportato tassi di mortalità relativi, che è la misura del rapporto tra le probabilità di un risultato contro un altro.
Nonostante il, tentativo di oscurare i risultati, non sono riusciti ad evitare di dire la verità e hanno concluso:
- Sorprendentemente, nonostante i bambini con il miglior stato nutrizionale siano stati vaccinati precocemente, la vaccinazione DTP è stata associata all’incremento della mortalità delle bambine.
- Le bambine vaccinate hanno un tasso di mortalità triplicato rispetto a quello che sarebbe stato senza il vaccino.
La copertura dell’OMS
L’introduzione dello studio sottolinea che l’immissione precoce del vaccino DTP in Guinea-Bisseau (direttamente a sud del Senegal in Africa) “è stata associata a un incremento dell’84% della mortalità”.
Allora l’OMS sponsorizzò diversi gruppi per rianalizzare i dati esistenti, ma tutti hanno ancora riferito “che il vaccino DTP ha avuto importanti effetti benefici”. Tuttavia gli autori affermano che:
- In contrasto abbiamo continuato a trovare effetti negativi della DTP per le bambine in Gambia, Senegal, Ghana, Sudan, Congo e Malawi.
Si noti che l'OMS ha utilizzato vecchi dati raccolti in protocolli non dichiarati, e che l'OMS ha speso ingenti somme di denaro per vaccinare le persone piuttosto che fornire cibo adeguato, acqua e servizi igienico-sanitari, in particolare ad Haiti.
Incredibilmente, l'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che “la fornitura di acqua sufficiente e sicura e la sanificazione non sono compiti del settore salute”.(2)
E’ stato scoperto che l'OMS ha un conflitto di interessi con Big Pharma, un conflitto che ha infettato le loro politiche, in particolare il loro terrorizzare ed esercitare pressioni a favore della vaccinazione per l'influenza suina.(3)
Non ci sorprende che l'OMS non abbia avviato un nuovo studio con un gruppo di controllo. Tuttavia, gli autori di questo studio lo hanno fatto.
Risultati dello studio
La Dott.ssa. Meryl Nass riporta i risultati di questo studio: (4)
- Prendendo in considerazione lo stato nutrizionale, bambini vaccinati con DTP, specialmente le femmine, hanno una mortalità tre volte più elevata tra i 2 e 6 mesi di età.
- Lo stato nutrizionale è stato un forte fattore di mortalità tra i maschi ma non tra le femmine.
- C'è una continua contraddizione tra gli studi sul DTP da paesi a basso reddito e la politica attuale.
Per quanto riguarda lo stato nutrizionale, i bambini meglio nutriti sono stati vaccinati prima di quelli mal nutriti, ma morirono comunque in percentuale maggiore !
La Dott.ssa Nass riferisce inoltre che le informazioni nello studio sembrano indicare che i bambini maschi vaccinati morirono anche ad un tasso maggiore rispetto ai non vaccinati, ma lo studio sembra vago su questo punto. (Come già notato, il metodo statistico utilizzato per riportare risultati tende ad oscurare piuttosto che illuminare).
Implicazioni nel mondo industrializzato
Non abbiamo studi sui tassi di mortalità da vaccinazioni che sono stati fatti nel mondo industrializzato. Le scuse utilizzate sono duplici:
- Si rifiutano di fare studi controllati in modo casuale con la falsa dichiarazione che non sarebbe etico privare i "benefici" dei vaccini ad alcuni bambini. Si ! i benefici che non sono mai stati documentati — e ora sembrano essere, nella migliore delle ipotesi inesistenti — non sono testati perché sarebbe sbagliato testarli.
Può essere un ragionamento più elusivo e disonesto ?
- Eludono gli studi dai risultati effettivi utilizzando una controfigura: lo sviluppo di anticorpi.
Il problema è che gli anticorpi sono semplicemente i marcatori per l'immunità. Non sono l'immunità stessa, in quanto nessuno sa in cosa consista il peso adeguato di un anticorpo. È semplicemente un livello presunto. I livelli di anticorpi non ci dicono se si è sviluppata immunità alla malattia.
Abbiamo prove chiare ed evidenti pubblicate su riviste mediche che documentano che il vaccino DTP uccide.
Qual è la risposta ufficiale a queste informazioni ? Non c’è stata.
Questo studio e quelli precedenti, erano stati inizialmente accolti con un po' di finto interesse. Sono stati eseguiti pseudo studi utilizzando dati insufficienti da studi precedenti, che non erano stati progettati per trovare queste informazioni. Naturalmente, i risultati erano come desideravano, e portavano alla dichiarazione che il vaccino DTP non causa danni.
Nonostante i migliori piani da sempre elaborati per nascondere la verità sui vaccini contro Difterite-Tetano-Pertosse, ora è chiaramente evidenziato. La nuova varietà acellulare, DTaP, potrebbe o non potrebbe essere più sicura.
Come facciamo a saperlo ?
Come può chiunque giustificare l’utilizzo del vaccino DTP, che chiaramente è un assassino, nei paesi poveri ?
Dove sono gli studi che dimostrano la sicurezza del più recente vaccino DTaP ?
Ah è vero: sono nello stesso posto degli studi sulla sicurezza del DTP nella fantasia di chi trae profitto dai vaccini.

Riferimenti:
(1) Early diphtheria-tetanus-pertussis vaccination associated with higher female mortality and no difference in male mortality in a cohort of low birthweight children: an observational study within a randomised trial (Arch Dis Child doi:10.1136/archdischild-2011-300646)
(2) Mass Vaccinations in Haiti
(3) Swine flu taskforce’s links to vaccine giant: More than half the experts fighting the ‘pandemic’ have ties to drug firms
(4) Meryl Nass, MD’s report on the study, Early diphtheria-tetanus-pertussis vaccination associated with higher female mortality and no difference in male mortality/ Arch Disease Childhood
Fonte: Gaia Health - Traduzione a cura di La Leva di Archimede
Tratto da informasalus.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vaccini Natalizi - 02/12/2010
Undici bambini sono morti, e altri hanno sofferto disabilità permanenti: sordità, danni cerebrali, perdita della vista e difficoltà di linguaggio, ecc.
I dispacci diplomatici rilasciati da Wikileaks dimostrano che il gigante farmaceutico Pfizer ha assunto investigatori privati per trovare prove di corruzione nei confronti di un pubblico ministero nigeriano, allo scopo di pressarlo affinché rinunciasse ad una causa di 6 milioni di dollari per test medici fraudolenti sui bambini nigeriani.
I ricercatori non avevano infatti ottenuto il consenso informato, e il personale medico ha dichiarato che la Pfizer non avvisato i genitori che i bambini stavano ricevendo farmaci sperimentali. Undici bambini sono morti, e altri hanno sofferto disabilità permanenti come come sordità, danni cerebrali, perdita della vista e difficoltà di linguaggio.
Ieri in strada mi hanno chiesto una donazione natalizia per "vaccinare i bambini africani".
Ho detto di no, e mi sono sentita in colpa... in colpa per non aver loro spiegato il perché...
Fonte: informasalus.it

Posso assicurarsi che la morte indotta da vaccinazione, non e’ ne’ veloce, ne’ indolore. Impotente ho osservato mia figlia mentre soffriva di morte lenta progressiva e lo faceva urlando ed incurvando la schiena per dolore, mentre il vaccino faceva ciò che si intendeva facesse assaltando il suo sistema immunitario immaturo.
I veleni usati come conservanti si infiltravano nel suo piccolo corpo, sopraffacendo i suoi organi vitali uno ad uno, fino a farli crollare.
Questa è una immagine che mi darà la caccia per tutta la vita, e spero che nessun altro genitore debba mai testimoniare la stessa cosa. Una pena di morte considerata troppo inumana per i criminali più violenti di questo paese, fu invece dichiarata per la mia piccola, innocente, meravigliosa bambina: una morte da iniezione letale".
By Christine Colebeck la cui figlia è morta 24 ore dopo aver ricevuto una iniezione letale di vaccini DPT (tetano, difterite, polio) e OPV (antipolio).
Colebeck, Christine. Death By Lethal Vaccine Injection.

"Ci sono stati vari racconti di aborti avvenuti dopo aver ricevuto dei vaccini, ma la pressione per promuovere le iniezioni di vaccino antisuina è stata cosi grande, da essere stato offerto gratuitamente ad ogni donna incinta, anche se le iniezioni sono cariche di mercurio". - Pregnant women urged to have free flu jab as GPs warn major crisis is brewing

"Mia figlia Lyla Rose Belkin è morta il 16 settembre 1998 all'età di 5 settimane, 15 ore dopo aver ricevuto la sua seconda iniezione di vaccino di epatite B. Era una bambina vitale, sveglia, di 5 settimane, quando la tenni per l'ultima volta tra le mie braccia. Non potevo immaginare, quando mi guardava intensamente negli occhi con tutta la innocenza e la meraviglia di ogni nuovo nato, che sarebbe morta quella notte".
By Michael Belkin Testimony to Congress. Tuesday, May 18,1999
http://www.whale.to/vaccines/belkin.html
Lyla Rose Belkin died on September 16, 1998
http://www.curezone.com/forums/fm.asp?i=368574

TRATTO dalla NEWSLETTER del dr. SIRCUS: String the Bastards Up
http://blog.imva.info/world-affairs/string-bastards
Il QUALE AGGIUNGE:
"Si dice che il clero della Chiesa Cattolica, durante l'Inquisizione veramente credesse che la sua missione fosse torturare uomini, donne, bambini innocenti e non c'è dubbio che molti pediatri veramente credano nei loro vaccini, non ha nessuna importanza se poi questi sono nocivi per i bambini.
Come gruppo essi continuano a indossare paraocchi e a seguire quello che i loro superiori medici dicono.
Questi superiori sono corrotti fino al midollo, quindi nessuna sorpresa se la medicina non è più veramente la pratica della medicina. Non so proprio come chiamarla, ma di certo quella professione è carica di persone che hanno infranto un giuramento, poichè fanno cosi tanto danno, anche se hanno giurato di non farne nessuno".

ITALY - 06/01/2012
VILLARICCA. Una neonata di tre mesi B.T.P. è morta per un presunto shock anafilattico dopo la vaccinazione, lo scorso 28 dicembre. Il decesso della piccola è avvenuto all'ospedale Santobono di Napoli.
I genitori, che vivono a Villaricca nei pressi della scuola Ada Negri, l'avevano condotta, alla vicina Asl Napoli2 Nord, a via Napoli, per la prima vaccinazione. (In Italia sono obbligatorie alcune vaccinazioni per i nuovi nati, rispettivamente: contro la poliomielite, il tetano, la difterite ed epatite B).
Una volta effettuata la somministrazione del vaccino, la dottoressa ha invitato la madre ad attendere nella saletta attigua per il consueto monitoraggio.
La neonata dopo cinque minuti dalla vaccinazione sembrava non mostrare alcuna reazione avversa al farmaco precedentemente iniettato ed era tranquilla nelle braccia della madre, secondo quanto riferito dai presenti. Dopo dieci minuti, però, la piccola è stata nuovamente osservata dal medico ed era cianotica.
Immediati i soccorsi prestati del personale sanitario presente che ha provveduto ad allertare la centrale operativa del soccorso d'emergenza e a mettere in atto le prime manovre di rianimazione. Intanto veniva disposto la chiusura della sede del Distretto Sanitario di Villaricca per motivi di sicurezza. Attimi di panico nell'attesa dei mezzi di soccorso, che sono arrivati dopo essere stati chiamati più volte.
Giunti sul posto i componenti dell'autoambulanza hanno constatato che la situazione era gravissima e a quel punto è stato predisposto prima il trasferimento al pronto soccorso del nosocomio San Giuliano di Giugliano e poi al Santobono. Il giorno 30, la parrocchia "Santa Maria dell'Arco", di Villaricca, piangeva un angelo volato in cielo, come lo ha definito il vice parroco Padre Alessio.
Tratto da: internapoli.it


Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !
 

Giappone, scatta allarme vaccini: morti 5 bimbi dopo profilassi per la polmonite e la meningite – Mar. 2011
By TgCom
Il Giappone ha temporaneamente fermato l'utilizzo di vaccini delle case farmaceutiche Pfizer Inc. e Sanofi-Aventis Sa, per indagare sulla morte di 5 bambini sottoposti alla profilassi per la polmonite e alcuni tipi di meningite.
Un funzionario del ministero della Salute ha riferito che martedi' il governo incontrera' degli esperti in materia. I decessi hanno colpito bambini di eta' compresa tra i 6 mesi e i 2 anni poco dopo l'iniezione del vaccino.
Nel 2008 in Canada dopo campagna di vaccinazione per il "cancro all'utero" sono morte diverse ragazze ed altre si sono gravemente ammalate...

Nel 2009 in Olanda, 3 bambini erano morti entro 2 settimane dopo aver ricevuto il vaccino Prevenar. Le Autorità sanitarie olandesi avevano imposto il richiamo del lotto di vaccini (più di 100.000 dosi) correlato alle morti.

Nepal - Quattro bambini sono morti oggi nel distretto di Doti Nepal occidentale, dopo aver ricevuto i vaccini per il morbillo dall'ufficio provinciale di sanità - 21/08/2012
http://www.business-standard.com/generalnews/news/4-children-die-12-taken-ill-after-receiving-vaccination/46502/
Four infants died today in Doti district of western Nepal after receiving anti-measles vaccines from district health office. The deceased were identified as Anju BK, Gauri Chiral, Milan Damai and Sujata Nepali of a village in the district. They died today, a day after a local health assistant administered anti-measles drugs to them yesterday. Twelve other children who received the drug have also fallen ill, according to the district health office.
A medical team has been dispatched from the capital to the affected area for carrying out investigation.
The exact cause of the death could not be established, according to officials.


Commento NdR: come sempre, per le criminali azioni degli organi vaccinatori della in-sanita' ufficiale, disinformano affermando che le cause "non si conoscono", il  che e' una Falsita' - Le cause sono i VACCINI !, solo dopo i vaccini si sono ammalati e sono morti !

 
MORTI per VACCINI

MORTI  per il Vaccino per il morbillo
Due gemelli di nove mesi di Ghaziabad, India, sono deceduti pochi minuti dopo aver ricevuto una dose di vaccino per il morbillo. La notizia risale al 17/09/2010, ma merita attenzione soprattutto per il comportamento etico del medico che si è letteralmente dato alla fuga !
Avika e Anika Sharma si sono sottoposte alle vaccinazioni in una casa di cura privata del Dott. Satyaveer Singh. In circa 15 minuti, entrambe le bambine erano morte. Il dottor Singh scomparso poco dopo l’incidente, è sotto inchiesta.
Secondo il News indiano MSN: il dott Santosh Aggrawal presidente dell’Indian Medical Association locale, che ha visitato l’ospedale dopo l’incidente, ha confermato che la salute delle gemelle è deteriorata dopo la somministrazione del vaccino.
“Il dottore aveva una fornitura nuova di vaccino. Nonostante ciò, poteva esserci qualcosa di sbagliato nella partita di vaccini. Decessi simili sono stati riportati a Kanpur e Lucknow,” ha aggiunto.....
vedi: gli articoli del BMJ

L’Australia sta avendo problemi con un altro vaccino, come recentemente confermato da funzionari, per l’influenza stagionale. Il  Fluvax ha causato convulsioni a 99 bambini.
La percentuale di convulsioni è di 50 volte superiore a quella normalmente prevista col vaccino.

CONVULSIONI e FEBBRE - Australia blames a flu vaccine for child convulsions -  04 October 2010

Le autorita' in-sanitarie e gli enti che dovrebbero essere preposti alla salvaguardia ed alla tutela della salute dei cittadini, ormai servi di Big Pharma...continuano a dire che non vi e' correlazione fra gli ammalamenti, le morti dei bambini ed i vaccini a loro propinati...oppure che e'
il processo di produzione dei vaccini da controllare, in REALTA' e' il principio stesso del Vaccino che deve essere rimesso in discussione; e' la vaccinazione che DEVE essere abolita !
NON si puo' impunemente inserire sostanze altamente tossiche negli organismi umani, come quelle dei vaccini, prima o poi se ne pagano le conseguenze.....e di generazione in generazione queste cose si amplieranno fino a divenire vere e proprie "epidemie".....ma intanto i medici della medicina ufficiale allopatica, servi di Big Pharma....continuano a dire che non vi e' nesso fra il vaccino e la morte o le malattie dei bambini....
Perche' vaccinare ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Visionare questi video di Ammalati e Morti per vaccino, su Youtube.com:
Piccola raccolta...
http://www.youtube.com/watch?v=M6dffXhewVE&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=R4BIrHaR8VA&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=B4SmFxyust0&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=fQ_P1Sq0s9k&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=J7h-DPr_x2w&NR=1
http://www.youtube.com/watch?v=qaokq8v9JPI&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=Je7CLxByApE&feature=fvw
http://www.youtube.com/watch?v=31Irc8CHK0c&feature=channel
http://www.youtube.com/watch?v=jdyNAuy6HHo
http://www.youtube.com/watch?v=71cTzZmwIfg&feature=channel
http://www.youtube.com/watch?v=Ef1eXzClGZg&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=ulU9o5CQyKY&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=_13plsrydPY&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=8xc4yBNV-U0&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=pLqnnxlXcRw&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=YlNv5z7f80g&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=R2z6RK2uTWc&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=_c3NB2QWqzw&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=LIZrEmEIo7g&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=01ECqd1tsaQ&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=71cTzZmwIfg&feature=channel
http://www.youtube.com/watch?v=32ZCVFsv9gc
http://www.youtube.com/results?search_query=gardasil&aq=f
http://www.youtube.com/watch?v=OCwTLn7MTDo&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=b4WTwHuaoNw&feature=related

ecc., ecc., continua su youtube.com - cercare Gardasil - Cervarix - HPV  - Cancro donne Utero - danni per i vaccini

vedi: Danni neurologici da Vaccino + Morti per vaccino +
Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con Vaccini + Poliomieliti da Vaccino + Paralisi da vaccino Polio + Distrofia e Sclerosi=demielinizzazioni + Polio, vittime da vaccinoPolio nel Mondo + Poliomielite dati e grafici + Polio e MorbilloPoliomielite "nascosta" sotto meningite + Poliomielite in Zimbabwe (Africa) + Autismo + Contenuto dei vaccini + Meningite dai vaccini + Falsita' della medicina ufficiale + 1000 studi sui Danni dei Vaccini  +  Malassorbimento +  Disfunzioni dello Sviluppo
vedi anche: Vaiolo + Difterite + Tetano + Epatite B + Pertosse + Morbillo + Parotite + Rosolia

Bimbo di 2 mesi muore dopo la vaccinazione - Tragedia nel Casertano (CE - Italy)
I medici: choc anafilattico
Un bambino di appena due mesi e' morto poco dopo essere stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie: antipolio, difterite, tetano e pertosse. La tragedia e' avvenuta a Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta, circa un'ora dopo il rientro a casa da Arienzo, dove la madre aveva portato il piccolo nell'ambulatorio di igiene e profilassi per la vaccinazione.

dalla Cronaca di Caserta:
Bimbo di 2 mesi muore dopo la vaccinazione
Ieri mattina gli avevano fatto, all'ufficio di Igiene e profilassi di Arienzo, la prima "punturina" della vaccinazione.
Dopo poche ore Pio Francesco Papa, un bimbo all'apparenza sanissimo e di appena due mesi, e' morto. I genitori non hanno fatto in tempo a raggiungere l'ospedale di S. Felice a Cancello.

Muore bimbo di 20 mesi dopo vaccino per la meningite
Un bimbo di soli 20 mesi di Andria è morto sabato 19 novembre 2011, presso l’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari per sospetta meningo-encefalite. Il piccolo era stato ricoverato in un primo momento all’Ospedale Bonomo di Andria, dove i genitori lo avevano portato poiché accusava letargia e uno stato di diffuso malessere. Una settimana prima della comparsa di questi sintomi, il bimbo era stato sottoposto proprio alla vaccinazione anti-meningococcica.
I medici andriesi, sospettando un’infezione virale acuta, ne hanno disposto il trasferimento a Bari. Qui le condizioni del bambino si sono aggravate fino purtroppo al decesso. La notizia si è diffusa ieri in rete, sul social network Facebook, con conseguente comprensibile allarme da parte dei genitori con figli da sottoporre a vaccinazioni.
Nessun vaccino è privo di eventi avversi, che possono andare dalla semplice febbre, dolore, rossore e gonfiore nel sito di iniezione, fino a complicazioni più serie immunologiche, ed in certi casi anche la morte.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Sette vaccinazioni e il neonato muore
Ancora misteriosa la morte di un bimbo divorato da un virus
ANCONA (s.c.) - E' morto dopo 32 giorni di coma, e aveva solo 4 mesi di vita. Ucciso da un'infezione che si e' scatenata subito dopo le vaccinazioni, la trivalente e l'anti-epatite. Forse solo una coincidenza, ma non si sbilanciano i medici legali che su incarico della procura hanno effettuato l'autopsia, ma ammettono che si tratta per lo meno di "una coincidenza suggestiva". 
Un virus ha devastato quel corpicino, soprattutto il fegato, un virus esterno o, peggio, scatenato proprio da quei vaccini. Comunque, "solo gli esami virologici - spiega Giovanni Novello, medico legale - potranno chiarire i dubbi.

Per il momento tutte le ipotesi sono valide".
Era il secondogenito di una giovane coppia di Staffolo, paesino nella campagna anconetana. 
Agli inizi di febbraio i genitori lo avevano portato al poliambulatorio di Cupramontana per le vaccinazioni obbligatorie, anche se poi, come hanno scritto nella denuncia, al bambino ne erano state somministrate ben sette. Il giorno dopo il neonato si era sentito male ed era stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Salesi di Ancona.

Trentadue giorni di coma, un lieve miglioramento e poi la tragedia: una nuova crisi respiratoria a cui quel corpicino, gia' debilitato, non aveva retto. E il sospetto che la colpa fosse stata proprio di quei vaccini era stato rafforzato dal fatto che nello stesso poliambulatorio un anno prima era deceduto un neonato in circostanze simili, anche se il caso era stato archiviato.
In questo caso, invece, i legali dei genitori Marina Magistrelli e Roberta Angeletti parlano di "morte misteriosa" anche perche', dicono, il bambino era stato sempre bene, non aveva mai avuto problemi. Ed e' proprio questo uno degli incarichi affidati ai periti: stabilire se ci fosse stata gia' qualche malattia latente, precedente alle vaccinazioni, e che tipo di collegamento possa esserci fra l'esplosione dell'infezione e i prodotti iniettati. Qualche elemento in piu' potra' arrivare anche dalle cartelle cliniche che sono state sequestrate.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

USA - Massachusetts Deaths Caused by Measles: 1860 to 1970

 101. See generally Thomas F. Burke, Lawyers, Lawsuits, and LegaL Rights: The Battlle Over Litigation In American Society 142-70 (2002).
102. See generally id.
103. Restatement of the Law 2d, Torts, § 402A comment k (American Law Institute 1965).
104. See Givens v. Lederle, 556 F.2d 1341 (5th Cir. 1977); Reyes v. Wyeth Laboratories, Inc., 498 F.2d 1264 (5th Cir. 1974); Davis v. Wyeth Laboratories, 399 F.2d 121 (9th Cir. 1968).
105. See Burke, supra note 101, at 144 (citing Edward W. Kitch, Vaccines and Product Liability: A Case of Contagious Litigation, Regulation, May/June 1985, at 13).
106. See id. at 163.
107. See Toner v. Lederle, 828 F.2d 510 (1987).
108. See Johnson v. Amer. Cyanamid Co., 718 P.2d 1318 (Kan. 1986).
109. See Burke, supra note 101, at 144.
110. Statement of Robert B. Johnson, president, Lederle Laboratories Division, American Cyanamid, House Subcommittee on Health and the Environment, Vaccine Injury Compensation, Sept. 10, 1984, cited in Burke, supra note 101, at 250 n.30.
111. Id.
112. See U.S. General Accounting Office, Childhood Vaccines: Ensuring an Adequate Supply Poses Continuing Challenges 5 (Sept. 2002), available at http://www.gao.gov/new.items/d02987.pdf; Jim Copland, Liable to Infection Flu Vaccine in Short Supply Partly Because of Trial Lawyers and "Tort Tax," Dallas Morning News, Dec. 14, 2003, available at http://www.manhattan-institute.org/html/_dmn-liable_to_infection_flu.htm.
113. See Burke, supra note 101, at 150.
114. See Testimony of James Mason, director, Division of Immunization of the Center for Prevention Services, Centers for Disease Control, Public Health Service, House Subcommittee on Health and the Environment, Vaccine Injury Compensation, Dec. 19, 1984, cited in Burke, supra note 101, at 250 n.29.
115. See National Childhood Vaccine Injury Act of 1986, 42 U.S.C. § 300 (2004).
116. See Burke, supra note 101, at 160-61.
117. See id.
118. See id. at 163 (citing U.S. Dept. of Health & Human Services).
119. See id. at 161.
120. See id.
121. See id.
122. See id. at 163.
123. See id.
124. See Centers for Disease Control, Lyme Disease—United States, 2001–2002, at

http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm5317a4.htm; Centers for Disease Control, Lyme Disease— United States, 1999, at http://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm5010a1.htm. For an example of class-action litigation over LYMErix, see the practice area under the firm website for the law firm Sheller Ludwig & Badley, at http://sheller.com/PracticeAreas.asp.
125. See Kenneth Todar, Lyme Disease, Todar's Online TextBook of Bacteriology, at

http://textbookofbacteriology.net/Lyme.html ("Between 1996 and 2001 the number was level at about 17,000 new cases per year, but increased by nearly 7,000 cases in 2002.").
126. See William Tucker, La Grippe of the Trial Lawyers, Weekly Standard, Oct. 25, 2004, available at

http://www.weeklystandard.com/Content/Public/Articles/000/000/004/793dgqvs.asp; Richard Kent Zimmerman, American Academy of Family Physicians, Lowering the Age for Routine Influenza Vaccination to 50 Years: AAFP Leads the Nation in Influenza Vaccine Policy, Nov. 1, 1999 (citing W. W. Williams et al., Immunization Policies and Vaccine Coverage among Adults: The Risk for Missed Opportunities, 108 Ann. Intern. Med. 616, 616-25 (1988)).
127. See News Release, U.S. Department of Health & Human Services, HHS Says Supply of Flu Vaccines, Medicines Will Help Keep People Safe During Coming Flu Season, Oct. 19, 2004, available at
http://www.hhs.gov/news/press/2004pres/20041019a.html.
128. See Copland, supra note 112.
129. See U.S. Food and Drug Administration, Thimerosal in Vaccines, at

http://www.fda.gov/cber/vaccine/thimerosal.htm ("At the initial National Vaccine Advisory Committee-sponsored meeting on thimerosal in 1999, concerns were expressed that infants may lack the ability to eliminate mercury.").
130. See Politicizing Vaccines, Wall St. J., Nov. 18, 2002, available at

http://www.ph.ucla.edu/epi/bioter/politicizingvaccines.html.
131. U.S. Food and Drug Administration, supra note 129.
132. Id.
133. See Copland, supra note 112.
134. See American Academy of Pediatrics, Recommended Childhood and Adolescent Immunization Schedule, United States, 2005, at http://www.cispimmunize.org/IZSchedule.pdf.
135. See World Health Organization, Statement on Thiomersal, Aug. 2003, at

http://www.who.int/vaccine_safety/topics/thiomersal/statement200308/en/index.html ("The Global Advisory Committee on Vaccine Safety . . . . concluded that the latest pharmacokinetic and developmental studies do not support concerns over safety of thiomersal (ethyl mercury) in vaccines. The Committee has concluded, and advises accordingly, that there is no reason on grounds of safety to change current immunization practices with thiomersal-containing vaccines, since the benefits outweigh any unproven risks.").
136. See Lawsuits Indicate Growing National Movement to Hold Vaccine Producers Liable for Mercury Poisoning Epidemic, Idaho Observer, Aug. 2001, available at http://proliberty.com/observer/20010807.htm.
137. See Copland, supra note 112.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

UK - Londra. 40 bambini uccisi dal vaccino MMR, la realtà potrebbe essere 10 volte più grave - The Times, 24 ottobre 2010.

Quaranta bambini sono morti dopo una vaccinazione di routine con MMR (Morbillo, Parotite e Rosolia) e 2.100 hanno subito una reazione post-vaccinale grave. Le autorità sanitarie del Regno Unito sono state costrette a divulgare questa notizia in settimana - e queste cifre sono solo la punta dell'iceberg.
Due dei bambini vaccinati hanno subito danni irreversibili al cervello, e altri 1500 bambini hanno sviluppato problemi neurologici, tra i quali 11 casi di encefalite e 13 casi di epilessia e coma. Nel complesso, ci sono state più di 2.100 reazioni avverse al vaccino MMR nel Regno Unito negli ultimi sette anni.
L'ente britannico per il controllo sui farmaci, Medicine and Healthcare Products Regulatory Authority (MHRA), è stato costretto a rivelare questi dati in seguito ad una richiesta di un giornalista che ha fatto appello alla legislazione sulla libertà di informazione.
In realtà la situazione è probabilmente molto peggiore. I casi MHRA sono solo quelli che i medici hanno riferito; dunque se i medici non credono che il vaccino sia la causa di simili patologie non lo segnaleranno mai.
Si sospetta che solo il 10% di tutte le morti e le reazioni gravi da vaccino vengano realmente segnalate; se è così, questo significa che nel solo Regno Unito 400 bambini potrebbero essere morti a causa di un vaccino e 21.000 potrebbero avere sofferto di una reazione avversa post-vaccinale.
La situazione potrebbe essere molto peggiore in paesi come Stati Uniti, Italia e Francia, dove la vaccinazione per l'infanzia è tutt’ora obbligatoria (sebbene in Italia non siano obbligatori i vaccini MMR, lo sono quelli per la difterite, la poliomielite, l'epatite e per il tetano, che sono ugualmente pericolosi e a volte mortali).
Il mese scorso, il governo britannico è stato costretto da un tribunale a pagare i danni ad una madre il cui figlio ha subito gravi danni cerebrali, dopo una vaccinazione MMR. Altri 500 casi simili sono attualmente in esame presso i tribunali del Regno Unito.
Queste cifre rappresentano una grave battuta d'arresto nei rapporti tra medici e genitori. Molti genitori hanno sempre accettato le rassicurazioni dei medici e delle autorità sanitarie che dichiarano che i vaccini sono sicuri, e che stanno facendo il loro meglio per i bambini e la comunità.
Ora invece, se le cose vanno male, i genitori potrebbero essere meno propensi a credere alle parole dei medici, che negano che il vaccino possa essere messo in causa.
Tratto da: thetimes.co.uk

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

"Hexavac withdrawal" 21 September 2011 par Marc Girard [Site Web du Doct. Marc Girard]
http://www.rolandsimion.org/spip.php?article225&lang=en
2) Unexplained cases of sudden infant death shortly after hexavalent vaccination. Vaccine. 2005 May 18; [Epub ahead of print]Zinka B, Rauch E, Buettner A, Rueff F, Penning R.
http://www.jabs.org.uk/pages/hepb2.pdf

PETITION:
 Aidez nous pour avoir cette AUTOPSIE de notre petite stacy décédée suite à ses vaccins.
By Leslie Carol Botha (January 2, 2012)
SANE Vax Comment: “Sign this petition please. Father of little Stacy, who died in Belgium (October 2011) after vaccinations at 2 1/2 months, demands to re-open this case because judge forbade an autopsy and without this, there is no possibility to find the reason for her death. Just undersign with your e-mail address. Thank you !
"Magic Questionnaire"
http://sanevax.org/petition-aidez-nous-pour-avoir-cette-autopsie-de-notre-petite-stacy-decedee-suite-a-ses-vaccins/

Dopo le recenti notizie dalla Puglia (Italy) sulla morte di un bambino dopo vaccinazione:
http://www.andriacittasana.it/wordpress/?p=7346
in provincia di Treviso (Italy) ancora un'altra morte in culla
http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=173522&sez=NORDEST&ctc=0

...Refirió que el bebé falleció después de seis horas de aplicada la vacuna...
Tratto da PERU' "Pasco (21 de Diciembre de 2011): Sospechosamente bebe muere después de recibir una vacuna" http://diariocorreo.pe/nota/58165/pasco-sospechosamente-bebe-muere-despues-de-recibir-una-vacuna/
"Shaken baby case dismissed" (Aug 11, 2011)
http://www.neoshodailynews.com/news/x1852608405/Shaken-baby-case-dismissed

INDIA: The Hindu: "Azad: 138 children died after immunisation in 2010" (August 3, 2011)
http://www.thehindu.com/news/national/article2317187.ece
"Infant dies after measles vaccination in UP" (22/08/2011)
http://news.in.msn.com/national/article.aspx?cp-documentid=5383628
... the death of a two-month-old baby girl who died after being vaccinated… Infant Asha Bambhaniya was vaccinated for hepatitis-B and DPT and died within 15 minutes...
"Infant dies after vaccination, probe launched" (Sep 30,2011)
http://timesofindia.indiatimes.com/city/rajkot/Infant-dies-after-vaccination-probe-launched/articleshow/10180477.cms
BANGALORE (Nov 5, 2011): Mystery shrouds the death of a nine-month-old baby, who died within hours of being administered a measles vaccine...
Tratto da INDIA "Infant dies after measles vaccine in BBMP hospital"
http://timesofindia.indiatimes.com/city/bangalore/Infant-dies-after-measles-vaccine-in-BBMP-hospital/articleshow/10613334.cms
INDIA. Baby killed by Pentavalent vaccine:
(16 December 2011) "Death in Kerala (Southern India) following Pentavalent Vaccine ~ and WHO page with Brighton Classification of AEFI disappears" http://www.theoneclickgroup.co.uk/news.php?id=6718#newspost
"Infant dies, vaccine scare hits Kerala" (17 December, 2011)
http://timesofindia.indiatimes.com//articleshow/11138247.cms?intenttarget=no
The Times of India (December 31, 2011):
"Infant twins die after vaccination" [Gemelli neonati muoiono dopo la vaccinazione]

http://timesofindia.indiatimes.com/city/hyderabad/Infant-twins-die-after-vaccination/articleshow/11311683.cms
...My unvaccinated children are alive and well and my vaccinated child is dead! That’s what I know and live with every day.
Tratto da The Refusers (December 12,2011): "So how does a mother feel when her baby is dead from vaccines and all she hears from doctors, the government and media is that vaccines are safe and effective?"
http://therefusers.com/refusers-newsroom/so-how-does-a-mother-feel-when-her-baby-is-dead-from-vaccines-and-all-she-hears-from-doctors-the-government-and-media-is-that-vaccines-are-safe-and-effective/

FRANCIA: (1/12/2011)
I vaccini somministrati: Prevenar, Infanrix e Rotarix [I genitori vanno in tribunale, dopo la morte di una bambina a causa di un vaccino]
"Des parents portent plainte après la mort d'un bébé à la suite d'un vaccin":

http://www.7sur7.be/7s7/fr/1507/Sante/article/detail/1356710/2011/12/01/Des-parents-portent-plainte-apres-la-mort-d-un-bebe-a-la-suite-d-un-vaccin.dhtml
2)"Décès d'un bébé à Charleroi: les parents s'interrogent sur un vaccin" (29 novembre 2011)
http://www.rtbf.be/info/regions/detail_deces-suspect-d-un-bebe-a-charleroi?id=7159573

USA (August 7, 2011): "DCA probe into vaccine death" The State Drug Control Administration, which began a probe into the death of a baby boy within a few hours of vaccination, has sent the samples of the batch for analysis to the Central Research Institute. http://www.deccanchronicle.com/channels/cities/hyderabad/dca-probe-vaccine-death-912

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

14 bambini morti in America Latina in seguito alla sperimentazione di vaccinazioni per l'otite e polmonite.
Su un articolo scritto da Flavia Amabile e pubblicato sul sito del quotidiano La Stampa - Gennaio 2012:
www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=124&ID_articolo=350&ID_sezione=274&sezione=
intitolato Argentina, morti e vaccinati si legge di "Quattordici bambini sottoposti ai test su un vaccino della Glaxo sono morti per cause ancora da stabilire".
In tale articolo si riferisce di una vicenda che sta scatenando polemiche in Argentina e, di lì, in tutto il mondo. Quattordici bambini sarebbero morti durante il programma di sperimentazione del vaccino della Glaxo SmithKline per combattere la polmonite e l'otite.
La sperimentazione è stata sospesa per un po' alla fine di giugno su richiesta del Comitato Etico locale e poi è ripresa e ora va avanti regolarmente. Le prime dichiarazioni ufficiali della multinazionale farmaceutica rispetto alle polemiche risalgono a luglio. Chiariscono ma non convincono. 
"Sarebbero" morti ? In effetti in fondo all'articolo il condizionale viene sostituito dall'affermativo. Quello che si sa per certo è che 14 bambini che facevano parte del programma di sperimentazione della Glaxo sono morti.
E d'altronde il fatto che la Glaxo nel difendersi citi il caso di altri due bambini morti in America Latina è altamente indicativo: Sarah Alspach, portavoce della Glaxo negli Stati Uniti ha ricordato che sono morti altri due bambini coinvolti nell'esperimento a Panama e uno in Cile.
La  multinazionale ovviamente si difende affermando che se la sperimentazione è ripartita questo è il segno che non si è riscontrata nessuna irregolarità; noi però ci permettiamo di sospettare che il "potere contrattuale" di una multinazionale nei confronti di istituzioni, enti e comitati sia molto forte, e che le istituzioni sanitarie abbiano tutto l'interesse a minimizzare l'accaduto escludendo ogni correlazione coi vaccini e le procedure utilizzate durante questa sperimentazione su cavie umane consenzienti.

Consenzienti ? La multinazionale Glaxo SmithKline ci tiene precisare che i partecipanti sono volontari, e possono ritirarsi in qualsiasi momento dal programma senza che questo provochi alcun problema, ma possiamo sentirci rassicurati da tale affermazione? Possiamo davvero dimenticare che le cavie umane coinvolte in questo esperimento SONO dei BAMBINI e che quindi NON POSSONO DECIDERE DA SOLI ? Possiamo davvero dimenticarci la povertà che persiste in Argentina specie dopo l'ultima pesantissima crisi economica che ha colpito il paese sudamericano ? Come non pensare che molti genitori spinti dalla miseria abbiano accettato a firmare per conto dei propri figli dei moduli di consenso informato ?

Appurato quindi che ci sono stati una quindicina di morti in seguito a vaccinazioni sperimentali su cavie umane (molto probabilmente a breve tempo dalla somministrazione del vaccino, altrimenti difficilmente si sarebbe creato tanto clamore) passiamo ad analizzare la fine dell'articolo in questione, ovvero l'intervista al dottor Antonio Cassone, dirigente di ricerca dell'Istituto Superiore di Sanità, è uno dei principali esperti italiani di vaccini.
In tale breve intervista egli afferma che: Finché non viene rilevata l'assenza di pericolosità sugli animali non si passa agli uomini.
Questo non vuol dire che non ci siano stati casi in passato di vaccini che non creavano alcun problema agli animali e ne avevano invece sugli uomini.
Credo sia chiaro a tutti insomma: le prime cavie sono gli animali, ma sappiamo benissimo che fra noi e loro ci sono differenze notevoli ed un vaccino testato positivamente sugli animali può essere pericoloso per l'uomo. Se poi pensiamo che lo stesso vaccino può causare reazioni secondarie in molti esseri umani e gravi malattie invalidanti in altri, possiamo comprendere come, a maggior ragione, la fase di sperimentazione sugli animali possa lasciare il tempo che trova.

Afferma inoltre il dottor Cassone: Se c'è un episodio, anche minimo, di intossicazione o di insufficienza respiratoria l'esperimento viene sospeso, e in un certo senso il vaccino è morto. Si analizza il risultato e si decide come proseguire. Non comportarsi così è follia.
Eppure abbiamo avuto di recente un vaccino per l'influenza suina che ha causato tanti e tanti di quegli effetti collaterali comprese morti e malattie invalidanti, che sembra molto strano il fatto che in fase di sperimentazione si sia davvero così cauti. E se davvero fossero così cauti questi sperimentatori, come mai la cauzione svanisce quando il vaccino viene approvato ? Forse perché a quel punto si bloccherebbe un giro di soldi ormai innescato e quindi si toccherebbero interessi troppo forti ?
E non dimentichiamo che la Glaxo SmithKline è la proprio la produttrice del Pandemrix uno dei più venduti vaccini per l'influenza suina, utilizzato ad esempio in Svezia ed in Germania, dove sono stati registrati diversi casi di morti e di gravi malattie in seguito alla sua somministrazione.

Infine una piccola nota: la Glaxo sul suo sito:
www.gsk.it/contenuto.php?parent=&id_menu=&visualizzazione=Dettaglio&id_content=3193&num_pag=
afferma di essere entrata a fare parte di un organismo dal nome altisonante di Alleanza Globale che poi, si legge subito dopo, non è nient'altro che la GAVI Alliance, della Bill & Melinda Gates foundation
www.gavialliance.org/about/in_partnership/gates/index.php), ovvero un organismo creato da quel "simpaticone" di Bill Gates, il multimiliardario che supporta la geoingegneria e che afferma spudoratamente che coi nuovi vaccini si potrà ridurre la sovrapopolazione mondiale…..
Come fare quindi a credere ai buoni propositi di questi enti e di queste aziende ?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Olanda. Vaccinazione fermata dopo la morte di neonati - 6 Nov. 2009
Vaccine use halted after baby deaths
L'istituto sanitario olandese RIVM ha bloccato la distribuzione di un lotto di vaccino Pfizer Prevnar per l'infanzia (anti-pneumococco) dopo la morte di tre bambini subito dopo essere stati vaccinati.
Il vaccino è stato etichettato 'Da NON USARE' e nuovi forniture sono state messe a disposizione dei medici. I bambini sono morti da uno e 11 giorni dopo la vaccinazione.
N.B. La Pfizer di recente sè stata multata con 2,3 miliardi di dollari negli Stati Uniti per danni allo Stato e ai pazienti !
Dutch Pull 110,000 Doses of Pfizer’s Prevnar
I funzionari olandesi hanno bandito un lotto del farmaco Pfizer Prevnar, noto nei Paesi Bassi come Prevenar, dopo il decesso dei tre bambini. Il lotto bandito dal governo olandese ammonta a circa 110.000 dosi. Il farmaco è stato progettato per la polmonite e le infezioni simili. I sanitari olandesi non hanno messo al bando altre partite di vaccini, e nel paese altri bambini continueranno ad essere vaccinati con Prevnar.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ALTI DRAMMI con i Vaccini:
Oggi è il sedicesimo compleanno della mia cara figlia
ma non lo festeggeremo. Invece accenderò una candela e quando si spegnerà esprimerò un desiderio alla memoria di mia figlia. Il mio desiderio è per voi  mamme di tutto il mondo, che vi informiate e facciate scelte informate in modo da poter evitare inutili tragedie e risparmiarvi del dolore.

La Storia di Laura
Dopo 41 settimane di gravidanza, il 27 luglio 1986, una bambina in perfetta salute, Laura Marie, ha fatto la sua entrata nel mondo. Nella nostra casa familiari e amici attendevano di far conoscenza del nuovo membro della famiglia. Le regalarono tanti piccoli vestitini rosa, così tanti che scherzavamo dicendo che non avrebbe potuto indossarli tutti in una vita.
La nostra vita era cambiata completamente ed ora facevamo le camminate nel parco con il passeggino, visite agli amici, cambiavamo i pannolini, ci alzavamo di notte per darle la pappa compravamo i vestitini rosa. Ora eravamo genitori, eravamo una famiglia e la nostra vita era perfetta.
Ho portato Laura dalla pediatra per numerosi controlli. Era una donna anziana, gentile e delicata. A 3 mesi, la pediatra era molto soddisfatta del peso e dello sviluppo di Laura e le fece la  vaccinazione per la difterite, tetano e pertosse.
Non le ho nemmeno chiesto nulla a riguardo, sapevo che i bambini di tutti i miei amici avevano fatto la stessa vaccinazione e che "tutte le brave mamme " vaccinano i loro bambini per "proteggerli". Lasciai l'ufficio della pediatra e tornai a casa.
Laura era molto nervosa, il che era insolito. Piangeva forte nel passeggino per tutto il percorso verso casa. Quando arrivai a casa mi resi conto che aveva orinato così tanto da bagnare il passeggino. Il suo pianto si era trasformato in grida e le venne la febbre, i suoi piedini erano gonfi, rossi e caldi. Ho chiamato la pediatra che mi disse che questo era "normale" e le prescrisse Tempra.
Lo diedi alla bambina e mi sentii meglio, la pediatra mi assicurò che questo era normale.
Laura continuava a gridare e non sapevo più come consolarla. Il mio istinto mi diceva che questo non era normale ma ero giovane, con il mio primo bambino e diedi fiducia al medico. Non potevo prendere in braccio Laura perchè gridava ancora di più e sembrava che ogni movimento delle gambe le procurasse un dolore terribile. La misi nella culla e lentamente il pianto  si affievolì e si addormentò.  Mi sentii sollevata, il Tempra stava funzionando ed il medico aveva ragione. Cominciai a sentirmi sciocca per tutte le mie preoccupazioni. Ma Laura si svegliò nuovamente urlando e passò la sera urlando tra il sonno e la veglia.
Non aveva affatto appetito e niente riusciva a calmare le sue grida. Era giunta la notte e pianse nella sua culla e alla fine si addormentò. Non era mai successo che la lasciassi nella culla piangendo fino a che si addormentasse da sola, ma se la prendevo in braccio urlava ancora di più.
Mio marito arrivò a casa dal lavoro e gli raccontai tutto quello che era successo quel giorno. Laura dormiva profondamente e noi ci sentivamo sollevati perchè sembrava che stesse meglio e decidemmo di non preoccuparci. Avrei dovuto preoccuparmi.....

Al mattino mi sono svegliata e trasalii vedendo mio marito ancora a letto, in ritardo per il lavoro. Improvvisamente ebbi la cognizione che qualcosa non andava e la preoccupazione della notte precedente ritornò a disturbarmi.
Corsi verso la culla con una sensazione di terrore. Mi sembrava che non stesse bene. Strizzai gli occhi fortemente, li riaprii e considerai la possibilità che fosse un sogno, ma quando aprii gli occhi lei mi sembrava morta.
Ero sotto shock e gran parte di quella giornata per me è rimasta molto nebulosa. La toccai ed era molto calda. Ho gridato a mio marito di chiamare il 911.
Lo guardavo mentre praticava la rianimazione cardiopolmonare, il mio corpo era come pietrificato e non riuscivo a muovermi. Ha tentato di fare ritornare in vita la nostra bambina, ma tutto sembrava inutile. Mi gridava
di andare ad aprire la porta ai paramedici e balzai temporaneamente alla realtà e andai ad aprire la porta. Potevo muovermi ma non riuscivo a parlare. Stavo li scuotendo la testa con i sensi intorpiditi, mi sentivo come se nessuno potesse aiutarmi mentre i paramedici mi passavano davanti velocemente. Non piangevo, volevo gridare di lasciarla in pace, ma non riuscivo parlare. Laura era distesa sul pavimento mentre le davano scosse con il defibrillatore, nella sua piccola stanza con le pareti gialle con il poster del clown. Io stavo lì, e mentalmente pregavo che la lasciassero sola, che se ne andassero via e che io mi svegliassi da quell'orribile sogno.
Poi sentii qualcuno dire che c'era una debole pulsazione e incominciai a sperare. La portarono di corsa fuori e la portarono via in ambulanza. Fu allora che i detectives della omicidi ci portarono in un'altra stanza per interrogarci.
Decisero che ci avrebbero interrogati in stanze separate. Immediatamente realizzai che sospettavano che noi eravamo la causa di quanto successo.
Tutti sappiamo che i bambini in perfetta salute non muoiono improvvisamente senza alcun motivo. Ero silenziosa, nella mia mente avevo già deciso che in qualche modo era tutta colpa mia, anche se non sapevo cosa avevo  fatto per ucciderla, ero convinta che in qualche modo l'avevo fatto succedere. Forse ero stata punita da dio per qualche peccato o forse è successo perchè l'ho lasciata piangere da sola fino a quando si è addormentata. Il fatto era che la mia bambina era morta e "che alle brave mamme" non succede che muoiano i bambini.

Mio marito cominciò a protestare intensamente per l'interrogatorio e chiese di portarci immediatamente all'ospedale per vedere la nostra bambina. I detectives alla fine ci portarono all'ospedale e ci condussero nella "stanza della cattive notizie". Venne il dottore e insistette che ci sedessimo prima di parlare. Disse che avevano tentato questo e quello, che avevano fatto questo e quello e alla fine pronunciò le parole che avrebbero echeggiato nelle mie orecchie per tutta la vita:
"E' morta."
La pediatra che tanto rispettavo e adoravo scoppiò a piangere quando le diedi la notizia per telefono. Continuava a difendersi ripetendo che le avevano detto che il vaccino era sicuro e esprimeva rimproveri contro il vaccino che aveva ucciso la mia bambina e contro quelli che le avevano detto che era sicuro.
Poi mi disse che aveva avuto un altro paziente, un bambino che era morto dopo la somministrazione della stessa vaccinazione.

I detectives ci portarono a casa per farci altre domande, ripetendoci le stesse domande fino a quando si stancarono di farle.
Le domande riguardavano costantemente il nostro coinvolgimento poi ispezionarono la casa e verificarono se erano state forzate le entrate della casa. Mio marito continuava a ripetere che secondo lui la causa era il vaccino perche' il comportamento inusuale della bambina era iniziato dopo la vaccinazione.
Tutti quelli che conoscevamo vennero a trovarci. Feci il caffe' e riordinai la casa, come se fosse un giorno qualunque mentre "avevamo degli ospiti". Lo shock è una cosa strana e tu non sai che ci sei dentro.
I miei genitori insistettero che stessi a casa loro alcuni giorni mentre mio marito con alcuni amici svolgeva l'orrendo compito di imballare tutte le cose della camera della bambina perche' io non riuscivo più a stare a guardare tutte le sue cose. La stanza che io avevo preparato con così grande amore ora era vuota e fonte di grande dolore.

Successivamente, parecchi giorni dopo il funerale e la piccola bara bianca così leggera che mio marito la portò da solo, finalmente uscii dallo stato di shock e permisi a me stessa di piangere a dirotto. Piangevo per tutte le cose che non avrei mai potuto fare con mia figlia.  Tutti i balli di fine anno scolastico a cui avrei voluto accompagnarla, le sue nozze a cui non avrei assistito, tutti i miei nipoti che non avrei mai conosciuto e tutti i sogni che non avrei realizzato con lei. Piansi per tutto quello che poteva essere e non sarebbe mai stato. C'era un vuoto dentro di me che minacciava d'inghiottirmi completamente. Ero finita nella profonda afflizione dei giorni più bui della mia vita.
I detectives finalmente compresero che non avevamo danneggiato in alcun modo nostra figlia e le indagini sulla sua morte terminarono. Noi fummo lasciati senza risposte.

I medici non vollero parlare della morte della nostra bambina e soprattutto in nessun modo in relazione al vaccino e uno dopo l'altro si rifiutarono di rispondere alle nostre domande. Ci dicevano ripetutamente che i vaccini sono per il "maggior bene".
Mi hanno detto che le morti a causa delle vaccinazioni sono "previste" per combattere la malattia, ma che sono considerate a un livello "accettabile". Tuttavia, questo non era ritenuto accettabile o buono da me, una madre con le braccia vuote che desiderava ardentemente stringere la sua bambina.
Mesi più tardi il medico legale ci disse che la causa della morte fu determinata come "SIDS" (Sindrome Infantile di Morte Improvvisa) che significa "senza alcuna causa conosciuta" e si rifiutò di darci una copia del rapporto dell'autopsia.

Ci è voluto quasi un anno per ottenere quel rapporto e con nostro orrore scoprimmo che il sommario dell'autopsia era stato copiato pari pari dal foglietto illustrativo del vaccino sotto l'intestazione "controindicazioni" come segue:
"E' stato riportato che la sindrome infantile di morte improvvisa avviene dopo la somministrazione di vaccini contenenti Difterite, Tossoidi del Tetano e  del vaccino della Pertosse.
Tuttavia, la rilevanza di questi rapporti non è chiara. Un fattore comune è l'età in cui la prima vaccinazione viene fatta, dai 2 ai 6 mesi, un periodo in cui si è rilevato che avvengono la maggior parte delle sindromi infantili di morte improvvisa, con un picco di incidenza nel periodo che va dai 2 ai 4 mesi."

Non era stato fatto alcun esame tossicologico e la pediatra non ha mai inoltrato un rapporto per reazioni avverse alle autorità sanitarie. In seguito ho appreso che la maggior parte delle morti indotte dai vaccini sono etichettate come SIDS e non vengono incluse nei dati delle reazioni avverse ai vaccini, anche se un bambino muore solo dopo poche ore che è stato vaccinato.
Questi dati vengono presentati ai medici e al pubblico per rassicurarli che i vaccini sono sicuri.

La letteratura del governo sul soggetto avvisa che riguardo alla sicurezza dei vaccini vengono eseguiti pochi o addirittura nessun test. In essenza, i nostri bambini sono il test. Secondo la loro letteratura, la vaccinazione è il mezzo meno dispendioso per impedire il proliferarsi delle malattie. In nessun punto della loro letteratura si sostiene che sia il più sicuro.
Mettiamo a repentaglio la vita dei nostri bambini per risparmiare i soldi del governo. Ci viene detto che i benefici superano i rischi ma molte delle malattie per cui si pratica la vaccinazione non sono una minaccia per la vita; tuttavia, il vaccino in sè ha la potenzialità di uccidere.

I vaccini uccidono ad un tasso molto più alto di quanto siamo condotti a credere. Giochiamo alla roulette russa con i vaccini. La posta è la vita dei nostri bambini e non sappiamo quale bambino sarà la prossima vittima.

Se le probabilità sono 1 su 500.000 per morte, 1 su 100.000 per lesioni permanenti al cervello, 1 su 1700 per convulsioni e spasmi, 1 su100 per effetti collaterali, accettereste a cuor leggero quella chance ? Quelle probabilità sono sufficienti per convincerti a giocare con vita del tuo bambino ? Quando capita a un bambino, per quel bambino le probabilità sono state il 100%.
Posso assicurare che la morte per vaccinazione non è nè rapida nè indolore.
Ho guardato senza poter fare nulla mia figlia che subiva una morte lenta e terribile gridando e inarcando la schiena per il dolore, mentre il vaccino assaliva il suo immaturo sistema immunitario. I veleni usati come conservanti del vaccino sono penetrati attraverso i tessuti del suo corpo molto piccolo, travolgendo i suoi  organi vitali uno dopo l'altro fino a che non sono collassati.
E' un'immagine che mi perseguiterà per sempre e spero che nessun altro genitore debba sperimentarlo.

Una sentenza di morte considerata troppo inumana per i criminali più violenti è stata emessa per la mia bellissima bambina innocente, morta per un'iniezione letale.

Oggi, nel giorno del compleanno di mia figlia, sarò triste non soltanto per la perdita della mia bambina ma anche per tutti i bambini innocenti per quali i benefici dei vaccini non sono stati maggiori dei rischi e senza colpa alcuna sono stati condannati a morte  con una iniezione letale, dietro la facciata del "maggior bene".
La guerra vera non è contro la malattia. In qualche modo siamo diventati il nostro peggior nemico, prestando fede alla scienza invece che alla natura. Oggi, invito tutte le madri del mondo ad unirsi a me per porre fine a questo massacro senza senso  delle nostre risorse più preziose, i nostri bambini.
L'originale in inglese:
http://www.vaccinationnews.com/DailyNews/July2002/DeathByLethal26.htm

vedi: Militari uccisi ed ammalati dai Vaccini + Esperimenti con i Vaccini uccidono 40 bambini in India ed Argentina

Andria, muore bimbo di 20 mesi: sospetta meningite dopo vaccino - 21 Nov. 2011 - ANDRIA, Puglia Italy
Un bimbo di soli 20 mesi di Andria è morto sabato 19 novembre presso l’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari per sospetta meningo-encefalite. l piccolo era stato ricoverato in un primo momento all’Ospedale Bonomo di Andria, dove i genitori lo avevano portato poiché accusava letargia e uno stato di diffuso malessere.
Una settimana prima della comparsa di questi sintomi, il bimbo era stato sottoposto proprio alla vaccinazione meningococcica.


IMPORTANTE: OGNI tipo di Vaccino produce Stress ossidativo cellulare e quindi tissutale !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VAERS NON indica TUTTI i casi effettivi negli USA sui morti per vaccino, mancano 20.000 casi !
Avevamo anche accennato ad una ricerca che asserisce la non tossicità dei vaccini per l'antrace somministrati ai tempi della guerra del golfo che porta come fonte il VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System), ovvero il Sistema di Segnalazione dei Casi di Reazione Avversa ai Vaccini; al di là del fatto che VAERS sia un ente istituzionale, del quale non possiamo essere certi (diciamo così) che sia del tutto al di sopra delle parti, abbiamo notizia che le segnalazioni sugli effetti indesiderati dei vaccini all'antrace siano state nascoste dalla struttura militare; occorrerebbe leggere l'articolo segnalato al link precedente per farsene un'idea. Qui sotto lo screenshot del titolo di quell'articolo il cui titolo recita chiaramente:

"Nonostante le promesse che i ricoveri in ospedale in seguito alla vaccinazione per l'antrace sarebbero stati resi pubblici, il Pentagono nasconde i dati su più di 20.000 casi".
VENTIMILA CASI che NON APPAIONO quindi nella STATISTICHE degli ENTI ISTITUZIONALI  negli USA, COME il VAERS !
Del resto per capire quanto importi alle istituzioni mostrare ai cittadini i dati reali sulle reazioni avverse ai vaccini basta vedere cosa è successo con gli aborti causati dal vaccino per l'influenza suina negli Stati Uniti. A dispetto della presenza di numerose segnalazioni al VAERS (che questa volta ci sono, eccome, vedi questo link che ne riporta la lunga lista:
http://www.progressiveconvergence.com/VAERS%20updates.htm.
Anche chi non conosce bene l'inglese può farsene un'idea sapendo che la parola miscarriage significa aborto, che stillborn vuol dire nato morto.
Ma la cosa più incredibile riguardo a questi dati è che la dottoressa Marie McCormick, dirigente del Comitato per la Valutazione del vaccino H1N1 e lo studio sui rischi (H1N1 Vaccine Risk and Assessment Working Group, comitato facente parte dell'istituto governativo Center for Disease Control - CDC), nonostante sia stata informata dei dati del VAERS in due occasioni precedenti, ha affermato falsamente e pubblicamente, alla terza conferenza del Comitato Consultivo Nazionale sui Vaccini (National Vaccine Advisory Committee - NVAC), tenutasi il 14 settembre del 2010, che non ci sono state assolutamente reazioni avverse al vaccino contro l'H1N1 nelle donne incinte per la stagione 2009/2010.
I dati del VAERS invece mostrano invece 178 casi di aborto correlato al vaccino anti-influenzale nella stagione 2009/2010 a confronto degli appena 7 casi dell'anno precedente, ovvero un aumento dei casi di aborto correlati al vaccino del 2440% (duemilaquattrocentoquaranta per cento).

Come se non bastasse la Coalizione Nazionale delle Donne Organizzate (National Coalition of Organized Women NCOW) ha presentato al CDC dati provenienti da due fonti differenti che dimostrano come i vaccini contro l'H1N1 del 2009/2010 abbiano contribuito a circa 2000 tra casi di aborto e di bambini nati morti.
Questo è dovuto al fatto che molti dei casi non sono stati segnalati al VAERS; questo può accadere sia perché le donne non hanno fatto caso alla possibilità che il vaccino fosse collegato all'aborto, sia per lo stato di prostrazione in cui versano i genitori dopo un simile nefasto evento (che fa perdere loro la voglia di portare avanti qualsiasi segnalazione), sia per la resistenza di molti medici ad inoltrare segnalazioni di questo tipo alle istituzioni competenti, dato che ad esse non sono molto gradite.
Per finire facciamo notare che il CDC aveva riferito inizialmente di 30 casi di donne incinte morte a causa del virus H1N1 (dell'influenza suina), utilizzando furbescamente questi dati per spingere alla vaccinazione le donne incinte. Eppure uno studio della dottoressa Alicia Siston (anch'ella per altro membro del CDC) pubblicato sulla prestigiosa rivista medica JAMA (Journal of American Medical ASsociation, il Giornale dell'Associazione Medica Statunitense) ha riconosciuto che per tali morti non era stato confermato che la causa fosse effettivamente il virus dell'influenza suina.
E non crediate che il CDC abbia deciso di verificare questi casi utilizzando gli appositi test di laboratorio, perché (scandaloso a dirsi) non lo ha fatto !
Del resto la lista degli aborti causati dai vaccini contro l'H1N1 è lunga, e non solo negli Stati Uniti.
Tratto da: scienzamarcia.org

Silenzio sui morti per Vaccino nei media, fatti presenti nei contratti (lista rossa) con le case farmaceutiche
Silence about Vaccine Deaths in Media is Due to the Confidential Contracts with Vaccine Manufacturers
 www.nationalexpositor.com/News/1897.html (traduzione/google) clicca qui
These contracts were labeled "secret defense": www.lepoint2.com/sons/pdf/vaccin-H1N1%20medias.pdf

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.
Il figlio di Alan muore improvvisamente poco dopo che gli viene somministrata la vaccinazione al quarto mese di vita.
Ma ciò che rende particolare questa vicenda (purtroppo fin troppo comune nonostante se ne parli poco) è che, a seguito dei referti medici e dell'autopsia, non è stata presa in esame la possibilità della vaccinazione come causa della morte ma il padre viene prima accusato e poi dichiarato colpevole di aver ucciso il suo bambino percuotendolo volontariamente e ripetutamente al capo nella modalità che la medicina tradizionale definisce "sindrome del bambino scosso".
Alan è stato quindi condannato all'ergastolo più 10 anni di reclusione, senza possibilità di libertà condizionata.
Una volta in carcere, il genitore, ripresosi dallo shock iniziale, ed essendo additato come un criminale della peggior specie (anche tra i detenuti esiste un codice di rispetto e chi uccide un bambino è chiaramente al gradino più basso), decide di farsi forza e cominciare a studiare a fondo quello che è successo a suo figlio; n breve diventa relativamente esperto dell'argomento e scopre tutta una serie di cose che gli dimostrano una realtà molto diversa e, fino a quel momento, per lui insospettabile.
Decide quindi che è arrivato il momento di provare a riportare in tribunale il suo caso...e scrive, a mano, più di 40.000 lettere a dottori, ricercatori e chiunque altro possa essere interessato all'argomento.
Nel ricostruire tali vicende, il documentario spazia ad ampio raggio su vari argomenti correlati ai vaccini, a partire da come fu "concepito" il primo vaccino, quello per il vaiolo, fino ad illustrare le modalità con cui (non) vengono testati i vaccini al giorno d'oggi prima d'essere messi in commercio passando attraverso la pericolosità dei componenti che spesso sono parte integrante della terapia.
Ringrazio Eileen per l'aiuto nella traduzione.
Articolo e sottotitoli di Dusty –
Il Portico Dipinto

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

IL VACCINO per l'EPATITE HA UCCISO MIA FIGLIA ! 
Il DRAMMA di una FAMIGLIA - "Il vaccino anti-epatite B ha ucciso mia figlia" - Venerdì, 30 Novembre 2007
La storia di Veronica, morta a dodici anni per una forma di encefalopatia
La rabbia del papà: quella vaccinazione era inutile, c’è stata troppa negligenza La storia della piccola Veronica è diventata il simbolo di tante storie di sofferenza. Di persone e famiglie, come quella della bambina scomparsa in febbraio a soli 12 anni, danneggiate dai vaccini. Distrutte. I suoi genitori non hanno avviato la procedura per ottenere il riconoscimento dell’indennizzo. Hanno scelto invece di raccontare il loro dramma, di urlare la loro rabbia, partecipando alla giornata del ricordo promossa a Roma dal Condav, il Coordinamento nazionale dei danneggiati dal vaccino.
La storia di Veronica inizia nel 1994.
La bimba nasce all’ospedale Carlo Poma di Mantova, alla 36ª settimana, con un taglio cesareo. «Era prematura e quindi leggermente sotto peso - racconta il papà - ma tutti gli altri indici erano buoni. Mia figlia era una neonata assolutamente normale». Il giorno dopo la nascita alla piccola viene effettuata la vaccinazione anti-epatite B. «Io sono portatore sano di questa patologia - continua il padre - ma mia moglie non è positiva. Questa vaccinazione, caldamente consigliata dai medici, era insomma assolutamente inutile». All’eta di due mesi Veronica viene sottoposta al richiamo e, poco dopo, iniziano i primi problemi. «La bimba manifestava crisi epilettiche - spiega il genitore - e un ritardo psicomotorio dello sviluppo».
La famiglia si sottopone ad un vero e proprio pellegrinaggio in diversi ospedale per ottenere una diagnosi precisa. «Ma la risposta era sempre la stessa: encefalopatia di natura da definire, di origine sconosciuta».
Nonostante le condizioni continuino a peggiorare, la bambina viene sottoposta ad altre quattro somministrazioni di anti-epatite B. «Nessuno dei medici si è mai posto il problema di interrompere le somministrazioni vaccinali - si sfoga il papà - quando gli stessi foglietti illustrativi dei farmaci ne controindicavano l’uso in casi di problemi neurologici». Mentre i genitori cercano invano, nei reparti di pediatria degli ospedali di mezza Italia, a Pavia, a Monza e a Padova, di capire quale sia la reale origine della malattia della figlia, Veronica peggiora sempre più.
Nel 1999, la bimba ha ormai 5 anni, è la trasmissione televisiva Report ad aprire gli occhi alla famiglia. «Abbiamo contattato il dottor Massimo Montinari, uno specialista dell’ospedale di Bari che, dopo aver eseguito vari esami sul sistema immunitario, ci ha informato che Veronica era affetta da encefalopatia post-vaccinica».
Il calvario della piccola si fa sempre più pesante. Le condizioni di vita peggiorano, Veronica viene alimentata con una sonda, direttamente nello stomaco, e viene sottoposta a tracheotomia. «I danni sempre più gravi ai muscoli le impedivano di deglutire - ricorda il papà - e causavano continue polmoniti». Nel febbraio scorso Veronica si arrende, prima ancora di compiere 13 anni. «Non abbiamo chiesto il riconoscimento del danno post-vaccinale perché abbiamo concentrato tutte le nostre energie nell’assistenza e nella cura di nostra figlia. La rabbia, però, è immensa. Se ci fosse stata meno negliglenza mia figlia non si sarebbe mai ammalata».

La storia di Veronica inizia nel 1994. La bimba nasce all’ospedale Carlo Poma di Mantova, alla 36ª settimana, con un taglio cesareo. «Era prematura e quindi leggermente sotto peso - racconta il papà - ma tutti gli altri indici erano buoni. Mia figlia era una neonata assolutamente normale». Il giorno dopo la nascita alla piccola viene effettuata la vaccinazione anti-epatite B. «Io sono portatore sano di questa patologia - continua il padre - ma mia moglie non è positiva.
Questa vaccinazione, caldamente consigliata dai medici, era insomma assolutamente inutile». All’eta di due mesi Veronica viene sottoposta al richiamo e, poco dopo, iniziano i primi problemi. «La bimba manifestava crisi epilettiche - spiega il genitore - e un ritardo psicomotorio dello sviluppo». La famiglia si sottopone ad un vero e proprio pellegrinaggio in diversi ospedale per ottenere una diagnosi precisa. «Ma la risposta era sempre la stessa: encefalopatia di natura da definire, di origine sconosciuta».
Nonostante le condizioni continuino a peggiorare, la bambina viene sottoposta ad altre quattro somministrazioni di anti-epatite B. «Nessuno dei medici si è mai posto il problema di interrompere le somministrazioni vaccinali - si sfoga il papà - quando gli stessi foglietti illustrativi dei farmaci ne controindicavano l’uso in casi di problemi neurologici».
Mentre i genitori cercano invano, nei reparti di pediatria degli ospedali di mezza Italia, a Pavia, a Monza e a Padova, di capire quale sia la reale origine della malattia della figlia, Veronica peggiora sempre più. Nel 1999, la bimba ha ormai 5 anni, è la trasmissione televisiva Report ad aprire gli occhi alla famiglia. «Abbiamo contattato il dottor Massimo Montinari, uno specialista dell’ospedale di Bari che, dopo aver eseguito vari esami sul sistema immunitario, ci ha informato che Veronica era affetta da encefalopatia post-vaccinica».
Il calvario della piccola si fa sempre più pesante. Le condizioni di vita peggiorano, Veronica viene alimentata con una sonda, direttamente nello stomaco, e viene sottoposta a tracheotomia. «I danni sempre più gravi ai muscoli le impedivano di deglutire - ricorda il papà - e causavano continue polmoniti». Nel febbraio scorso Veronica si arrende, prima ancora di compiere 13 anni. «Non abbiamo chiesto il riconoscimento del danno post-vaccinale perché abbiamo concentrato tutte le nostre energie nell’assistenza e nella cura di nostra figlia. La rabbia, però, è immensa. Se ci fosse stata meno negligenza mia figlia non si sarebbe mai ammalata».
By Corrado Binacchi - 27 novembre 2007
http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/%C2%ABIl-vaccino-anti-epatite-ha-ucciso-mia-figlia%C2%BB/1889508/6

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vedi questa pagina:
http://sanevax.org/videos/vaccine-victims.shtml
...e per continuare:  Bambini uccisi dai vaccini 

Napoli: "Vaccino sequestrato dopo la morte di 4 bambini" (Corriere della Sera,22.VII.1970).
Cagliari: "Ragazza di 14 anni uccisa dal vaccino (contro l'asma) ? Scoppia una polemica tra i medici" (L'Unione sarda,  12.V.1971).
Isernia. "Il vaccino bivalente sequestrato in Molise (dopo la morte di un bimbo)" (Il Tempo,15.X.1980).
Milano: "Prese la Poliomielite dal figlio vaccinato (e  rimane paralizzato)" (La Repubblica,21.VIII.1986).
Como: "Va in coma a causa di encefalite postvaccinica (giovane recluta)" (Il Manifesto,13.III.1987).
Verona: "Muore una bambina di 15 mesi: avvelenata da una vaccinazione?" (eseguita la settimana prima; L'Arena, 22.III.1987).
Cagliari: "Muore nell'ambulatorio di Sinnai (uomo di 28 anni). Forse è stato fatale il vaccino contro l'asma" (L'Unione sarda, 8.IV.1987)..
Roma: "Donna di 28 anni muore dopo vaccino antinfluenzale" (L'Unità, 3 IV.1988).
Cassino: "Vaccinato contro la vita (recluta muore dopo antimeningite)" (Panorama,1.V.1988)..
Roma: "Esposto alla procura: contrasse la polio dopo il vaccino" (Giornale di Sicilia,18.IX.1988).
Roma: "Vaccino per neonati sospesa la vendita (dopo la morte di una bambina abruzzese cui era stato somministrato quel preparato)"  (La Repubblica, 18.I.1989).
Lecco: "Bimba di due anni muore nel sonno. È stato  il vaccino contro il morbillo?" (somministratole il giorno prima; Il Giornale  Nuovo, 17.VI.1989).
Roma: "Fa vaccinare il figlio: contagiata (e paralizzata)" (La Stampa, 1.II.1990).
Milano: "Bambine stanno male dopo la vaccinazione" (10  di 20 che avevano ricevuto antirosolia, hanno accusato conati di vomito, vertigini, cefalee; Il Secolo XIX, 4.II.1990).
Verona: "No al vaccino obbligatorio: il figlio morì" (è il caso di Giorgio Tremante che ha fondato un'associazione  contro l'obbligatorietà dei vaccini dopo aver avuto 2 figli morti  a seguito di vaccinazione; Il Giorno, 12.XII.1995).
Milano: "Sanità: ministero  responsabile per contagio da vaccino antipolio" (l'uomo contrae la polio a seguito della vaccinazione del figlio e infine muore; Messaggero, 19.I.1996).
Venezia: "Muore in caserma dopo il vaccino" (Nazione, 22 I. 1996).
Firenze: "Risarcito dopo aver contratto paralisi a seguito di vaccino antipolio" (Corriere dell'Umbria, 21.IV.1996).
Firenze: "Colpito dall'encefalite (e ridotto allo stato  vegetativo) dopo l'antipolio: per la prima volta lo Stato condannato. Alla famiglia arrivano 2 miliardi" (Messaggero, 3.X.1996).
Roma: "Danni da vaccinazioni: in 200  saranno risarciti dal ministero" (Messaggero,4.X.1996; risarcimento che avviene in  base alla legge 210 del 1992).
Roma: "Donna muore, bloccato vaccino antinfluenza" (Messaggero, 31.X.1997).
Mantova: "Paralizzata dall'antipolio" (bimba di 5 mesi; Corriere dell'Umbria, 12 XI 1997).
Mantova: "Sei mesi, perde l'uso di una  gamba dopo l'antipolio" (Messaggero, 11.I.1998)..Nel 1998 "la Francia blocca il vaccino contro l'epatite B, dopo aver recensito in un anno1400 casi di danneggiati" (Nazione, 3 X 1998)..
Latina: "I genitori di 8 bambini colpiti  da polio a seguito del vaccino fondano un’ associazione" (Messaggero, 2 XII 1999).
Caltanissetta: "Bimba muore dopo il vaccino (Nazione, 25 I  1999).
Gela: "Neonato morì dopo il vaccino, medici sotto inchiesta" (Nazione, 25 IX 2000).
Roma: "Indennizzo a uomo che ha contratto epatopatia cronica a  seguito di vaccinazione antiepatite B" (Nazione, 17 X 2000) .Nel 2003 saranno 400 le famiglie indennizzate per danni da vaccino ai sensi della 210/92, e questo numero non include le numerosissime famiglie, specie meridionali, che per estremo  di deferenza alla classe medica non osano discutere il responso delle  commissioni mediche che escludono sistematicamente la connessione tra danno, anche  letale, e vaccino; questo numero non include tutti coloro che ignorano l'esistenza  della legge 210/92, e che non sono inclusi nel novero ufficiale dei danneggiati; e  tra chi ignora questa legge vanno inclusi persino numerosissimi sanitari.
Ecco  esempi di casi della mia regione, dove le commissioni mediche delle ASL hanno  stornato i sospetti che in un primo momento e con ogni evidenza cadevano sul vaccino.
Terni: "Bimbo si ammala di leucemia, sospetti su un vaccino" (Messaggero Umbria, 2 XII1997).
Terni: "Bimba muore nella culla. Ultimo  addio a Flavia (di 4 mesi)" (La Nazione Umbria, 8XII 1997).
Ancona: "Muore a tre  mesi: inchiesta sulle vaccinazioni" (Messaggero, 22 IV 1998)..Perugia: "Si indaga sulla morte di una bambina, che il giorno prima aveva fatto un vaccino"(Nazione Umbria, 30 IX 1999).
Perugia: "Neonata muore, è giallo" (a 48 ore dopo il vaccino; Nazione Umbria, 5 IV 2006).
Si tenga conto che1. I casi di solito non vengono riportati sui giornali (chi scrive lo ha verificato personalmente: il caso di un medico perugino ucciso da vaccino antinfluenzale nel 2005);
Se i casi vengono riportati sono nella cronaca locale, cosicché non salgono alla ribalta nazionale; 
La maggior parte delle commissioni mediche chiamate a pronunciarsi sui casi di morte a seguito di vaccino, assolvono meccanicamente  il vaccino da ogni responsabilità, con fare da foche ammaestrate, e invocano le cause più disparate: morte bianca (sic!: appunto per indicare una morte di  cui non si vuol accertare la causa, è il caso di Terni 8.XII.1997), epatite, epiglottide infettiva (questa si invoca nel caso di Perugia 1999), oppure si invoca l'insufficienza epatica (come ho verificato nel caso di Perugia 2006);  tutte patologie di cui, in quei soggetti, non si era registrato segno prima del vaccino, ma che sarebbero repentinamente comparse proprio dopo la  vaccinazione.

Per rendersi meglio conto della situazione, riportiamo i dati che seguono, riguardanti il nostro paese.
In Italia, nel 1991, l'allora ministro della  sanità De Lorenzo emana una circolare ministeriale (circolare n. 9 del 1991) nella  quale raccomanda ai medici di non notificargli danni da vaccino riferiti da mamme troppo allarmiste.
Guarda caso siamo nell'anno 1991, in cui in Italia viene introdotta -primo paese al mondo- l'obbligatorietà della vaccinazione contro l'epatite B.
A carico di De Lorenzo c'è stato un esposto da parte dell'Associazione per la Libertà di SceltaTerapeutica del 19 luglio 1993 del seguente tenore:
Nel mese  di febbraio 1991 il Presidente della Smith-Kline-Becham (produttrice del vaccino Engerix B) avrebbe versato per sua ammissione 600 milioni al Ministro De Lorenzo per ottenere vari favori.
Poiché la predetta ditta è l'unica produttrice del vaccino Engerix B, vaccino reso obbligatorio per l'epatite a maggio 1991, si chiede di verificare se vi sia una relazione diretta o indiretta tra detto pagamento e la proposta da parte del Ministro della Sanità di adottare -unico paese dell'Europa e del mondo- una normativa che rendesse obbligatoria detta vaccinazione antiepatite B in Italia.
In Italia le morti da vaccino non vengono annoverate neppure come SIDS; siamo l'unico paese europeo (qualche anno dopo con la Grecia) dove, ancora nel 1994, l'Istat neppure la prevede nel registro delle cause di morte.
Un'inchiesta interna del Ministero della sanità (Ministro era Raffaele Costa) nel 1992 ha scoperto che l'80% delle Asl del nostro paese (516 su 632) non registra affatto gli effetti collaterali ed indesiderati da farmaci !

Tenuto conto di questi tre fattori, si può concludere che le morti da vaccino sono enormemente superiori a quanto abbiamo di ufficiale; mentre il numero dei danneggiati se davvero fosse inventariabile avrebbe dell'incredibile, secondo la convinzione che mi
sono fatto, dopo un decennio di monitoraggio, condotto anche sul territorio in cui vivo. È infatti paradigmatica questa vicenda del 1989, di cui leggiamo alcuni passi.
Chieti: Silvia Valentini, di Crecchio non è l'unica vittima delle vaccinazioni. Solo tre mesi prima era morta un'altra bimba, ma il caso era stato taciuto.Valentina Mirabilio; cinque ore dopo la vaccinazione inizia a star male, cade in coma e dopo 20 giorni di agonia muore.
Il suo caso resta però nel silenzio e non viene aperta un'inchiesta sui motivi del decesso; durante tutto quel periodo -racconta la madre- all'ospedale ci hanno detto che si trattava  di un virus che aveva attaccato il fegato. [Il Centro,4.I.1989] Una successiva autopsia fatta al Bambin Gesù a Roma stabilisce che si trattava di encefalopatia a seguito del vaccino trivalente.
Infine non vengono minimamente registrati i danni da vaccino che si verificano anche anni dopo la somministrazione del preparato, quale effetto dei virus di origine animale in esso presenti, come vedremo in seguito Politiche maltusiane ?
Tecnocrazia significa che il reale governo degli stati non è in mano a coloro che sono stati eletti coi criteri della democrazia rappresentativa, bensì è detenuto da una élite,  proprietaria di banche, risorse energetiche, case farmaceutiche, e media, la quale resta nell'anonimato perché espressamente questo chiede ai direttori dei propri giornali, che non debbono parlare delle riunioni del Bilderberg ,64Leggo tale testo in APS 1995, p. 30.65 La Repubblica, 26 II 1994.66
Mentre esiste una legge, la 531 del 29 XII 1987 che obbliga ogni medico a fare alla propria Asl segnalazioni in tal senso.
Tratto da:
http://www.dipmat.unipg.it/~mamone/sci-dem/nuocontri_1/debernardi.pdf


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il sistema di registrazione degli effetti collaterali da vaccino (Vaers) della FDA riceve circa 11.000 segnalazioni annuali di reazioni avverse da vaccino, di cui circa l'1% (112) sono morti per effetti da vaccino. La maggior parte di queste segnalazioni sono fatte da medici e la maggior parte delle morti sono attribuite al vaccino per la pertosse, la "P" in DPT.
Questo dato da solo è allarmante, ma è solo la punta dell'iceberg.
La FDA stima che solo il 10% delle reazioni avverse da vaccino sono riportate,un dato sopportato dagli studi del Centro nazionale per le informazioni sui vaccini (Nvic).

Infatti, il Nvic riporta che " a New York solo 1 medico su 40 (2,5%) conferma che una morte o una malattia sia conseguente alla vaccinazione", quindi il 97,5% delle morti e delle malattie correlate ai vaccini vengono ignorate.

Mettendo da parte le implicazioni per l'integrità della professionalità medica (i medici sono obbligati per legge a denunciare gli effetti da vaccino), tutto ciò suggerisce che le morti da vaccino attualmente dovrebbero essere più di 1.000 all'anno.

Con la pertosse, il numero delle morti per vaccino fa apparire piccolo il numero delle morti per malattia, che è intorno alle 10 ogni anno in accordo con il CDC, e 8 nel 1993, l'ultimo picco di incidenza annuale (la pertosse ha cicli di 3-4 anni, ma non la vaccinazione).

Messa giù semplicemente, il vaccino è 100 volte più mortale della malattia
Se non fosse per i molti casi in cui popolazione altamente vaccinate hanno contratto la malattia, e per il fatto che la malattia era già diminuita fortemente prima dell'obbligatorietà del vaccino (le morti per pertosse diminuirono del 79% prima del vaccino), tutto ciò sarebbe sconosciuto, ma ora è dura considerarlo un sacrificio necessario per il bene di una società libera da malattie. Sfortunatamente la storia delle morti da vaccino non finisce qui.

Studi nazionali e internazionali hanno dimostrato che le vaccinazioni sono una causa della Sids (Sindrome da Morte Infantile Improvvisa), una diagnosi onnicomprensiva per i casi in cui la causa di morti è sconosciuta; si stima una percentuale di 5 su 10.000 casi ogni anno negli Usa).

Uno studio rivela che i picchi di incidenza di Aids si riscontrano all'età di 2 - 4 mesi negli Usa, precisamente quando vengono somministrati le prime due dosi di vaccino.

Ci sono anche studi che mirano a trovano l'assenza di relazioni tra Aids e vaccini. Comunque, molti di questi sono invalidati da un altro studio che rivela come la pratica del confondere abbia distorto i risultati a favore dei vaccini.

E' sbagliato scegliere la prudenza ? Questa credibile correlazione tra vaccini e morti infantili non dovrebbe essere la causa di un meticoloso e diffuso monitoraggio dello stato delle vaccinazioni in tutti i casi di Aids ? Nella metà degli anni '70 Il Giappone innalzò l'età vaccinabile da 2 mesi a 2 anni; l'incidenza di Aids diminuì vertiginosamente .
Malgrado ciò, la comunità medica degli Usa ha scelto una posizione di rifiuto. I magistrati che indagano sulle cause di morte (Coroner) rifiutano di segnalare lo stato vaccinale delle vittime da Aids e famiglie insospettabili continuano a pagare il prezzo, non conoscendo i pericoli e private del diritto di scegliere.
I rapporti sugli effetti collaterali suggeriscono anche che il numero totale di reazioni avverse ogni anno sia attualmente più di 100.000.

A causa delle mancate segnalazioni dei medici, nessuno conosce quante di queste sono permanenti disabilità, ma le statistiche suggeriscono che sono molto più alte delle morti (vedere la "petizione" sotto). Questa convinzione è rafforzata da uno studio che rivela come 1 bambino su 175 che hanno completato la serie del DPT soffre di "gravi reazioni" e un rapporto medico destinato alle autorità rivela che 1 su 300 immunizzazioni con DPT sfocia in attacchi.

In Inghilterra si assistette a un crollo delle morti per pertosse da quando la percentuale di vaccinazione è scesa dall'80 al 30% nella metà degli anni '70. Lo studio dell'epidemiologo svedese B. Trolfors sull'efficacia e la tossicità del vaccino antipertosse nel mondo rivelò che "la mortalità associata alla pertosse è correntemente molto bassa nei paesi industrializzati e non si riscontrano differenze comparando paesi con alta, bassa o nulla percentuale di immunizzazione". Egli rivelò anche che, Inghilterra, Gallese, Germania Ovest, avevano più esiti mortali da pertosse nel 1970 quando la percentuale di vaccinazione era alta rispetto alla seconda metà degli anni '80 quando la percentuale era diminuita.

Le vaccinazioni ci costano molto di più che la vita e la salute dei nostri bambini. Il programma del governo federale per il risarcimento dei danni da vaccino negli Usa (Nvicp) ha pagato più di 650,6 milioni di dollari a genitori di bambini morti o resi disabili dai vaccini, una media di 90 milioni all'anno per i contribuenti.

Il Nvicp ha ricevuto più di 5.000 richieste dall'88, incluse oltre 700 morti da vaccino, e ci sono ancora oltre 2000 casi pendenti di morte o malattia per i quali potranno occorrere anni prima di arrivare alla conclusione.
Nel frattempo, le compagnie farmaceutiche hanno un mercato sicuro: i vaccini sono legalmente previsti da tutti i 50 stati Usa (sebbene facilmente evitabili legalmente), ma queste stesse compagnie sono "immuni" dalla responsabilità per le conseguenze dei loro prodotti. Inoltre, è permesso loro di usare metodi che impediscono, negli accomodamenti legali per risarcimento di danni da vaccino, la diffusione di informazioni al pubblico circa i pericoli delle vaccinazioni.

Questi compromessi sono chiaramente non etici esse costringono il pubblico americano che non esprime il proprio consenso a pagare per le responsabilità dei produttori di vaccini, che fanno in modo che questo stesso pubblico continui ad ignorare i pericoli dei loro prodotti. E' anche interessante notare come le compagnie di assicurazione (che fanno i migliori studi sulle responsabilità) rifiutano di coprire le reazioni avverse da vaccino.

Le posizioni delle compagnie farmaceutiche e delle assicurazioni paiono dunque dettate dai profitti.


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Morte in culla (SIDS) e la vaccinazione DPT 
La protezione farmacologica propinataci per la morte in culla ? Ma è proprio questa stessa protezione farmacologica, con i vaccini dati in giovanissima età, che causa la moria dei nostri bambini !
Citiamo dal libro della Dottoressa Viera Scheibner:
Uno studio condotto negli USA su settanta casi di morte in culla selezionati a caso ha evidenziato che ben il 66% dei bambini deceduti aveva ricevuto il vaccino DTP (difterite, tetano, pertosse) poco tempo prima della morte: 6,5% entro le 12 ore, 13% entro 24 ore, 26% entro 3 giorni, 37% entro una settimana, 61% entro due settimane e 70% entro 3 settimane. 
E' stato anche scoperto che i casi di morte in culla dei bambini non vaccinati si concentravano nel periodo invernale, le morti dei bambini vaccinati succedevano durante tutto l'arco dell'anno, ma comunque sempre nel periodo subito dopo la vaccinazione.
Le registrazioni del respiro dei neonati prima e dopo le vaccinazioni hanno mostrato un respiro normale nei sei giorni precedenti, ed un respiro a tratti difficoltoso durante i 12 giorni seguenti. 
I periodi di respiro difficoltoso coincidevano con l'incidenza delle morti in culla a seguito della vaccinazione in 41 dei casi. Questa correlazione fu oggetto di uno studio separato. 
Quando in Giappone, nel 1974, è stata innalzata l'età minima per ricevere la vaccinazione DTP a due anni, la morte in culla a seguito delle vaccinazioni è praticamente scomparsa ed il Giappone ha avuto, da quel periodo in poi, la mortalità infantile più bassa al mondo. 
Forse sarebbe il caso di valutare queste statistiche e di trarre le dovute conseguenze anche in Italia, invece di proporre, come fa il nostro ministro dalla sanità, sempre nuove forme di "protezione farmacologica". 
Oppure dobbiamo pensare che il nostro sistema sanitario, incluso lo stesso ministero, siano sotto l'influenza di una lobby farmaceutica così potente da considerare qualche morte "roba da poco"?

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Verifiche sulla morte del marinaio
Crispino Adragna, in servizio nella stazione radar militare di Pantelleria e ucciso da un linfoma il 15 agosto scorso, vengono richieste ai ministeri della Difesa, della Salute e dell'Ambiente dal senatore della Margherita DL, Antonio Papania. 
Secondo il parlamentare, Adragna durante il servizio "si trovò esposto a intense emissioni radar e tenuto conto che sulla torre erano state collegate anche apparecchiature televisive, ha contratto un linfoma". Nell'interrogazione si citano 5 ricoveri del marinaio, di cui uno presso l'ospedale civile di Pantelleria, tre presso l'ospedale militare di Taranto e uno presso l'ospedale militare di Augusta. 
Il senatore Papania chiede in particolare se Adragna "fosse stato sottoposto a vaccini; quali sono gli effettivi ricoveri a cui sia stato soggetto; a quali turnazioni sia stato esposto l'Adragna durante il servizio; inoltre, quali siano stati i controlli eseguiti sulla torre aeroportuale di Pantelleria in merito alle radiazioni emesse e ai possibili effetti sulle persone e sull'ambiente e se siano stati emanati gli appositi certificati di agibilità della stazione stessa". 
Il senatore infine sollecita una "azione risarcitoria" per la famiglia "che ha sostenuto, in questi anni dispendiosi ricoveri e cure mediche". (AGI) Rap - 241103 AGO 05

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ecco un altro Danno da Vaccino:
Siccome siamo ormai alla 4° generazione di vaccinati, i genitori “regalano” le loro mutazioni genetiche occulte (portatori sani) ai loro figli e di generazione in generazione il sistema sopravvivenza della specie e’ messo sempre piu’ in pericolo, facendosì che bastano delle semplici e comuni proteine tossiche chiamate “Virus”, perche si sia trovato nei 3/4 dei parti bimbi morti, il nesso con questo tipo di proteine virali.

SYDNEY – AU, Giu., 2008 - Dei comuni virus, come quelli dell'herpes, sono coinvolti in ben tre quarti di tutte le nascite con feto morto. Lo hanno scoperto gli scienziati australiani dell'ospedale Prince of Wales di Sydney, guidati dal virologo Bill Rawlinson, che solo in Australia arrivano a circa 2000 l'anno e questi nati morti sono in aumento anche nel resto del mondo, grazie alle vaccinazioni inoculate sulla ignara popolazione mondiale e perpetrate di generazione in generazione.

Commento NdR: Questi ricercatori hanno solo scoperto la punta dell’Iceberg (Danni dei vaccini trasmissibili alla prole), ma non hanno voluti approfondire…le cause VERE di quel grave ed ulteriore problema che i Vaccini generano !
Bambini uccisi dai vaccini 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Un'ALTRO dei circa 1.000 bambini morti, all'anno in Italia....e nessuno dice nulla....!
  - Rovolon (Padova)
Il dramma si è consumato nell'abitazione della famiglia .............
La mamma è entrata nella cameretta per vedere se stava dormendo, l'ha accarezzato, lo ha preso in braccio è si è accorta che il visetto era già cianotico.
Tre giorni prima era stato vaccinato, ma eccetto qualche giorno di irritabilità poi non aveva manifestato nient'altro; e cosa può manifestare un bimbo di tre mesi nato sano, ma ammalato dai vaccini ?
Il referto medico parla di “morte bianca”, sempre per depistare dalla Causa Vaccinale !
Tratto da:
http://www.ilgazzettino.it/VisualizzaArticolo.php3?Codice=2753242&Luogo=Padova&Data=2006-01-20&Pagina=8&Hilights=culla

Commento (NdR) : Le morti e gli handicap causati da vaccino sono uno costo sbalorditivo finanziario e personale per le famiglie ed i contribuenti, oltre al dolore ed alla sofferenza......

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Padova, martedì 25 febbraio 2003 - Bambino muore nel sonno - Rigurgito o reazione al vaccino antipolio ?
Tragedia all'Arcella. Emiliano Rapposelli, di un anno e mezzo, è giunto senza vita al pronto soccorso
Quando la mamma è andato a svegliarlo non respirava più; Emiliano aveva appena un anno e mezzo e viveva in via Duprè 12, all'Arcella. Era un bambino bellissimo, occhi grandi e neri e un bel  visetto roseo, invidiato da tutte le mamme del quartiere. Emiliano  non c'è più: è morto nel sonno, domenica pomeriggio. Verso le 14.30 i  suoi genitori, Sara Bedin e Diego Rapposelli, dipendenti ospedalieri,  l'hanno messo a letto per il consueto riposino che i piccoli fanno  dopo mangiato.
Poi, verso le 17, la mamma è andata a svegliarlo,  preoccupata dal sonno prolungato - dopo pranzo, di solito, Emiliano  non dormiva più di un'ora - e anche dai piccoli segnali di malessere  che aveva manifestato prima di addormentarsi. Scosso delicatamente,  il bambino non ha reagito: il suo volto era diventato nerastro.
La coppia ha chiamato subito un'ambulanza cercando di rianimare in  ogni modo il figlioletto.
Ma tutto è stato inutile. Neanche i medici  del Civile hanno potuto aiutarlo: Emiliano è al pronto soccorso già  privo di vita.
Per accertare le cause della tragedia è stata disposta  un'autopsia, sarà effettuata questa mattina. Ma perché un bambino  sano, di neppure due anni, è morto nel sonno senza alcuna causa  apparente ? I medici definiscono questi decessi "morti bianche".
Ma l'età di Emiliano,  diciotto mesi, sembrerebbe abbastanza "elevata" per scongiurare  questa eventualità.
E allora, in questa terribile vicenda, spunta  un'altra ipotesi, che, se confermata dai risultati dell'esame autoptico, renderebbe ancora più assurda questa tragedia.
Sei giorni  fa il bambino era stato vaccinato con il vaccino della poliomielite.
I  casi di allergia infantile a questo tipo di vaccino sono ben noti da tempo, cio’ significa che il decesso improvviso dell'Arcella e la somministrazione del vaccino, esiste un  legame.

Padova, mercoledì 26 febbraio 2003 - Il bimbo di 14 mesi spentosi nel sonno a S. Carlo
Neppure l'autopsia ha svelato l'angoscioso mistero che si cela dietro  la morte di Emiliano Rapposelli, il bambino di 14 mesi spentosi nel  sonno domenica, nella sua abitazione in via Duprè, a San Carlo. I  medici hanno informato i genitori che occorreranno esami approfonditi  per accertare le cause del decesso. Una vicenda tragica, iniziata  quattro giorni fa. Appena dopo pranzo i genitori Sara e Diego mettono  a letto il bellissimo bambino dagli occhi verdi. Verso le 17 la
coppia, notando che il figlioletto stava dormendo più del solito, si  recano nella sua stanzetta. Immediatamente - entrambi lavorano nella  sanità - si accorgono che Emiliano non respira più. Tentano di  rianimarlo con più tentativi, chiamano l'ambulanza. Ma la corsa  all'ospedale si rivela inutile. I medici non possono fare altro che  constatare il decesso. Eppure Emiliano era sanissimo e nella vicenda resta la grave ombra del vaccino trivalente per il morbillo, la  parotite e la rosolia, somministratogli una settimana prima.
vedi: Dati ISTAT sui Vaccini + Statistiche Istat sui vaccini +  Interrogazione Parlamentare +
Contenuto dei vaccini

E questo e' un PICCOLISSIMO elenco di UCCISIONI con i VACCINI ! nel mondo sono ormai milioni i bambini, ragazzi, militari, ecc., uccisi con i Vaccini, perche' si vuol ridurre la popolazione ad 1 miliardo di persone ...grazie a Big Pharma

"Questo sito WEB vi informa", Non siamo responsabili della correttezza e/o della solvibilità degli inserzionisti del ns. Network.
 Webmaster  - Vietata la copia anche parziale dei contenuti, se non viene citata la fonte - All rights reserved - Publisher DataBit s.a.